Ventenne aggredita e uccisa da un branco di cani, Catanzaro

quando? Questa mi era sfuggita, e non ne trovo o riconosco traccia online
E' un fatto di alcuni anni fa.Ma se cerchi bambino attaccato da cani o aggressioni canine sul motore di ricerca ne trovi moltissimi. Ho letto pure di settantamila aggressioni l'anno in Italia da parte di cani "padronali" e non. Francamente mi pare e spero esagerato !!
--- ---

Credo che non fosse Ostia (sarebbe particolarmente strano, direi, dato il forte inurbamento della zona), ma una pineta pugliese, non ho capito bene la zona, perché non conosco bene la Puglia. Estate 20, se non ricordo male (e spessissimo ricordo male... :( ).
No sono sicuro che era da quelle parti,tipo la pineta di Castel Fusano.
--- ---

che, da dentro le rete/ringhiera, arrivano idrofobi
Ecco ! Questo è un comportamento che non ho mai capito: sia in piena città che in campagna,se passi vicino ad una recinzione cancello o altro il cane ti segue sbraitando fino alla fine della cancellata e lo fanno con tutte le persone anche in pieno centro dove passano decine e decine di persone. Se sono tanto intelligenti dovrebbero capire che siamo solo passanti ben aldilà del loro territori e non tentiamo di invadere il loro. Aneddoto: camminando lungo una sterrata in un bosco dove passano persone ed auto,sono stato seguito dal solito canone abbaiante lungo la rete metallica. Solo che ad un certo punto la rete era un pò rotta in basso e l'idiota ha tentato di ficcarcisi dentro con forza,ma credete si stava "sgarrando" il muso !! Nella paura che riuscisse a passarci tutto ho fatto un fugone alla BipBip. Un comportamento che mi ha fatto veramente rabbia.
 
Ultima modifica:
Giusto due giorni fa un maremmano ha iniziato ad abbaiare da dietro la rete di una azienda agricola...Peccato che la rete era bucata e me lo sono ritrovato a pochi centimetri in una sterrata isolata. Fortunatamente ho mantenuto il sangue freddo indietreggiando con calma e parlando con tono deciso e sono riuscito a non farmi mordere.
Ora è chiaro che i proprietari sono responsabili ma agiscono come se non lo fossero.
 
Gli episodi di contatto con i cani liberi penso non si contino per ciascuno di noi, però quelli in cui ho veramente avuto paura sono stati un paio al sud: là i cani randagi hanno davvero atteggiamenti preoccupanti, perchè ti puntano da lontano, si avvicinano a testa bassa senza fare tanti complimenti e frastuoni e quando metti in atto condotte difensive ringhiano sordamente. Questi atteggiamenti mi fanno molta più paura di un cane che abbaia da lontano. Mi è andata dritta, ma ho cambiato le mutande.
verissimo, anche a me certe condotte son càpitate solo al Sud. Io li ho sempre puntati per primo, passo "all' attacco" di solito funziona. Cercano per lo più cibo, mi è parso di intuire. Certo con 10 cani non lo farei.
Detto questo, anche banalmente andando in mtb mi è capitato qualche volta il classico cane libero (forse scappato, visto che era in posti isolati) che ti insegue di lato abbaiando per morderti il piede. Per fortuna me la sono cavata sempre con quattro urlacci e continuando a pedalare scalciando, ma i contatti sulle scarpette li ho sentiti.
di solito conviene fermarsi. Se continui a "scappare" gli dai a pensare che possano morderti. Finora a me non m'han mai toccato, ed io freno, scendo se serve.
Un'altra volta, al rientro da una gita scialpinistica, un pastore tedesco si è messo a seguirmi - anche lì guardingo, per poi avvicinarsi a testa bassa - e mi ha morso un paio di volte le caviglie, ma in modo leggero e comunque lo scafo degli scarponi ha fatto il suo lavoro. Quattro urlate, due racchettate ed è rimasto a distanza, poi si è allontanato.
questo mi fa pensare che invece stesse cercando di entrare in contatto, probabilmente era un abbandonato che cercava di entrare nel tuo branco
Da allora, in certe attività giro con una bottiglietta a pressione di spray urticante.
ps... l'ho anche usata con somma goduria. Caso: running, sulla pubblica via, improvvisamente trovi i classici maledettissimi cani che, da dentro le rete/ringhiera, arrivano idrofobi a latrare come volessero divorarti. Stanco del ripetersi della cosa, un giorno... PSSSS.... guaiti vari ... silenzio. Non si sono più avvicinati alla ringhiera. :rofl:
ma infatti tutta sta paura degli spray non la capisco: li spruzzi se sono troppo vicini, poi magari un po' te ne beccherai pure tu se sei controvento, ma i cani hanno un naso molto sensibile, mal che vada sarete entrambi a piangere sulla capsaicina versata, ma va che gli passa la voglia di aggredirti!
Il problema è che con 10 servirebbe una latta grossa. Che poi se fai tanto di metterne 2 in seria difficoltà anche gli altri... 2 domande se le fanno
--- ---

Aneddoto: camminando lungo una sterrata in un bosco dove passano persone ed auto,sono stato seguito dal solito canone abbaiante lungo la rete metallica. Solo che ad un certo punto la rete era un pò rotta in basso e l'idiota ha tentato di ficcarcisi dentro con forza,ma credete si stava "sgarrando" il muso !!
Nooo! Che peccato! Abbiamo perso una buona occasione per educare! :biggrin:
Prima o poi mi beccherò la morsicata, ma finchè son dentro casa loro ignoro, se mettono il muso fuori, divento assetato di sangue, che bello un bel calcio di rigore a porta vuota! : :lol:
 
Ultima modifica:
E' un tema che mi ha sempre spaventato, ed ho pure un cane, adorabile...

A fine Maggio sul Cammino dei Briganti, da solo, ho incontrato un paio di greggi ma tutto ok.
Io però stavo in tensione, visto che avevo letto di diverse aggressioni.

Sto per acquistare lo spray... TW1000 Contra Dog, poi mi è venuto in mente di meglio...

Faccio le uscite con @Jk74... Mi sentirei più sicuro e se capita ci sarebbe pure da divertirsi...:rofl:;):si:
 
Giusto due giorni fa un maremmano ha iniziato ad abbaiare da dietro la rete di una azienda agricola...Peccato che la rete era bucata e me lo sono ritrovato a pochi centimetri in una sterrata isolata. Fortunatamente ho mantenuto il sangue freddo indietreggiando con calma e parlando con tono deciso e sono riuscito a non farmi mordere.
Ora è chiaro che i proprietari sono responsabili ma agiscono come se non lo fossero.

Strano. Racconto una storia strana, che mi è capitata. Anni fa avevo un bassotto che aveva un eccesso di autostima, secondo me si sentiva un maremmano o qualcosa di ancora più grosso. :)

Fatto sta che, vicino a dove abitavo prima, talmente vicino da doverci spesso passare davanti, c'era un cortile, con cancellata e cancello automatico. All'interno, in un giardinetto, un bellissimo pastore tedesco. Se mi capitava di passare da quelle parti, anche restando dall'altra parte della strada, il mio bassotto ed il pastore tedesco, che, poverino, viveva in pianta stabile in quel cortiletto, se le cantavano di santa ragione, ma proprio da cattivi! Se non stavo attento, usando ancora (errore mio, ah, l'inesperienza...) il guinzaglio estensibile, il mio bassotto zompava a tutta velocità dall'altra parte (strada con zero traffico, per fortuna...), avventandosi contro il cancello, pelo arruffato, coda alzata, abbaio a 200 dB. Insomma, tutto il repertorio che ben conosciamo. E dall'altra parte, apriti cielo! Delle testate nella cancellata che mi aspettavo che tirasse giù le sbarre! Oltre a ringhiare, abbaiare, ecc. ecc.

Finché, un giorno, mi capita di dover passare proprio di lì. Il mio bassotto parte in via preventiva con il suo show, ma il pastore tedesco non risponde... che sia a passeggio? NO! Era proprio sul limitare della proprietà, con il cancello aperto, spalancato, forse guasto. Seduto, che ci guarda. Muto. Io mi paralizzo. Il mio bassotto, forse non se n'è accorto, forse si, fatto sta che ha finito il suo show (ma senza cercare di attraversare la strada), terminando il tutto con un'evidente traccia territoriale (un goccio di pipì su una pianta dalla nostra parte della strada), per poi proseguire trionfante, senza più voltarsi, coda ben dritta in alto, muso eretto, sulla nostra strada. Il pastore tedesco? Manco 'na piega! Mitico!!! Per la serie: se stai fuori dal mio territorio, no problem. Ma sono qui, ti vedo e ti aspetto...

Da quel giorno ho capito una cosa importante della psicologia canina: sono "uniforme e distintivo"... almeno, presi singolarmente. Anche solo in due, il discorso cambia RA-DI-CAL-MEN-TE. Non posso che sottoscrivere quanto ho letto qui: se vi assalgono 2 o più cani, oggetto contundente, cercato un punto di appoggio e tenete il braccio con cui contate di difendervi ben alto. E molte preghiere...
--- ---

E' un tema che mi ha sempre spaventato, ed ho pure un cane, adorabile...

A fine Maggio sul Cammino dei Briganti, da solo, ho incontrato un paio di greggi ma tutto ok.
Io però stavo in tensione, visto che avevo letto di diverse aggressioni.

Sto per acquistare lo spray... TW1000 Contra Dog, poi mi è venuto in mente di meglio...

Faccio le uscite con @Jk74... Mi sentirei più sicuro e se capita ci sarebbe pure da divertirsi...:rofl:;):si:

Io giro con due poliziotti... sono l'unico escursionista che gira con la scorta!!!:)
 
Sto per acquistare lo spray... TW1000 Contra Dog, poi mi è venuto in mente di meglio...
Faccio le uscite con @Jk74... Mi sentirei più sicuro e se capita ci sarebbe pure da divertirsi...:rofl:;):si:
Però secondo me ti risulta un po' più leggero portare il TW1000 negli spallacci che me dentro uno zaino da bimbo-ne. Però se a te va io vengo volentieri! :rofl:

Cmq seriamente, il mio comportamento è quello che è per motivi che nemmeno a me son del tutto noti, se sto qua a raccontarvelo non è certametne per fare il figo, ma per far capire a tutti che spesso è un limite nostro che ci frega. Specie coi cani che appunto se scappi è sicuro che ti mordano.
Ma come avete visto pure con predatori veri come il giaguaro, la possiamo spuntare, persino a mani nude. Certametne non la spunteremo MAI MAI MAI se ci arrendiamo. E' una cosa nota, ricordo etologi parlarne persino relativamente allo squalo bianco: i predatori sono prudenti. Se capiscono che c'è un rischio non trascurabile di farsi male, desistono. Non si possono permettere danni anche banali.
I cani in branchi anche piccoli hanno dinamiche giustamente più pericolose: anche in 2 ognuno vuol mostrare all' altro che è "bravo". Branchi grossi mandano avanti non le prime scelte, ma quelli che devono farsi una posizione, son più temerari. Lì non puoi tentennare: devi colpire e colpire duro. Gli Alpha capiscono che è un rischio alto e richiamano tutti. Di fronte ad un branco ovviamente devi colpire per uccidere, non hai scelta.
 
Ultima modifica:
Finché, un giorno, mi capita di dover passare proprio di lì. Il mio bassotto parte in via preventiva con il suo show, ma il pastore tedesco non risponde... che sia a passeggio? NO! Era proprio sul limitare della proprietà, con il cancello aperto, spalancato, forse guasto. Seduto, che ci guarda. Muto. Io mi paralizzo. Il mio bassotto, forse non se n'è accorto, forse si, fatto sta che ha finito il suo show (ma senza cercare di attraversare la strada), terminando il tutto con un'evidente traccia territoriale (un goccio di pipì su una pianta dalla nostra parte della strada), per poi proseguire trionfante, senza più voltarsi, coda ben dritta in alto, muso eretto, sulla nostra strada. Il pastore tedesco? Manco 'na piega! Mitico!!! Per la serie: se stai fuori dal mio territorio, no problem. Ma sono qui, ti vedo e ti aspetto...
..
--- ---

Lo stesso tipo di comportamento, cioè due cani che si fanno la guerra da dietro le sbarre, e che poi all'estinguersi della protezione stessa fanno finta di niente, desistendo appunto dalla guerra...
la lessi, tanti ma tanti anni fà, in un libro di Konrad Lorenz, od il celeberrimo "Anello di rè Salomone" o "E l'uomo incontro il cane", con mi pare di ricordare analisi comportamentale al seguito...

Anche molto divertente...:D:D
--- ---

Però secondo me ti risulta un po' più leggero portare il TW1000 negli spallacci che me dentro uno zaino da bimbo-ne. Però se a te va io vengo volentieri! :rofl:
:rofl::rofl::si:
 
Scusate ma forse sono stata sfortunata io ma i pastori che ho incontrato sia vicino Rieti /Terminillo che sul Velino e dintorni facevano paura. Tutta gente dell' est, ubriachi fradici e con branchi d cani ovunque. Menomale che ero con altri miei amici tutti armati d asce, bastoni e coltelli altrimenti me la sarei fatta sotto!! Magari queste brutte esperienze hanno condizionato il mio giudizio e so che ci sono bravi pastori ovvio, ma purtroppo, ripeto, quando vedo un gregge, mi prende subito l' ansia e non tanto per i cani quanto per i pastori appunto.
Ps per esempio a Cottanello vicino Rieti i pastori sono tutti del luogo e sono gentilissimi.

Mah mi pare tutto molto esagerato onestamente, se dovessi andare in montagna armato come in guerra me ne starei a casa.
Il problema dei cani da pastore esiste ed è tangibile anche perché spesso sono incustoditi ed è proprio lì che il pericolo diventa concreto. Però da qui a vivere nel terrore ce ne corre.
 
Ecco ! Questo è un comportamento che non ho mai capito: sia in piena città che in campagna,se passi vicino ad una recinzione cancello o altro il cane ti segue sbraitando fino alla fine della cancellata e lo fanno con tutte le persone anche in pieno centro dove passano decine e decine di persone. Se sono tanto intelligenti dovrebbero capire che siamo solo passanti ben aldilà del loro territori e non tentiamo di invadere il loro.
Il limite territoriale per loro non è sempre così netto, di sicuro il limite dove ci sta l'avvertimento
secondo loro è dalla rete fino a dove possono vedere.

Andando a correre in campagna episodi di incontro con i cani liberi me ne sono capitati spesso,
spesso i cagnetti rincorrono cercando o facendo finta di voler mordere le caviglie ...ma sempre mi è successo che mi fermo ... e loro si allontanano ad abbaiare a debita distanza.

Un paio di episodi significativi sono stati con un grosso cane nero .... che
il mio collega che correva più avanti di me lo vedo far dietro front e tornare indietro
"c'è un cane nel campo " mi dice incrociandomi.
Io proseguo .... questo cagnone salta il canale e mi si mette davanti ..
io mi fermo ... con molta incoscienza (mai avuto paura dei cani) gli faccio ..." che c'è bello?"
lui ormai vicinissimo si alza sulle zampe posteriori e si appoggia alle mie spalle ...
è più alto di me messo così.... di nuovo gli faccio " cosa c'è bello? vuoi coccole?" e gli faccio una carezza sul fianco ... lui scende ... io " ciao bello" e riprendo a correre,
per 100 metri corre con me poi risalta il canale e torna nel campo.

Un'altra volta in un'alta zona sono stato affiancato da un grosso san Bernardo,
non riesco ad aver timore dei san Bernardo, dopo qualche metro allunga la bocca verso la mia mano .... io resto tranquillo e tengo ferma la mano... con molta cura mi prende la manica ...
voleva che mi fermassi un po' con lui.

Non dico che si possa sempre far così
bisogna almeno avere abbastanza esperienza da capire le intenzioni del cane
e quando non si capisce (e a volte mi capita ancora) calma e in campana.
 
Mah mi pare tutto molto esagerato onestamente, se dovessi andare in montagna armato come in guerra me ne starei a casa.
Il problema dei cani da pastore esiste ed è tangibile anche perché spesso sono incustoditi ed è proprio lì che il pericolo diventa concreto. Però da qui a vivere nel terrore ce ne corre.
Io non porto i coltelli in montagna per autodifesa ma xche semplicemente mi piacciono. E i miei amici avevano la stessa passione....certo se ci avesse fermato la forestale o altro....ci sarebbe stato qualche problemino. XD
--- ---

Sinceramente se fosse permesso andrei in giro con la balestra! Ma nn si puo'......
 
Alto Basso