Escursione Vetta settentrionale di Pizzo di Intermesoli

Parchi d'Abruzzo
  1. Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Data:14/10/2017
Partenza/arrivo :pietracamela(paese)
Dislivello:1480 mt
Km:circa16
Tempi di percorrenza:4 ore e 20 per la vetta compreso qualche breve pausa. Discesa non calcolata.
Grado di difficoltà EE e l'ultimo pezzo non saprei definirlo credo F
Difficoltà:tanto dislivello, esposizione, tratti di ghiaccio gli ultimi 200 mt e terreno veramente instabile in mezzo alle rocce del pezzo finale.
Descrizione:
Battono come tamburi le tempie, il petto pompa
veloce e la mente suda concentrata su ogni appiglio. Ogni tre passi ne perdo uno scivolando indietro e per riprendere devo liberare le punte coperte di sfasciumi. Mi volto ed il mondo appare piccino, colorato e lontano. Avvolto da rocce giganti ogni suono scompare,solo il mio ansimare e la cornacchia che gracchia provano invano a rompere un silenzio da cattedrale. Ed ecco finalmente l'agognata croce.
Sensazioni adrenaliniche e di pace si guardano sempre negli occhi nel versante teramano del Gran Sasso. Valloni profondi dove ci si sente granelli di sabbia e vette aguzze dove si diventa fari svettanti in un mare di montagna.
Ho voluto iniziare dalla fine di questa avventurosa escursione in una delle montagne più wild del Parco "dietro casa":il Pizzo di Intermesoli, o meglio, la Vetta settentrionale dello stesso. Partito da Pietracamela con due opzioni nello zaino mi sono diretto trottante verso colle dell'asino da dove avrei deciso che direzione prendere:rifugio del Monte per poi ridiscendere a Prato selva/intermesoli/Pietracamela, oppure la vetta nord di Pizzo di Intermesoli. Cuor felice il cel l'aiuta e così appena dentro il primo bosco incontro due uomini e una donna che salgono sul pizzo. Gli dico che, visto che salgono loro, anch'io vado su e che ci saremmo visti in giro perché io ho la mia strana andatura a strappi e pause. Remo, ha una grande esperienza di tutto lappennino da come ho capito, vengono dalla Maiella, e sono un po' stupiti (mi è parso) di vedermi solo con la lupa a girare per certi posti isolati. Cmq io parto più deciso che mai, leggero e rapido fino al colle dell'asino dove una prima pausa mi fa capire che tra non molto sarà da manica corta tutto il giorno.
Il sentiero da adesso sale ripido senza pause fino a sopra. Ripido nei boschi, ripido nei prati fuori bosco e ripido in mezzo ai massi :che salita ragazzi! Con gli altri è stato un continuo incrociarsi quando mi fermavo e quando ripartivo. Prima dell'ultima chiazza in piano, e da dove si erigeva l'ultimo semiverticale muro per la vetta, cominciavano alcune insidiose chiazze di ghiaccio in mezzo ai massi ed in un pezzo non aggirabile tutti abbiamo avuto molta soggezione e ripensamenti per proseguire fino in cima. All'ultima pianetta infatti ho visto il gruppetto fermarsi, ma io ormai a metà muro ho cercato di incoraggiarli spiegando che mancavano soli 10 minuti (alla fine so stati 20) dall'alto :una voce femminile echeggiava "molto di più". Salgo mani e piedi ancora un po' e loro pare stiano li ad aspettarmi, per cui l'altra vetta e quell'ultima funanbolica cresta avrei dovuto lasciarle per la prossima. Accellero perché il pensiero che mi aspettino preoccupati (ed è cosi infatti) mi mette premura, la sosta in vetta sarà brevissima, e la discesa molto, molto impegnativa. Da una parte dispiaciuto che mi aspettarsero ma da un'altra scendendo dagli sfasciumi a picco, qualcuno che guarda se succede qualcosa rincuora:Grazie Remo, Giovanni e la bionda che spero mi perdoni se non ne ricordo il nome. Il colossale Monte corvo ridimensionato, rifugio del monte grande come un sassolino, Campotosto una pozzetta turchese, le tre vette di sua maestà che spuntano dietro corno piccolo, la valle del crivellaro poco più di un giardinetto e laga come collinette:ecco la poderosa vista da quassù. E poi c'è questa ultima cresta avanti a me che porta al pizzo vero e proprio:splendida, funanbolica, quasi irreale in queste chiarissime giornate autunnali. Di ritorno al pianetto finalmente un bel the caldo e una fumata rilassano un po' la tensione accumulata e asciugano un po' tutti i sudori.La truppa riparte con la mia benedizione di non preoccuparsi che io resto ancora un po', poi li incrocero' di nuovo in discesa e all'uscita dell'altro sentiero più lungo che ho fatto al ritorno. Rinfrancato psicologicamente dalle fatiche riparto in discesa abbandonandomi alla legge di gravità e frenando pochissimo, così che ben presto, seguendo alla ceca nuovi segni e pali, mi ritrovo a scendere per un altro bosco più a nord di quello dell'andata. Giro più lungo ma meno impattante sulle giunture perché un tantino meno ripido.
Territori e ambienti veramente duri da percorrere ma dove la vista appaga sempre ogni fatica,e consiglio a tutti coloro che ne hanno la forza e allenamento per farlo:ne rimarrete veramente affascinati. Adesso basta con le parole, anche se le bellissime sensazioni di perdimento nell'ascesa, specie dalla conca del sambuco, meriterebbero un racconto a parte,come per la numerosa flotta di camosci per niente infastidito dalla nostra presenza. Con ancora lo stupore nel cuore vi posto qualche foto.
Alla prossima.

