Informazione Via Francigena e campeggio libero

Salve sapienti,
mi sono appena iscritto al forum , ho 27 anni e la mia fissa con campeggio & imprese boschive ha origini lontane :biggrin:. Passerò a breve nella zona presentazioni del forum, però mi premeva chiedervi subito un parere su un progetto che mi frulla in testa e, complici due inaspettate settimane libere, potrebbe essere realizzato a breve (cioè a partire dalla settimana prossima).
Ho intenzione di percorrere un pezzo di Francigena a piedi, partendo da Milano (cioè, da Pavia) e arrivando nei dintorni di Siena. Tempo di percorrenza, prendendomela comoda, una settimana/dieci giorni. La mia idea è quella di percorrerla alternando sistemazioni di tipo pellegrinario-religioso e nottate di campeg... ehm bivacco libero :biggrin:, a seconda della situazione, del clima etc. Il problema è che, non avendola mai percorsa, non so che aspettarmi: è possibile riuscire a dormire in tenda lungo il percorso, oppure è tutto nei pressi di centri abitati o di altre situazioni sfavorevoli? La mia idea sarebbe quella di stare in tenda in zone tranquille, ma non troppo eccessivamente lontane dalla civiltà.

Ho cercato qualcosa nei forum, ma non ho trovato molto: pare che il bivacco sulla Francigena non sia nemmeno contemplato, così mi rivolgo a voi nel caso qualcuno ne sappia qualcosa :biggrin:. Ovviamente so bene di restrizioni/limitazioni legali etc., mi prendo tutte le responsabilità in questo senso.. volevo giusto capire se vale la pena appesantire lo zaino con sacco a pelo + tenda.

Ciao & Grazie,
Dario
 
Sono del parere che se ti allontani un po' dalla strada una piccola tenda puoi montarla indisturbato (quasi) dove vuoi, a patto di tirarla su la sera e di smontarla la mattina.
Comunque non conosco il tuo allenamento, ma a occhio l'itinerario da te menzionato è lungo 400 chilometri (dovresti tenere una media di 40 chilometri al giorno). Conta che, per fare un paragone, solo il tratto laziale della Francigena (da Acquapendente a Roma) richiede circa dieci giorni, ed è lungo più o meno 150 chilometri.
Secondo me stai sparando un po' alto :mumble:
 
Secondo me stai sparando un po' alto :mumble:

Grazie per la risposta ;)
Effettivamente si, quello è un tempo da marce forzate e non da camminata tranquilla.. non è detto che non ce la faccia, ma il mio obiettivo è un altro, quindi pensavo di ri-tararlo almeno sui 15-20 giorni. Per caso conosci o puoi consigliare qualche zona lungo la via in cui il campeggio libero è particolarmente favorevole? Sto cercando, per quanto possibile, di programmare le soste in cui è obbligato il passaggio in ostello e quelle in cui ho intenzione di tirare su la tenda..
 
Sono del parere che se ti allontani un po' dalla strada una piccola tenda puoi montarla indisturbato (quasi) dove vuoi, a patto di tirarla su la sera e di smontarla la mattina.
Comunque non conosco il tuo allenamento, ma a occhio l'itinerario da te menzionato è lungo 400 chilometri (dovresti tenere una media di 40 chilometri al giorno). Conta che, per fare un paragone, solo il tratto laziale della Francigena (da Acquapendente a Roma) richiede circa dieci giorni, ed è lungo più o meno 150 chilometri.
Secondo me stai sparando un po' alto :mumble:

Ciao Bobbo
Premesso che non conosco l'itinerario nel dettaglio più di tanto, ma sei sicuro delle tempistiche che proponi? Mi sembrano indubbiamente tanti 40 km al giorno, ma 15 km al giorno anche come cifra mi sembra decisamente bassa. Sarebbero meno di due km all'ora viaggiando per 8 ore.

Manuel
 
No, non sono affatto sicuro :)
Mi limito a riportare la suddivisione in tappe del sito francigenalazio.it. Le tappe sono nove, per la precisione. Immagino che la suddivisione sia stata fatta tenendo d'occhio, più che il chilometraggio, la disponibilità di alloggio alla fine di ogni giornata. Magari facendo tappe da 20 chilometri alla fine di ogni giornata ci si troverebbe in mezzo al nulla.
 
Il tratto finale che dici tu è sicuramente da fare in meno di 10 giorni calcolando che il tratto in generale è dato per 45 tappe partendo dal Gran San Bernardo.
Per il bivacco libero, considera che ci sono un sacco di ricoveri per i pellegrini che ti permettono di risparmiare a patto che richiedi la "carta del pellegrino"; altrimenti se ti sposti un po' dal sentiero non dovresti averre problemi a patto di non entrare in proprietà private o aree ristrette da divieti particolari (zone di caccia, militari ecc ecc), ovvio che rischi che ti mandino via, ma in tenda ti svegli all'alba e dovresti "scamparla"!
 
Non conosco il percorso ma ,secondo me, c'è un errore di valutazione di fondo estremamente legato all'obiettivo del trekking. Se l'obiettivo è arrivare a Siena 40 km al giorno sono fattibili ma , contando gli imprevisti, io calcolerei 30-35. Se invece c'è anche la volontà di gustarsi il tragitto il calcolo viene dimensionato radicalmente.
Questo lo dico perchè non si parla di una traversata alpina dove si cammina e ci si gusta il panorama solo alzando gli occhi ma si parla di una via antica carica di testimonianze artistico-religiose che è un peccato tralasciare già che ci si passa davanti! Parere mio ovviamente!
 
Beh, se intende dormire all'addiaccio dove capita deve considerare anche di lavarsi quando e come capita e quindi di non profumare per forza tutti i giorni (a meno che non voglia usare il sapone nei prati, ma a quel punto tanto vale che faccia il "naturalista"...), quindi credo che sarà più un trekking per le vie secondarie alla ricerca di paesaggi naturali difficilmente visibili normalmente piuttosto che la visita a chiese e a paesini...

Almeno così è quello che penserei io.
 
Salve sapienti,
mi sono appena iscritto al forum , ho 27 anni e la mia fissa con campeggio & imprese boschive ha origini lontane :biggrin:. Passerò a breve nella zona presentazioni del forum, però mi premeva chiedervi subito un parere su un progetto che mi frulla in testa e, complici due inaspettate settimane libere, potrebbe essere realizzato a breve (cioè a partire dalla settimana prossima).
Ho intenzione di percorrere un pezzo di Francigena a piedi, partendo da Milano (cioè, da Pavia) e arrivando nei dintorni di Siena. Tempo di percorrenza, prendendomela comoda, una settimana/dieci giorni. La mia idea è quella di percorrerla alternando sistemazioni di tipo pellegrinario-religioso e nottate di campeg... ehm bivacco libero :biggrin:, a seconda della situazione, del clima etc. Il problema è che, non avendola mai percorsa, non so che aspettarmi: è possibile riuscire a dormire in tenda lungo il percorso, oppure è tutto nei pressi di centri abitati o di altre situazioni sfavorevoli? La mia idea sarebbe quella di stare in tenda in zone tranquille, ma non troppo eccessivamente lontane dalla civiltà.

Ho cercato qualcosa nei forum, ma non ho trovato molto: pare che il bivacco sulla Francigena non sia nemmeno contemplato, così mi rivolgo a voi nel caso qualcuno ne sappia qualcosa :biggrin:. Ovviamente so bene di restrizioni/limitazioni legali etc., mi prendo tutte le responsabilità in questo senso.. volevo giusto capire se vale la pena appesantire lo zaino con sacco a pelo + tenda.

Ciao & Grazie,
Dario

Bellissimo progetto,
capisco le tue esigenze visto che quando si va in territori che non si conosce si rischia di sostare in posti poco raccomandati.
Conosco abbastanza bene la francigena che attraversa tutta la provincia di Siena e ti potrei consigliare qualche buon luogo dove potresti fermarti a montare una tenda vicino alla civiltà ma lontano dai posti dove ti potrebbero disturbare.
Ovviamente vale il consiglio che ti è stato dato più su, montare la sera smontare la mattina!
 
Ciao, posso chiederti che cosa intendi con "posti dove ti potrebbero disturbare" o "posti poco raccomandabili"?
Intendi che non ti rompano le scatole per esempio vigilanti vari o che in Italia centrale ci sia qualche strano pericolo naturale?
 
Ciao, posso chiederti che cosa intendi con "posti dove ti potrebbero disturbare" o "posti poco raccomandabili"?
Intendi che non ti rompano le scatole per esempio vigilanti vari o che in Italia centrale ci sia qualche strano pericolo naturale?

Se chiedi a me ci tengo a precisare che gli unici animali in natura di cui ho paura sono i mammiferi a 2 zampe e quindi con "posti dove ti potrebbero disturbare" o "posti poco raccomandabili" intendo lontani da posti dove potrebbero esserci cacciate, passaggi di crossisti o di fuoristradisti, posti dove ci sono ritrovi di persone non raccomandabili (leggesi drogati & Co.).
Tutto qui
 
Riapro questa vecchia discussione, iniziando col dire che l'anno scorso non sono riuscito a partire a causa dell'ondata di caldo che ha investito l'Agosto 2013.. ora mi sembra che questo problema non ci sia :D, quindi ho deciso di riprovare il viaggio in versione "mini", da Pontremoli a Lucca (e oltre, se ho ancora voglia) in mtb e principalmente campeggio libero. Non conoscevo la zona dal punto di vista campeggistico e non la conosco neanche ora, quindi mi sentirei di rinnovare la domanda: qualcuno conosce qualche punto particolarmente favorevole, dove bivaccare tra Liguria e Toscana del nord, lungo il percorso della Francigena? Inoltre io conto di partire verso il 15 settembre e metterci un 5 giorni, se qualcuno si trova sulla stessa strada in quei giorni e vuole condividere un pezzo di strada è certamente bene accetto.
Grazie ragazzi :biggrin:
Dario
 
Corso di Orientamento
Alto Basso