Vestiti NON traspiranti

Sono giunto alla personale conclusione (e non avevo nemmeno letto la sezione dedicata sul sito di Skurka), che i cosidetti vbl siano la strada definitiva da intraprendere per il trekking ultralight invernale, e anche 4 stagioni in realtà.
La premessa è che appunto è un'opinione personale, nel senso che il mio metabolismo è "rilassato", e in generale non sudo troppo, anche se forse tendo a sentire freddo prima, il che nell'insieme rende i vbl esattamente quello che stavo cercando.


I prodotti sul mercato con cui sto facendo un confronto sono questi: https://www.rbhdesigns.com/collections/apparel/products/lightning-bug-jacket
Sorge spontanea una considerazione: prima devo pagare 300 sesterzi per il vostro famoso, "traspirante" gore tex; adesso cambiate il nome di questo prodotto da "giacca non traspirante a cui sono state cucite 2 zip" a "VBL!!11one1!" e devo sborsarne altri 300? No, grazie.

Per il momento sto usando una tuta da sauna della decathlon (15e giacca+pantaloni https://www.decathlon.it/tuta-sudorazione-unisex-nera-id_8379544.html) a cui ho aggiunto (fatto aggiungere) delle pit zip.
Funziona, il problema è che manca il cappuccio. Le tute da sauna da supermercato possono anche funzionare, ma quelle che ho visto mancavano di cappuccio allo stesso modo, ed erano fatte di materiali un po' troppo pesanti.

Quindi vi chiedo: sapreste indicarmi dei prodotti che siano leggeri, e con cappuccio? O anche senza, per avere un quadro completo delle possibilità. Le zip non sono un problema, perchè le posso aggiungere dopo.
Qualcosa magari di dozzinale, approssimativo, deriso per anni, con un marketing ingannevole che con dei giri di parole faccia vaghi rimandi ad una traspirabilità che in realtà è assente ecc ecc, l'importante è che sia 100% vapor barrier/impermeabile. Deve esistere da qualche parte :biggrin:, così oltre all 'utile aggiungo l'effetto dilettevole della sovversione del sistema :lol:
(il sacco della spazzatura non è da buttare, ma ha uno span di vita limitato, penalizzante in ipotetiche situazioni di autonomia sul lungo periodo, non ha cappuccio, nè maniche, e non si possono aggiungere le zip).
 
Sono giunto alla personale conclusione (e non avevo nemmeno letto la sezione dedicata sul sito di Skurka), che i cosidetti vbl siano la strada definitiva da intraprendere per il trekking ultralight invernale, e anche 4 stagioni in realtà.
La premessa è che appunto è un'opinione personale, nel senso che il mio metabolismo è "rilassato", e in generale non sudo troppo, anche se forse tendo a sentire freddo prima, il che nell'insieme rende i vbl esattamente quello che stavo cercando.


I prodotti sul mercato con cui sto facendo un confronto sono questi: https://www.rbhdesigns.com/collections/apparel/products/lightning-bug-jacket
Sorge spontanea una considerazione: prima devo pagare 300 sesterzi per il vostro famoso, "traspirante" gore tex; adesso cambiate il nome di questo prodotto da "giacca non traspirante a cui sono state cucite 2 zip" a "VBL!!11one1!" e devo sborsarne altri 300? No, grazie.

Per il momento sto usando una tuta da sauna della decathlon (15e giacca+pantaloni https://www.decathlon.it/tuta-sudorazione-unisex-nera-id_8379544.html) a cui ho aggiunto (fatto aggiungere) delle pit zip.
Funziona, il problema è che manca il cappuccio. Le tute da sauna da supermercato possono anche funzionare, ma quelle che ho visto mancavano di cappuccio allo stesso modo, ed erano fatte di materiali un po' troppo pesanti.

