Trekking Via Francigena: a piedi da Siena a Roma

Quest'anno ho percorso la via Francigena da Siena a Roma: circa 250 km a piedi, in 10 tappe.
Le prime 4 tappe, da Siena ad Acquapendente, le ho fatte consecutivamente, dormendo negli ostelli riservati ai pellegrini.
Mentre le altre tappe, vivendo a Roma, le ho fatte a tempo perso, ovvero quando avevo una giornata libera. Mi spostavo in treno/corriera fino al punto esatto dove avevo terminato la volta precedente e continuavo. Anche se alla fine ho anche allungato il percorso, per arrivare dalle fermate ad inizio tappa o viceversa, mi sono divertito ad utilizzare i mezzi pubblici per le mie escursioni.
A San Pietro sono arrivato circa un mese fa. Alcune tappe laziali, le ho fatte più di una volta, alcune in parte, altre nella loro totalità, come da Bolsena a Viterbo, la settimana scorsa insieme alle mie bambine.
Ho fatto già diversi cammini per Santiago e devo dire che ero un po' prevenuto per la Via Francigena, sia per il percorso che per gli ostelli: mi sono sbagliato totalmente.
La Via Francigena è meravigliosa, segnalata benissimo e con sentieri alquanto sicuri. Gli ostelli offrono standard di prezzo/qualità al pari di quelli spagnoli se non superiori, bisogna soltanto organizzare bene le tappe, perchè non ce ne sono moltissimi. Ma si può percorrere tutta la via fino al colle del San Bernardo, usufruendo di questo tipo di accoglienza povera.
Ero anche prevenuto sul tratto laziale, che invece si è dimostrato molto interessante dal punto di vista paesaggistico e storico.


Ora le foto divise per tappe:

Siena - Ponte d'Arbia 26 km

01.jpg
02.jpg
03.jpg
04.jpg
05.jpg


Ponte d'Arbia - San Quirico d'Orcia 26 km
06.jpg
07.jpg
08.jpg
09.jpg
10.jpg
11.jpg
12.jpg


San Quirico d'Orcia - Radicofani 33 km
questa è stata la tappa più dura, per il notevole dislivello per salire fino alla Rocca di Radicofani

13.jpg
14.jpg
15.jpg
16.jpg
17.jpg
18.jpg
19.jpg
20.jpg


Radicofani - Acquapendente 24 km
21.jpg
22.jpg
23.jpg
24.jpg


segue..
 
Acquapendente - Bolsena 22 km
25.jpg
26.jpg
27.jpg
28.jpg
29.jpg


Bolsena - Viterbo 37 km
Qui ho unito due tappe ufficiali della Via Francigena in una.
E' stata molto piacevole la sosta alle terme del Bagnaccio, tra Montefiascone e Viterbo

30.jpg
31.jpg
32.jpg
33.jpg
34.jpg
35.jpg
36.jpg
37.jpg
38.jpg
39.jpg


Viterbo - Sutri 33 km per la variante Cimina
Questa tappa permette di unire due tappe della Via Francigena: Viterbo-Vetralla-Sutri. Si passa per una bellissima faggeta sopra il lago di Vico.
E' comunque un percorso ufficiale. Sotto c'è una foto dell'Eremo di San Girolamo che si visita facedo una deviazione dalla Cima del Monte Fogliano.

41.jpg
42.jpg
43.jpg
44.jpg
45.jpg
46.jpg
47.jpg


Sutri - Campagnano 27 km
48.jpg
49.jpg
50.jpg
51.jpg
52.jpg


Campagnano - La Storta 25 km
53.jpg
54.jpg
55.jpg
56.jpg


La Storta - Roma (San Pietro) 18 km
Nell'ultima foto c'è il Testimonium, l'equivalente della Compostela per il cammino di Santiago. Si ottiene dimostrando di aver fatto a piedi almeno 100 km delle ultime tappe della Via Francigena

57.jpg
58.jpg
59.jpg
60.jpg
 
Ultima modifica:
Bella impresa. Di base anche io tendo ad essere un po' prevenuto su questa Via. Forse perché conosco le zone che attraversa qui nel Lazio e le immagino troppo antropizzate. Comunque ricordo che mi hai parlato molto bene del tratto Bolsena-Viterbo e dovrei farlo per i 50 anni di un amico a gennaio. Forse non è il mese migliore, ma ci gusteremo di più la sosta a Bagnaccio, dove non vado da una quarantina d'anni. Magari poi mi prende l'uzzolo di continuare fino a Roma copiando il tuo standard di tappe avanti e indietro.
 
Bella impresa. Di base anche io tendo ad essere un po' prevenuto su questa Via. Forse perché conosco le zone che attraversa qui nel Lazio e le immagino troppo antropizzate. Comunque ricordo che mi hai parlato molto bene del tratto Bolsena-Viterbo e dovrei farlo per i 50 anni di un amico a gennaio. Forse non è il mese migliore, ma ci gusteremo di più la sosta a Bagnaccio, dove non vado da una quarantina d'anni. Magari poi mi prende l'uzzolo di continuare fino a Roma copiando il tuo standard di tappe avanti e indietro.
In effetti più ci si avvicina a Roma e più la situazione peggiora. Ma tutto sommato fino a Sutri è alquanto accettabile. In alcuni tratti si cammina per strada, tipo da Isola Farnese fino al Raccordo Anulare, quando ci s'immette nel parco dell'Insugherata. Ma uno 'ste cose le sa da prima, ci si tappa il naso e si va avanti :).
D'altronde anche nei cammini spagnoli si cammina in periferie cittadine poco concilianti con la natura.;)
Ottimo il tratto da Bolsena a Viterbo!
Io l'ho fatto in un'unica tappa e una settimana fa in due tappe, insieme alle mie bimbe, dormendo a Montefiascone (ti consiglio di farlo anche con la tua avvezza ciurma di bambini).
Le terme di Bagnaccio le troverai molto cambiate, secondo me in meglio. Ora c'è una cooperativa che le gestisce. E' tutto più curato, pulito e le pozze sono diventate 5 o 6
 
Fantastiche foto Sandro, complimenti ;)
Anche io ho percorso qualche tappa e come te avevo in programma di partire dalla Toscana (il tuo racconto non fa altro che alimentare la voglia).
Da Roma in poi posso dirvi che la cosa peggiora parecchio sulla Francigena, verso Sud ci sono tratti inesistenti quasi o quanto meno fantasiosi.
Ed è un vero peccato perché dovrebbero investirci sopra.

La scelta di usare i mezzi pubblici oltre che "forzata" per motivi logistici e di organizzazione, è una bella alternativa anche se non è facile tra orari e tutto il resto.
Io poi che cerco sempre di portarmi dietro il cane, ho molte difficoltà e mi è capitato di dover rinunicare più volte
 
In effetti più ci si avvicina a Roma e più la situazione peggiora. Ma tutto sommato fino a Sutri è alquanto accettabile. In alcuni tratti si cammina per strada, tipo da Isola Farnese fino al Raccordo Anulare, quando ci s'immette nel parco dell'Insugherata. Ma uno 'ste cose le sa da prima, ci si tappa il naso e si va avanti :).
D'altronde anche nei cammini spagnoli si cammina in periferie cittadine poco concilianti con la natura.;)
Ottimo il tratto da Bolsena a Viterbo!
Io l'ho fatto in un'unica tappa e una settimana fa in due tappe, insieme alle mie bimbe, dormendo a Montefiascone (ti consiglio di farlo anche con la tua avvezza ciurma di bambini).
Le terme di Bagnaccio le troverai molto cambiate, secondo me in meglio. Ora c'è una cooperativa che le gestisce. E' tutto più curato, pulito e le pozze sono diventate 5 o 6
Le tue notizie mi confortano. Dovendo avere tempo per bisbocce e festeggiamenti, la lascio su due giorni, in modo da dare degno risalto alle taverne e alle pozze sulfuree
 
Fantastiche foto Sandro, complimenti ;)
Anche io ho percorso qualche tappa e come te avevo in programma di partire dalla Toscana (il tuo racconto non fa altro che alimentare la voglia).
Da Roma in poi posso dirvi che la cosa peggiora parecchio sulla Francigena, verso Sud ci sono tratti inesistenti quasi o quanto meno fantasiosi.
Ed è un vero peccato perché dovrebbero investirci sopra.

La scelta di usare i mezzi pubblici oltre che "forzata" per motivi logistici e di organizzazione, è una bella alternativa anche se non è facile tra orari e tutto il resto.
Io poi che cerco sempre di portarmi dietro il cane, ho molte difficoltà e mi è capitato di dover rinunicare più volte
In effetti la Francigena del Sud è ancora allo stato primordiale, c'è tanto da fare.
Mentre dei miei amici hanno appena concluso la Francigena da Acquapendente a Roma con due cani al seguito,
contattando anticipatamente le strutture per dormire.
 
Bellissimo trek, mi hai fatto venire voglia di farlo questa estate insieme al babbo.
Secondo te va bene per escursionisti di primo pelo o è troppo impegnativo ?
Negli ultimi anni ha messo su una buzzetta tale che non sembra molto agevole caricarlo sulle spalle !!
 
Bellissimo trek, mi hai fatto venire voglia di farlo questa estate insieme al babbo.
Secondo te va bene per escursionisti di primo pelo o è troppo impegnativo ?
Negli ultimi anni ha messo su una buzzetta tale che non sembra molto agevole caricarlo sulle spalle !!
Va benissimo, ma prima testa bene le scarpe per un chilometraggio pari a quello delle tappe.
Pensa che ho fatto un paio di tappe da 18,5 km con le mie bimbe di 10 e 11 anni.
Magari puoi dividere in due la tappa che va da San Quirico d'Orcia a Radicofani, in quanto c'è molta salita e anche tanta strada da fare.
E da Viterbo a Sutri potresti fare le tappe classiche, quindi 2 e non la variante Cimina che ho fatto io.
Evita la stagione calda
 
Ciao Mezcal è veramente complimenti per questo cammino.
Posso chiederti che scarpe e che zaino hai usato e visto che hai fatto molti cammini quali sono state le scarpe con cui ti sei trovato meglio?
 
Ciao Mezcal è veramente complimenti per questo cammino.
Posso chiederti che scarpe e che zaino hai usato e visto che hai fatto molti cammini quali sono state le scarpe con cui ti sei trovato meglio?
Ciao Lupen,
mi sono trovato benissimo con La Sportiva Wild Cat, con cui ci ho fatto il cammino Francese per Santiago e la Francigena (870+250 km) più altri tanti giri e ancora le uso.
Le scarpe sono comunque molto soggettive e non è detto che vadano bene per te. Per questo tipo di attività, consiglio di orientarti su scarpe da trail running, quindi basse, potrebbero andare bene questi tipi: La Sportiva Wildcat oppure Ultraraptor, Salomon (vari modelli), Brooks Cascadia, Asics Fujitrabuco, Adidas Kanadia.
Per lo zaino ho usato uno zaino millet da 30 litri e 800 grammi di peso.
 
Grazie Mezcal per l' ottimo reportage e le altrettanto ottime foto. Mi è venuta un po' di nostalgia poiché la Francy l'ho fatta questa estate dal San Bernardo fino a Roma in 36 giorni. Anche io ero un po' prevenuto circa la organizzazione generale del percorso, ma mi sbagliavo. Peraltro ho fatto l'intero percorso senza guida, con il solo GPS (la app dello smart). Fino a Lucca ho incontrato 9 pellegrini in tutto. A Campagnano 9 pellegrini li ho conosciuti in un colpo solo! Dovessi oggi rifarla ma avendo a disposizione metà del tempo avuto quest'anno, sceglierei senza indugio la prima parte, cioè ripartire dal San Bernardo. Senza nulla togliere alla bellezza dei luoghi che hai attraversato/ho attraversato in Toscana e Lazio... attraversare la pianura padana è stata una esperienza che mi ha trasmesso un "mood" paragonabile alla lettura dell'opera omnia di Castaneda. Ottima l'idea di fare il "pendolare" per quanto riguarda le ultime tappe. Anche io vivo a Roma e vorrei recuperare la variante Cimina che non ho fatto per stanchezza, optando per la deviazione da Vetralla.
 
Grazie Mezcal per l' ottimo reportage e le altrettanto ottime foto. Mi è venuta un po' di nostalgia poiché la Francy l'ho fatta questa estate dal San Bernardo fino a Roma in 36 giorni. Anche io ero un po' prevenuto circa la organizzazione generale del percorso, ma mi sbagliavo. Peraltro ho fatto l'intero percorso senza guida, con il solo GPS (la app dello smart). Fino a Lucca ho incontrato 9 pellegrini in tutto. A Campagnano 9 pellegrini li ho conosciuti in un colpo solo! Dovessi oggi rifarla ma avendo a disposizione metà del tempo avuto quest'anno, sceglierei senza indugio la prima parte, cioè ripartire dal San Bernardo. Senza nulla togliere alla bellezza dei luoghi che hai attraversato/ho attraversato in Toscana e Lazio... attraversare la pianura padana è stata una esperienza che mi ha trasmesso un "mood" paragonabile alla lettura dell'opera omnia di Castaneda. Ottima l'idea di fare il "pendolare" per quanto riguarda le ultime tappe. Anche io vivo a Roma e vorrei recuperare la variante Cimina che non ho fatto per stanchezza, optando per la deviazione da Vetralla.
Complimenti per la camminata!
In futuro mi piacerebbe, fare anche le tappe un po' più a Nord, vedremo.
Per quanto riguarda la variante Cimina, se ti è utile puoi trovare qui la mia traccia: http://it.wikiloc.com/wikiloc/view.do?id=13381382
Da Roma risulta abbastanza comoda, con il treno si arriva a Porta Romana e volendo, senza passare per il centro si inizia a camminare.
 
Grazie per la traccia Mezcal. In effetti mi ero ripromesso di scovarla sul web ... mi hai fatto risparmiare tempo. Due curiosità:
Quali mezzi pubblici hai preso per fare andata/ritorno e in che giorno della settimana?
Esattamente in quale periodo hai fatto la Francy? Magari ci siamo incontrati ...
Di nuovo grazie e ciao
 
Grazie per la traccia Mezcal. In effetti mi ero ripromesso di scovarla sul web ... mi hai fatto risparmiare tempo. Due curiosità:
Quali mezzi pubblici hai preso per fare andata/ritorno e in che giorno della settimana?
Esattamente in quale periodo hai fatto la Francy? Magari ci siamo incontrati ...
Di nuovo grazie e ciao
Per Viterbo il treno da Roma (ci sono varie stazioni) fino a Porta Romana. La traccia passa vicinissimo alla stazione, ma io per pignoleria sono tornato al centro di Viterbo dove avevo terminato la volta scorsa e poi ripreso per Porta Romana. (La traccia parte dal centro di Viterbo).
Da Sutri la corriera Cotral fino a Roma Saxa Rubra, poi trenino, metro, etc.
Mi ricordo che era un giorno dentro la settimana, comunque i mezzi ci dovrebbero essere anche la domenica, seppur ridotti.
Da Ronciglione a Sutri si cammina per 4/5 chilometri su una strada stretta e anche movimentata, valuta se è il caso di terminare la camminata a Ronciglione.
Ho fatto la Francigena da inizio Aprile a metà giugno circa.
 

Discussioni simili



Alto Basso