PS:avvistato un branco di almeno 50 camoscio.




IMG_20171014_134052.jpg
 

Allegati

  • IMG_20171014_091843.jpg
    IMG_20171014_091843.jpg
    233 KB · Visite: 148
  • IMG_20171014_095746.jpg
    IMG_20171014_095746.jpg
    563,4 KB · Visite: 174
  • IMG_20171014_110601.jpg
    IMG_20171014_110601.jpg
    529 KB · Visite: 148
  • IMG_20171014_113015.jpg
    IMG_20171014_113015.jpg
    195 KB · Visite: 147
  • IMG_20171014_111432.jpg
    IMG_20171014_111432.jpg
    342,3 KB · Visite: 140
  • IMG_20171014_122945.jpg
    IMG_20171014_122945.jpg
    369,4 KB · Visite: 147
  • IMG_20171014_123906.jpg
    IMG_20171014_123906.jpg
    472,9 KB · Visite: 151
  • IMG_20171014_123917.jpg
    IMG_20171014_123917.jpg
    496,6 KB · Visite: 149
  • IMG_20171014_125250.jpg
    IMG_20171014_125250.jpg
    589,2 KB · Visite: 158
  • IMG_20171014_131606.jpg
    IMG_20171014_131606.jpg
    438,6 KB · Visite: 163
  • IMG_20171014_133631.jpg
    IMG_20171014_133631.jpg
    465,4 KB · Visite: 139
  • IMG_20171014_134031.jpg
    IMG_20171014_134031.jpg
    396,2 KB · Visite: 151
  • IMG_20171014_134108.jpg
    IMG_20171014_134108.jpg
    395,5 KB · Visite: 138
  • IMG_20171014_134418.jpg
    IMG_20171014_134418.jpg
    354,9 KB · Visite: 156
  • IMG_20171014_134055.jpg
    IMG_20171014_134055.jpg
    351,6 KB · Visite: 145
  • IMG_20171014_134125.jpg
    IMG_20171014_134125.jpg
    402,1 KB · Visite: 159
  • IMG_20171014_145635.jpg
    IMG_20171014_145635.jpg
    291,4 KB · Visite: 154
  • IMG_20171014_145631.jpg
    IMG_20171014_145631.jpg
    400,5 KB · Visite: 155
  • IMG_20171014_153157.jpg
    IMG_20171014_153157.jpg
    215,5 KB · Visite: 143
  • IMG_20171014_130514.jpg
    IMG_20171014_130514.jpg
    412,5 KB · Visite: 148
Ultima modifica:
Grazie amico mio... Io come sai tutta questa spinta psicologica in alto ce l'ho molto raramente, ma ho imparato che pian piano poi le cose maturano (come il Corvo).
Complimenti per questa grandissima prova di volontà (e di forza) e sono contento che non sia stata una solitaria in senso stretto, alcune cose cose non accadono per caso e probabilmente una spinta ulteriore è stata la presenza di questi compagni estemporanei ma importanti. È anche questo il bello della montagna...
 
Vero socio. Mi spiace di non essere stato molto socievole con loro, perché Cmq psicologicamente ero partito in "assetto solitario" .Remo sta su Facebook e dice che lo conoscono tutti. Peccato non ricordo il cognome perché avrei voluto recapitare, tramite terzi, qualche foto su questa escursione. Io per i nomi sono proprio una schiappa ahimè. Grazie per le belle parole e se c'eri tu facevamo pure l'altra vetta.
 
Vero socio. Mi spiace di non essere stato molto socievole con loro, perché Cmq psicologicamente ero partito in "assetto solitario" .Remo sta su Facebook e dice che lo conoscono tutti. Peccato non ricordo il cognome perché avrei voluto recapitare, tramite terzi, qualche foto su questa escursione. Io per i nomi sono proprio una schiappa ahimè. Grazie per le belle parole e se c'eri tu facevamo pure l'altra vetta.

La faremo... O forse no... :lol: Se capisco chi è Remo vedo di mettere in contatto ;)
 
Si è un osso duro. Se non era per questo Anticiclone africano non credo sarei potuto salire in mezzo alle, già così quasi troppe, chiazze di ghiaccio in cima. Grazie
 
Vero socio. Mi spiace di non essere stato molto socievole con loro, perché Cmq psicologicamente ero partito in "assetto solitario" .Remo sta su Facebook e dice che lo conoscono tutti. Peccato non ricordo il cognome perché avrei voluto recapitare, tramite terzi, qualche foto su questa escursione. Io per i nomi sono proprio una schiappa ahimè. Grazie per le belle parole e se c'eri tu facevamo pure l'altra vetta.
Complimenti per questa uscita tosta.Allora hai conosciuto Remo Zavarella da Sulmona.Lui praticamente e' il Wikipedia dell'Abruzzo.Gli invio il link del racconto su wazzap anche se gli ho indicato il nome del sito.Un salutone
 
Complimenti per questa uscita tosta.Allora hai conosciuto Remo Zavarella da Sulmona.Lui praticamente e' il Wikipedia dell'Abruzzo.Gli invio il link del racconto su wazzap anche se gli ho indicato il nome del sito.Un salutone
Lui esatto:lol:
Persona calma e serafica. Spero che io non abbia portato troppa euforica confusione in quel trio. Giovanni era un appassionato di funghi come me e saluto pure a lui questo punto. :si:
 
Grande Leo, che escursione tosta!
Mentre salivamo insieme sul Corvo l'Intermesoli mi è sembrato davvero così severo (fra l'altro anche prima di vederlo, il solo nome mi ha sempre affascinato), quindi davvero complimenti per la salita (e per la discesa, visto che più volte ti ho detto che è quella che temo di più...:eek: ).
Complimenti anche perchè mi sembra che ultimamente stai migliorando un sacco a livello fotografico :woot:: sarà l'influenza di Ciccio che comincia a dare i suoi frutti ;) :si:
A presto.
 
Grande Leo, che escursione tosta!
Mentre salivamo insieme sul Corvo l'Intermesoli mi è sembrato davvero così severo (fra l'altro anche prima di vederlo, il solo nome mi ha sempre affascinato), quindi davvero complimenti per la salita (e per la discesa, visto che più volte ti ho detto che è quella che temo di più...:eek: ).
Complimenti anche perchè mi sembra che ultimamente stai migliorando un sacco a livello fotografico :woot:: sarà l'influenza di Ciccio che comincia a dare i suoi frutti ;) :si:
A presto.
Grazie Marco.... sarà anche il nuovo telefono ed i posti:biggrin:
Sicuramente @Ciccio74 trasmette una profonda visione delle cose
 
Complimenti @Leo da solo: hai domato la grande montagna! E una gita dal valore aggiunto notevolissimo con l'incontro del mitico Remo Zavarella.
Concordo col giudizio fotografico di @ipatton.
Grazie per le belle parole ma Addirittura domato :p!! Non credo sia Domabile il Pizzo di Intermesoli :diciamo che la fortuna ha voluto che il tempo era perfetto( forse un tantino caldo senza brezza) , la Grande montagna era predisposta, e l'incontro con qualcuno che ci era già stato, hanno Coronato quasi inaspettatamente questo desiderio. Inoltre mi manca ancora la cresta e la vetta più alta che veramente non so se riuscirò mai:ho notato che con pioggia, vento, ghiaccio o caldo torrido sarà quasi impossibile tornarci, da quella parte almeno. Diciamo che continua lavvicinamento alla mia Grande montagna,ma la fifa adesso è tutt'altro che domata, forse toccando con mano è quasi aumentata:rofl:
Il"semigemello"(per forma e vicinanza) Corvo ha una roccia molto più solida e confortante da calpestare.
 
Grazie per le belle parole ma Addirittura domato :p!! Non credo sia Domabile il Pizzo di Intermesoli :diciamo che la fortuna ha voluto che il tempo era perfetto( forse un tantino caldo senza brezza) , la Grande montagna era predisposta, e l'incontro con qualcuno che ci era già stato, hanno Coronato quasi inaspettatamente questo desiderio. Inoltre mi manca ancora la cresta e la vetta più alta che veramente non so se riuscirò mai:ho notato che con pioggia, vento, ghiaccio o caldo torrido sarà quasi impossibile tornarci, da quella parte almeno. Diciamo che continua lavvicinamento alla mia Grande montagna,ma la fifa adesso è tutt'altro che domata, forse toccando con mano è quasi aumentata:rofl:
Il"semigemello"(per forma e vicinanza) Corvo ha una roccia molto più solida e confortante da calpestare.
E' vero, il Corvo è molto più coeso. La cresta fra le due vette dell'Intermesoli non presenta alcuna difficoltà: il problema è arrivarci.
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso