Trekking Via Francigena Vetralla–Sutri–Campagnano

Via Francigena Vetralla-Sutri-Campagnano di Roma
Quota
480 m
Data 21-22 aprile 2018
Sentiero segnato
Dislivello in salita 498 m
Dislivello in discesa 603 m
Distanza 50,69 km
Tempo totale 14:21 h
Tempo di marcia 12:36 h
Descrizione Vetralla – Sutri (8:00 h, +236 m, -326 m, 24,24 km): dalla stazione ferroviaria di Vetralla (398 m) per il Casale delle Capannacce e la chiesetta della Madonna di Loreto (469 m, +1 h), le Torri di Orlando (467 m, +22 min.), Capranica (373 m, +1,30 h), la Fonte della Tortala (344 m, +1 h) e Sutri (291 m, +1,14 h), con visita del Parco Archeologico (+1,45 h). Percorso piacevole su strade, carrarecce e sentiero.
Sutri – Campagnano di Roma (6:21 h, +262 m, -277 m, 26,45 km): da Sutri (291 m) per Monterosi (276 m, +2,30 h), le Cascate di Monte Gelato (161 m, +1,45 h) e Campagnano di Roma (270 m, +1,30 h). Percorso monotono su strade e carrarecce.
https://www.montinvisibili.it/Via-Francigena-42-43
 

Allegati

Mi piace molto la Tuscia Meridionale in tutte le sue declinazioni, peccato che per valorizzarla ci si sia agganciati ad una idea così poco identitaria come "via Francigena", del tutto aliena all' identità locale e quindo poco o niente attrattiva proprio per quegli europei che si sperava di far venire qui in massa a camminare.

Grazie per la condivisione che è anche un po' un impegno a documentarla... :)
 
Sempre bellissimi giri.Ti volevo chiedere se la maggior parte del percorso fosse ciclabile? Grazie.
non ricordo se in quel tratto la francigena a piedi (quella rossa) coincide con la deviazione per la bici (azzurra), mi pare di si.
Nel caso quella per la bici e una passeggiata, se non ricordo male c'è solo uno strappetto ad ingresso di campagnano. Anche al contrario è godibile.
 
Sempre bellissimi giri.Ti volevo chiedere se la maggior parte del percorso fosse ciclabile? Grazie.
Dal tratto che ho seguito io finora (Bolsena - Campagnano) mi sono fatto l'idea che la Francigena sia soprattutto un percorso ciclabile, snodandosi per lo più su una combinazione di strade sterrate e asfaltate. Nel tratto in questione c'è però una parte dopo Capranica nel Fosso di Mazzano che utilizza un sentiero non ciclabile per la presenza di vetusti ponticelli in legno, fango e alberi caduti.
Comunque sono segnate le apposite deviazioni per chi la percorra in bici.
http://www.viafrancigena.bike/it/
 
Generalmente è così, addirittura dal nord fino al lazio è percorribile in bici da corsa, poi ci vuole un carrarmato, non solo per le strade, tutto è a decadere purtroppo.
Della Francigena originale penso ormai sia rimasto poco, se non alcuni tratti storici, il resto sono collage di strade secondarie e viuzze.
Spesso il cammino a piedi e quello ciclabile coincidono, ma alcuni tratti, come il passo della Cisa, differiscono. Anche se scorre quasi parallelo, di districa per bosco su single track, inagibile per bici da turismo.
Bisogna pensare che il "cammino ciclabile" , quello segnalato con logo azzurro, e pensato per lo slowturing. Bici cariche da turismo con borse e portapacchi, ruote scorrevoli e alla portata di tutti. Classico cicloturismo insomma.
 
non ricordo se in quel tratto la francigena a piedi (quella rossa) coincide con la deviazione per la bici (azzurra), mi pare di si.
Nel caso quella per la bici e una passeggiata, se non ricordo male c'è solo uno strappetto ad ingresso di campagnano. Anche al contrario è godibile.
Grazie amico quanto prima ci vado e faccio sapere.
 
Dal tratto che ho seguito io finora (Bolsena - Campagnano) mi sono fatto l'idea che la Francigena sia soprattutto un percorso ciclabile, snodandosi per lo più su una combinazione di strade sterrate e asfaltate. Nel tratto in questione c'è però una parte dopo Capranica nel Fosso di Mazzano che utilizza un sentiero non ciclabile per la presenza di vetusti ponticelli in legno, fango e alberi caduti.
Comunque sono segnate le apposite deviazioni per chi la percorra in bici.
http://www.viafrancigena.bike/it/
Grazie Monti,se pure c'è qualche tratto da fare a piedi non c'è problema.
 
salve a tutti, sono nuovo ma mi sono presentato. La scorsa estate ho fatto i primi 500 km della Francigena, dal San Gottardo a Camaiore. Quest'estate farò la seconda metà. Problemi di tempo ci vanno circa 18 giorni a tratta. La prima parte è poco ciclabile, ovvero la Val D'Aosta non lo è , infatti i percorsi ( bici e pedonale) sono separati. Poi scendendo nella Serra di Ivrea lo diventa senza problemi, con alcune interruzioni tra l'Emilia e la Toscana al valico degli Appennini, e mi pare un pezzo dopo Piacenza. Questo significa che ci sono le apposite deviazioni alternative per i ciclisti. In realtà il percorso mantiene molte parti del percorso originale di Sigerico, con passaggi davvero antichi e suggestivi, ed è sufficientemente ben servito. Comincia ad essere anche un pò frequentato, pare più di 6000 persone lo scorso anno, con tappe mediamente fattibili ed alcune impegnative. Dopo agosto saprò che succede da Camaiore in giù! Ultima nota, mi ha sorpreso realizzare che anche a livello di costi poco si discosta da Santiago, che ho percorso due volte. Buona notizia
 
E' curiosa questa fissazione che hanno a Sutri per il paladino Orlando.Infatti ci sono molti toponimi con quel nome:le querce d'Orlando,le torri d'Orlando la grotta di Orlando, ricordo pure una libreria a Sutri che si chiamava lo Scaffale di Orlando! In una via del borgo antico c'è pure un foro nel muro che si dice sia stato causato proprio da Orlando che si era fermato lì per un bisognino "liquido" ed essendo un uomo poderoso il getto aveva bucato il muro.Comunque pare che la madre Berta,sorella di Carlo Magno lo abbia dato alla luce proprio a Sutri.Non vedo l'ora di rifare questo giro!
 
E' curiosa questa fissazione che hanno a Sutri per il paladino Orlando.Infatti ci sono molti toponimi con quel nome:le querce d'Orlando,le torri d'Orlando la grotta di Orlando, ricordo pure una libreria a Sutri che si chiamava lo Scaffale di Orlando! In una via del borgo antico c'è pure un foro nel muro che si dice sia stato causato proprio da Orlando che si era fermato lì per un bisognino "liquido" ed essendo un uomo poderoso il getto aveva bucato il muro.Comunque pare che la madre Berta,sorella di Carlo Magno lo abbia dato alla luce proprio a Sutri.Non vedo l'ora di rifare questo giro!
Delle poche tappe laziali che ho percorso, la Vetralla - Sutri è la più varia e piacevole.
 
Ciao @rev , grazie della condivisione. Ti vedo ferrato in materia, sicuramente più organizzato di me, vorrei approfittare per chiederti delle cose.

Io l'ho fatta da Pavia, però in bici, partendo dalla val Brembana mi sembrava
il primo tratto utile. Siccome la parte dopo la pianura padana mi e piaciuta vorrei Rifarla ma in bici da corsa. Non penso mi prenderà più di 5 giorni. Mi chiedevo se quel tratto mancante (dal San bernardo giusto?) valga la pena farlo in bici. Parlo a livello di paesaggi ecc... Non mi interessa completare il cammino in maniera integrale per capirci.
Perché se e cosi posso pure pensare di sacrificare 1 giorno e rifare la pianura padana (scusate ma non mi è piaciuta proprio).

Quando dici completare, intendi fino a Roma o oltre? Perché la parte oltre mi intriga molto. Fino a Bari giusto?
Ma vorrei capire a che tipo di terreno si va incontro.

Hai notato che ci sono una miriade di altre segnalazioni lungo il cammino, tipo l'adesivo bianco con la scritta Jerusalem way, fra i più persistenti. Sai nulla al riguardo?

Grazie
 
Ultima modifica:
ciao! Dunque, i primi 5 giorni sono molto differenti; intendo i percorsi. Conta che la strada originaria passava ovviamente per il fondovalle, che era la carrabile, quella ove oggi passano l'autostrada e la statale. Ma la via Francigena pedonale viaggia a mezza costa, sentierini e mulattiere, ridiscendendo a valle ad ogni fine tappa per trovare posti ove dormire. Suggestiva ed anche impegnativa, ma non è il percorso originale. Per le bici è sicuramente impraticabile, quindi non so esattamente ove passino. Pare che in buona parte si costeggi la Dora

http://www.viefrancigene.org/it/resource/statictrack/da-aosta-a-verres-tappa-02-in-bici/

Uscendo dalla Val D'aosta il percorso cambia, ed è quasi tutto transitabile per le MTB. Ti confesso che, nonostante la bellezza della Val D'Aosta, non è comunque la parte più suggestiva dei primi 500 km che io ho percorso, ed è anche la più cara. Molto bello il tratto a partire da Pont St Martin in poi. Sino a Viverone per capirci. Poi il tratto Emiliano Piacentino, anche se durante il percorso scopri città bellissime e misconociute dal turismo, come Fidenza. Meno belle le tre tappe su lungomare della Versilia, molto noiose e trafficate. A luglio ripartirò da Camaiore e so che da lì la "scenografia " cambia. E il percorso è in buona parte condiviso.
 
Io arriverò sino a Roma, ma poi volendo continua sino in Puglia. E più o meno il percorso originario per l'imbarco alle Crociate, ma meno frequentato e segnalato. Troverai molti segnali, di differenti organizzazioni, ma quelli "via Francigena" con il pellegrino stilizzato su fondo giallo sono molto presenti e visibili e
http://www.viefrancigene.org/it/segnaletica/
Conta che a piedi ci vanno almeno 35 giorni, più l'avvicinamento. Per questo l'ho diviso in due tappe. problemi di tempo. In bici direi che si possono percorrere circa 3 tappe al giorni quindi penso in due settimane si possa fare tutto.
 
ciao . In bici pochissima, solo MTB amatoriale. Io tutti i cammini li faccio a piedi. Compresa la Francigena! Per questo ti ho dato informazioni sommarie, raccolte dai cicloturisti che ho incontrato durante la strada. Anche a Santiago la media faceva, in bici, 3 tappe al giorno. Circa 80 km. Di più non si dirti. Ho solo visto che spesso il percorso pedonale e quello ciclo coincidevano, ed altre volte no.
 
Ok to ringrazio davvero.
Posso chiederti sul pezzo iniziale come mai lo reputi impraticabile?
Ci sono gradoni, è una mulattiera in salita.... O magari è una discesa molto tecnica (si sa mai il dislivello è tutto in negativon) che però con una MTB e la giusta padronanza può essere fatta, ma con qualche pezzo a spinta.
Grazie
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso