Escursione Veio - Cascata dell'Inferno

Parchi del Lazio
Parco di Veio
Cascata dell’Inferno
Quota
232 m
Data 16 maggio 2020
Sentiero non segnato
Dislivello 65 m
Distanza 3,92 km
Tempo totale 1:52 h
Tempo di marcia 1:36 h
Cartografia Carta escursionistica Parco di Veio
Descrizione Dal Santuario della Madonna del Sorbo (232 m) per il Fosso della Mola di Formello o Crèmera (180 m, +6 min.), la risalita del torrente fino al fosso senza nome sulla destra con accesso celato da un albero caduto, massi e ortiche (203 m) e la Cascata dell’Inferno (212 m, +55 min.). Ritorno per la stessa via (+35 min.). Escursione breve ma impegnativa in ambiente intatto con tracce di sentiero chiuso da vegetazione, alberi caduti e massi. Buona parte del percorso si cammina direttamente nel letto del fiume. Attenzione a vecchi fili spinati ad altezza tibie. Avvistato un cinghiale con i cuccioli.
https://www.montinvisibili.it/veio-cascata-dellinferno
 

Allegati

Bellissimo. Non sono mai stato nel Parco di Veio ma conto di rimediare rapidamente. Ho sempre amato i paesaggi della Cassia da Roma Nord al Viterbese: a mio parere quel sistema di colline tufacee, forre boscose, rilievi vulcanici è la parte più affascinante di tutto il Lazio.
Tuscia mon amour.
 
Ultima modifica:
Bellissimo. Non sono mai stato nel Parco di Veio ma conto di rimediare rapidamente. Ho sempre amato i paesaggi della Cassia da Roma Nord al Viterbese: a mio parere quel sistema di colline tufacee, forre boscose, rilievi vulcanici è la parte più affascinante di tutto il Lazio.
Tuscia mon amour.
Vero @southrim, la Tuscia, e la limitrofa Tolfa, nascondono tesori tanto affascinanti quanto trascurati.
 
Vero @southrim, la Tuscia, e la limitrofa Tolfa, nascondono tesori tanto affascinanti quanto trascurati.
Sono zone che conosco abbastanza ma non in maniera approfondita. Il viterbese mi è sempre sembrato molto ben tenuto ed amministrato, mentre la parte nei pressi dell'Urbe ha una pressione antropica enorme e purtroppo molte zone sono state compromesse.
Un altro itinerario che ho in mente da parecchio è la Valle del Treja.
 
Sono zone che conosco abbastanza ma non in maniera approfondita. Il viterbese mi è sempre sembrato molto ben tenuto ed amministrato, mentre la parte nei pressi dell'Urbe ha una pressione antropica enorme e purtroppo molte zone sono state compromesse.
Un altro itinerario che ho in mente da parecchio è la Valle del Treja.
Il Treja è un discorso a parte. Territorio magico e dai percorsi quasi obbligati a motivo delle precipitose forre. Se t'interessa sul mio sito trovi diverse tracce gps.
https://www.montinvisibili.it/Valle-del-Treja
 

Discussioni simili



Alto Basso