Quindi vi chiedo: sapreste indicarmi dei prodotti che siano leggeri, e con cappuccio? O anche senza, per avere un quadro completo delle possibilità. Le zip non sono un problema, perchè le posso aggiungere dopo.
Qualcosa magari di dozzinale, approssimativo, deriso per anni, con un marketing ingannevole che con dei giri di parole faccia vaghi rimandi ad una traspirabilità che in realtà è assente ecc ecc, l'importante è che sia 100% vapor barrier/impermeabile. Deve esistere da qualche parte :biggrin:, così oltre all 'utile aggiungo l'effetto dilettevole della sovversione del sistema :lol:
(il sacco della spazzatura non è da buttare, ma ha uno span di vita limitato, penalizzante in ipotetiche situazioni di autonomia sul lungo periodo, non ha cappuccio, nè maniche, e non si possono aggiungere le zip).
Foto esplicative grazie..
 
Ehm, si, forse è troppo tecnico, probabilmente questo è un campo ancora poco esplorato in generale.
vbl= vapor barrier liner= vestiti non traspiranti.

Domani vi posto le foto della mia modifica. (ma potete facilmente immaginarlo, è la tuta della decathlon di cui ho inserito il link con aggiunta di zip ascellari per la ventilazione)

Vi chiedevo se foste a conoscenza di qualche giacca, stile kway, che però non fosse in goretex o simili, ma 100% non traspirante.

Vabbè alla fine vuol dire usare la mantella impermeabile?

ne parlavo già mesi fa :ka:
https://www.avventurosamente.it/xf/threads/softshell-o-hardshell-il-mio-caso.48640/#post-878633

Non proprio, perchè cercavo un "liner", ovvero un strato da indossare sotto l'isolamento. Che poi possa doppiare da antipioggia è un altro discorso.
E' più vicino a un baselayer che a un guscio.

P.S. uno degli utilizzi principali è di usarlo per dormire, preservando tra l'altro l'isolamento in piumino dalla perspirazione.
 
Ultima modifica:
Scusa ma al di là dell'uso che uno ne fa, come secondo, terzo o quarto strato... sempre un pezzo di plastica rimane... Basta prendere una giacchetta in nylon ripstop, senza tante parole strane in inglese :p
O senza ripstop un kway dell'oviesse da pochi euro.
 
Di non traspirante a poco c'è la cerata nella sezione nautica del Decathlon (non quella pesante, quella blu fuori bianca dentro). Il cappuccio ce l'ha!

Ti garantisco la non traspirabilità ;)
 
Di vestiti non traspiranti ne trovi ovunque a poco prezzo.
Comunque puoi guardare i poncho/k-way del Deca siamo tra i 10 e i 15€.
 
Non proprio, perchè cercavo un "liner", ovvero un strato da indossare sotto l'isolamento. Che poi possa doppiare da antipioggia è un altro discorso.
E' più vicino a un baselayer che a un guscio.

P.S. uno degli utilizzi principali è di usarlo per dormire, preservando tra l'altro l'isolamento in piumino dalla perspirazione.
Cioè fammi capire:
tu vuoi mettere a pelle o appena sopra all' intimo un indumento che NON traspira così ti riempi di umidità tu e non il piumino esterno che così non perde di termicità?
inoltre non vai a prendere un k-way normale che di solito è 100% NON traspirante ma può avere qualche presa d'aria di sfogo (il mio ce l'ha sulla schiena) ma poi ci metti tu delle aperture ascellari.
Mi sfuggono molte cose per comprendere il senso di tutto ciò
 
Insomma pratichi una attività di nicchia ed entri senza troppi preamboli in un forum generalista, in cui trovano spazio dall'ecologista al pilota di quad, e e quindi anche i trekkingari superlight, perché no.

Il fatto è che tutto è sospetto di grammomania quella cosa che fa spendere 2.000 euro ad un ciclista per una bicicletta che pesa 100 grammi meno di un altra nella perfetta consapevolezza che questo non c'azzecca nulla col vincere la gara ma perché è di soddisfazione di per sé.

la domanda è "a che serve", se è per una gara, se ha una utilità pratica è se è per puro sfizio personale che ci si sforza di scaldarsi con una busta di plastica invece che con un piumino.

A proposito di buste di plastica: un classico evergreen è il sacco nero da "raccolta indifferenziata condominiale - 50 litri" che con un buco per la testa e due per le braccia consente da decenni a generazioni di barboni di superare indenni l'inverno con poca spesa, pochissimo ingombro e praticamente senza peso.
 
Ok, ok, non pensavo di essere andato così sul tecnico.

giacchetta in nylon ripstop
il filato di nylon di per sè non è impermeabile, da qui la necessità di impregnarlo di silicone o spalmarlo di poliuretano. I kway da supermercato (quelli che ho visto io) sono tutti non impregnati. Antivento, idrorepellenti, ma non vapor barrier.

la cerata nella sezione nautica del Decathlon (non quella pesante, quella blu fuori bianca dentro)
Intanto grazie della risposta.
Purtroppo il semplice fatto che sia bianca dentro già è indice della presenza di una membrana. Non ho dubbi sul fatto che traspiri pochissimo in caso di movimento anche leggero, ma qui sto cercando qualcosa di non traspirante ad attività 0 (sonno)

poncho/k-way del Deca
quelli che ho visto sono: o non impregnati, o con membrana traspirante, o poncho. Non c'è nienete di male nei poncho, e se volete apriamo un altro 3d, ma qui sto cercando una giacchetta, perchè è più versatile, imo.
Se hai dei link a dei prodotti che mi sono sfuggiti, sono ben accetti.

Cioè fammi capire:
tu vuoi mettere a pelle o appena sopra all' intimo un indumento che NON traspira così ti riempi di umidità tu e non il piumino esterno che così non perde di termicità?
inoltre non vai a prendere un k-way normale che di solito è 100% NON traspirante ma può avere qualche presa d'aria di sfogo (il mio ce l'ha sulla schiena) ma poi ci metti tu delle aperture ascellari.
Mi sfuggono molte cose per comprendere il senso di tutto ciò
Se riesci a linkarmi qualcosa ti ringrazio. Purtroppo mi rendo conto che forse la mia richiesta è più complicata di quello che pensavo.
In più adesso i kway della marca kway sono prodotti da fighetti da centinaia di euro.

Il funzionamento tecnico dei vbl comunque non è che l'ho inventato io l'altro giorno, si usano, anche se di nicchia. Come ho detto dipende moltissimo dalla persona, quanto sudi ecc.
Riassumendo: sono per utilizzo invernale; #effettoserra; le prese d'aria sono essenziali imo; il punto tecnico realmente importante: l'unico motivo per cui il corpo umano suda è per regolare la temperatura. Se il bilanciamento tra il freddo fuori e la sauna dentro è perfetto LA SUDORAZIONE CESSA COMPLETAMENTE e si rimane di fatto all asciutto. La perspirazione permane, ma è un processo lento, che diventa un fattore appunto nel caso delle ore notturne nel sacco a pelo, e in ogni caso è gestibile.


Il fatto è che tutto è sospetto di grammomania quella cosa che fa spendere 2.000 euro ad un ciclista per una bicicletta che pesa 100 grammi meno di un altra nella perfetta consapevolezza che questo non c'azzecca nulla col vincere la gara ma perché è di soddisfazione di per sé.
Si, se per 2000 euro intendi dire 20, e per 100g intendi dire 300+, EBBENE SI, CHE DIO MI SIA TESTIMONE, SONO COLPEVOLE.
 
Va bè, eccovi 2 foto come promesso DSC_0004.JPG DSC_0005.JPG
 
il filato di nylon di per sè non è impermeabile, da qui la necessità di impregnarlo di silicone o spalmarlo di poliuretano. I kway da supermercato (quelli che ho visto io) sono tutti non impregnati. Antivento, idrorepellenti, ma non vapor barrier.
Ah, giusto, t'ho detto na cazzata. Anche il mio kway è filato molto sottile ma sicuramente non trattiene il vapore.
Posto che ormai oggi si vedo "kway" che son talmente grossi di trama che finiscono col tirar dentro l' acqua.
Voglio provare ad esaminare il "kway" da ciclismo anche se a sto punto dubito che risponda alle tue rischieste

In più adesso i kway della marca kway sono prodotti da fighetti da centinaia di euro.
non male. oddio gli originali son sempre stati + cari, però siamo all' assurdo
Il funzionamento tecnico dei vbl comunque non è che l'ho inventato io l'altro giorno, si usano, anche se di nicchia. Come ho detto dipende moltissimo dalla persona, quanto sudi ecc.
Riassumendo: sono per utilizzo invernale; #effettoserra; le prese d'aria sono essenziali imo; il punto tecnico realmente importante: l'unico motivo per cui il corpo umano suda è per regolare la temperatura. Se il bilanciamento tra il freddo fuori e la sauna dentro è perfetto LA SUDORAZIONE CESSA COMPLETAMENTE e si rimane di fatto all asciutto. La perspirazione permane, ma è un processo lento, che diventa un fattore appunto nel caso delle ore notturne nel sacco a pelo, e in ogni caso è gestibile.
ah, non lo conoscevo e sinceramente non lo capisco al 100%, in pratica l' obiettivo è non perdere nemmeno un piccolissimo spiffero di aria calda dal corpo e isolare dal contatto con il sacco a pelo.
Si, se per 2000 euro intendi dire 20, e per 100g intendi dire 300+, EBBENE SI, CHE DIO MI SIA TESTIMONE, SONO COLPEVOLE.
:rofl::rofl::rofl:
 
hai provato su Amazozzon?
ad esempio questo lo danno 100% waterproof, non so se fa al caso tuo:
https://www.amazon.it/Go-Deposito-i...1_50?s=apparel&ie=UTF8&qid=1516035337&sr=1-50

è quello che intendevo, un po' più corto e sarebbe perfetto.



in pratica l' obiettivo è non perdere nemmeno un piccolissimo spiffero di aria calda dal corpo e isolare dal contatto con il sacco a pelo.
Esatto, combatte la dispersione del calore per evaporazione (le 4 dispersioni sono conduzione, convezione, radiazione, evaporazione). Ovviamente, lo ripeto, dà il meglio di sè quando fuori è sotto 0.
 
Un aggiornamento,
certo questa cosa dei vestiti non traspiranti va in contro corrente ripetto a quanto anni di marketing delle giacche stile goretex ci hanno insegnato, ma tant'è, per me va bene così.
Per chi fosse vagamente interessato, la versione corrente della mia tuta vapor barrier è questa:

Come giacca: un kway della brugi, comprato in negozio, credo sia questo: https://www.brugistoreeste.it/it/shop/uomo-kway/kway-l81a-460-1136.html. Dotato di cappuccio. Le zip ascellari possono essere fatte aggiungere da un sarto per 15 euro.

Guanti: guanti in nitrile. Simili nell'aspetto a quelli per lavare i piatti, ma il lattice dopo pochi giorni si rompe. Si comprano nei negozi di equipaggiamenti da lavoro, per il trattamento di prodotti chimici. Versione senza la fodera interna (in cotone). Costo 2 euro. Da abbinare a guanti di lana/pail.

Pantaloni: uso quelli della tuta da sudorazione decathlon. Si possono aggiungere zip ai lati (sui miei sto ancora lavorando). Per le ciaspolate, in quota, con neve fresca, vento e tutto il resto, con solo un paio di pantaloni estivi da trekking e questi, stavo da dio.

Calze: sacchetti da freezer, usando un paio di calze molto leggere a contatto con la pelle, sacchetto, e calza di lana fuori. Ormai credo che posso usare tutto l'anno scarpe estive non impermeabili.

Spero di aver fornito almeno qualche spunto interessante.
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso