Informazione Viaggio a piedi e con mezzi pubblici per l'Europa

Ciao a tutti, mi chiamo Filippo e sono di Perugia.
E' la prima volta che scrivo in un forum e non ho nemmeno ben capito come funzioni.... infatti avevo sbagliato sezione ^^'
Vi scrivo, come avrete intuito dal titolo, per il viaggio che sto per compiere in giro per l'Europa, gli spostamenti saranno prevalentemente fatti a piedi, solo in caso di eccessiva stanchezza mi sposterò con mezzi pubblici, tipo Flixbus o BlaBla Car ecc.
Per il pernotto se riesco vorrei usufruirmi del couchsurfing in caso contrario sarò munito di tenda monoposto e sacco a pelo, se le condizioni climatiche fossero estreme anche albergo, per il cibo mi porterò dietro scorte a lunga deperibilità che riacquisterò durante il percorso, in caso non riesca a ricomprarle mi adatterò con i fast food.
Fin qui tutto bene il problema è che sono un neofita di questo genere di viaggi e non ho ne l'attrezzatura (che acquisterò a breve e pertanto accetto consigli su cosa devo comprare) ne la minima idea di come si faccia, e quindi mi affido alle vostre esperienze e ai vostri consigli.
Dimenticavo una cosa importante, la data di partenza sarà inizi dicembre e il mio viaggio comprenderà le seguenti tappe o almeno ci proverò..... (Italia, Svizzera, Germania, Danimarca, Svezia).
Tendo a precisare che non è uno scherzo quindi ogni consiglio o commento saranno ben accetti.
Grazie in anticipo.
 

Ciao,
fermo restando che non sono un esperto di attrezzatura, ho smesso da anni di seguire le novità delle varie case e che alcuni termini, come couchsurfing non so' neanche cosa voglia dire, per cui sono l'ultimo che può darti consigli, credo che dovresti fornire ulteriori informazioni ...... non me ne volere :)

Per fare quello che vorresti avresti bisogno di:
  • zaino
  • sacco a pelo
  • materassino
  • tenda
  • fornellino (gas/alcool/multifuel)
  • gavetta e pentolame vario
  • vestiario
  • scarponi
  • scarpe
  • illuminazione
  • gps e affini
  • cibarie
  • acqua ed eventuale trattamento
  • fonti di energia (power bank, caricabatterie solari ect)
  • primo soccorso ad uso personale
  • varie ed eventuali :)
cosa hai già e su cosa cerchi suggerimenti, consigli, opinioni ect ect ?

Inoltre, viaggerai solo in contesti urbani o anche montani ?

Ciao :si:, Gianluca
 
Secondo me il problema principale che incontrerai consisterà nell'alto costo della vita in tutti i paesi che intendi attraversare: cibo, trasporto pubblico, pernottamenti metteranno a dura prova il tuo budget, che mi auguro "cospicuo", anche il clima invernale non sarà precisamente un tuo alleato.
Per il resto si tratta di paesi a consolidatat tradizione di turismo e quindi non immagino difficoltà sul campo.
 
Durante il viaggio cercherò di restare in zone abitate data la mia scarsa conoscenza di escursionismo .
Le informazioni di cui ho bisogno sono più che altro su quanta roba devo comprare, indumenti, alimenti e quali posso essere i problemi nei quali posso imbattermi durante il viaggio tipo (se non trovo dove dormire e sono - 20° come sopravvivo).
Per i soldi ne sono al corrente che i paesi dove vado sono alquanto cari infatti cercherò di starci attento, sfruttando il più possibile il couchsurfing e i supermarket.
Grazie per la disponibilità.
 
Così su due piedi mi preoccuperei molto, moltissimo, del peso del tuo zaino e delle scarpe nuove se già non ne hai.
Se incontrerai neve inoltre (cosa probabile direi) l'itinerario potrebbe essere piuttosto forzato e magari rischi di finire su strade che di escursionistico hanno ben poco.
 
Le scarpe le prendo in settimana insieme a tutta l'altra roba. Il peso in effetti un po mi spaventa comunque se dovesse essere eccessivo rallentro' i ritmi di modo da non affaticarmi troppo, per fortuna non ho termini di arrivo posso metterci tutto il tempo che voglio. Per la neve sono d'accordo comunque se mi trovo in strade non da escursione non è un problema aspetto giornate migliori.
Il mio è un viaggio difficile ci credo e per questo vi ringrazio per il vostro aiuto.
 
Sinceramente la mia più grossa perplessità è nel dormire, cioè fino a quando è in una qualche struttura ..... ok, nulla da dire, nel senso che sia un albergo piuttosto che un ostello è comunque un qualcosa con quattro mura, pensare di dormire in una città, cioè in un contesto urbano, al di fuori di un qualcosa di solido con semplicemente un sacco a pelo mi lascia, ripeto, molto perplesso. Leggo fin troppo spesso di atti vandalici nei confronti di barboni, che non vuol dire che ti equipari ad essi ma ai fini pratici, cioè visto dal di fuori, è facile equipararti.

Ciao :si:, Gianluca
 
Grazie per il consiglio Gianluca. Ma come dicevo cercherò in tutti i modi di evitare di dormire in città in qualche vicolo, più che altro dato che parto in pieno inverno. . . .
Spero di trovare sempre dove dormire che sia couchsurfing, ostello o se proprio devo un albergo.
La tenda e il sacco a pelo li tengo come ultima spiaggia .
 
Non fraintendermi, per "forma mentis" tendo a vedere più i lati negativi che quelli positivi, purtroppo, o per fortuna, è una caratteristica che deriva dalla mia formazione lavorativa ma non è mia intenzione "smontare" nulla, detto questo ......
La tenda e il sacco a pelo li tengo come ultima spiaggia .
Siamo in Svezia (bel paese, ci sono stato tanti anni fa) al nord puoi raggiungere, a gennaio, temperature minime sull'ordine dei -30°C e al sud sull'ordine dei -10/-12°C. Un sacco a pelo con una temperatura comfort di -15°C (indicativamente) credo che non pesi meno di due chili, una tenda monoposto sarà sul chilo e mezzo a cui si deve aggiungere un materassino altro mezzo chilo. Totale 4 chili, secondo me non sono pochi da portarsi in giro per tutta l'europa nell'ottica di "ultima spiaggia".

Non ti consiglio di non portarti la tenda, questa dev'essere una tua scelta :) non mi permetterei mai, però ho la sensazione che dovrai fare una scelta oculata onde evitare di arrivare a pesi complessivi notevoli.

Ciao :si:, Gianluca
 
Non hai nulla di cui scusarti anzi meglio valutare tutti i possibili scenari negativi e per questo ti ringrazio per i preziosi consigli che mi stai dando. Il "problema" tenda me lo ero già posto in precedenza, più che altro per via dell'ingombro e del peso, ma ritenevo che in caso di estrema necessità avrebbe potuto salvarmi la vita averla.
Ma ho anche considerato il fatto che raramente mi sposerò in zone non abitate quindi spero che almeno qualcuno una stalla dove ficcarmi ci sia.
 
Avrai senz'altro i tuoi buonissimi motivi per partire d'inverno e per di più andando verso nord,ma allora devi tenere in debito conto il fattore freddo e,a mio parere,escludere di dormire all'aperto,come ti ha gia' consigliato znnglc. Poi non ho capito che tipo di strade vuoi percorrere:asfaltate,secondarie,campestri,sentieri ... Perche' a seconda del percorso scelto puoi essere piu' o meno sicuro di trovare ogni sera un paese,citta',villaggio per trovare da mangiare e dormire. Tieni conto che se dormi in strutture non e' detto che sia garantito il fatto di trovare sempre posto, chi fa questo tipo di viaggi in stagione turistica ha gia' tutto prenotato con largo anticipo,in bassa stagione probabilmente e' piu' facile,ma se non trovi posto che fai???
Di solito chi fa questo tipo di viaggi fa prima un accurato lavoro di programmazione del percorso,individuando i posti tappa,poi ovviamente ci sono gli imprevisti e allora la tenda risolve,ma d'inverno in Germania fa freddo....
Non ci hai detto che esperienze precedenti hai,se parti da zero o se hai gia' fatto qualcosa del genere.....non mi e' chiarissimo il tipo di viaggio-esperienza che hai in testa....
 
Ultima modifica:
Il motivo della mia partenza è complicato. . . . . Come pure il motivo che mi spinge ad arrischiarmi andando verso nord in pieno inverno . . . . .
Sinceramente non ho idea di che strade incontrerò sicuramente farò in modo di restare sempre su strade principali e di sopportarmi da una città all'altra calcolando i tempi di percorrenza.
Ma come correttamente mi stai facendo notare e se poi non trovi dove dormire? ?
Questa è una delle mie più grandi paure. Dato che in quelle zone è impossibile campeggiare.
Per rassicurarvi posso dirvi che se vedo le brutte prendo e faccio inversione di marcia direzione casa.
Non parto sprovveduto, conosco i miei limiti e so benissimo che non ho mai fatto cose del genere e quindi non sono nemmeno allenato, probabilmente per me sarà già un'impresa arrivare in Svizzera figuriamoci in Svezia.
Si posso sembrarvi matto nel voler fare questa mattata ma ci sono momenti nella vita in cui uno sa che deve fare determinate cose e per me questa è una di quelle cose.
Ed è per questo che sto chiedendo a voi che di esperienza ne avete.
Logico che per voi è impossibile potermi dare dei consigli non sapendo come ho impostato il mio viaggio il problema è che non ho impostato il viaggio.
Non ho nemmeno idea di quanti chilometri riesco a percorrere con uno zaino a pieno carico (che per la cronaca non ho idea di quanto possa pesare) cerco di adattarmi come posso, valuto giorno per giorno, un giorno cammino il giorno dopo se sono stanco prendo il treno, so che per l'ora di sera arrivo in questa città comincio a muovermi per trovare dove pernottare, e così via fino a dove riesco. Ad una certa non ce la faccio più aereo solo andata fino a casa e una grande lezione imparata.
Grazie a tutti per la pazienza.
 
Certo è che per fare un viaggio del genere servono molti soldi.
Non oso pensare quanto ti possa costare una singola in Svezia o in Danimarca... ma saranno pure affaracci tuoi, magari sei il figlio di qualche Agnelli :).
Hai pensato di seguire qualche via di cammino già esistente?
Tipo la Via Francigena e il Cammino di Santiago?
Da Roma a Santiago sono circa 2700 km che puoi fare tutti a piedi in percorsi sicuri e lontano dalle strade principali.
Ma la cosa più importante è che potresti dormire sempre nelle strutture riservate ai pellegrini, spendendo la media di 10 euro al giorno. Quindi niente tenda.
In 4 mesi ce la fai con calma.
 
Ciao Filippo
Personalmente io ridimensionerei il tutto prendendo delle decisioni fin da subito, anche se mi rendo conto essere sicuramente difficile.

Ad esempio, la tenda ed il sacco a pelo invernale pesano, quindi se te li porti dietro deve essere sicuramente perché li usi tutti i giorni e non perché forse, potrebbe darsi che magari ti servono. Considera che d'estate in quei luoghi capita di trovare al mattino la tenda bagnata di rugiada, immagino che d'inverno la cosa sia anche peggio, quindi il rischio è che tu ti debba poi portare dietro una tenda sempre bagnata, che finirà per bagnare completamente tutta la tua attrezzatura.
Stessa cosa per il discorso del cibo e di conseguenza del pentolame e fornelli; se li porti è perché hai previsto di essere in mezzo al nulla e di non avere alternative, perché viaggiare anche con il solo mangiare per 5gg sulle spalle non è cosa da poco. Considera inoltre che se passi per grandi città, non è che tu ti possa mettere a cucinare nel parco ;)

Personalmente io quindi per rendere più godibile il tutto mi comporterei così:
- dormirei solo con il couchsurfing o con bed and breakfast piuttosto che in ostelli della gioventù; in questo modo ti basterà avere con te un sacco a pelo estivo e basta.
- mangerei la colazione calda possibilmente da chi mi ha fatto dormire (sia presso "l'offritore" del divano piuttosto che nel bed and breakfast) ed al limite in un "bar", cercando di adattarmi quanto più possibile sempre alle abitudini alimentari locali. Ad esempio io a Londra, da sprovveduto, per mangiare a colazione un cappuccino ed un muffin ho speso anche 11 sterline, quando con meno di 8 avrei potuto mangiare eggs and bacon, con il pane tostato ed i fagioli. Questo poi vuol dire che con il cappuccino ed il muffin alle 13.00 hai fame, mentre con la colazione "indigena" si riesce tranquillamente a tirare senza problemi fino alla cena. Il pranzo se hai fame ti fermi ad un supermercato e prendi quello che vuoi, mentre alla sera ti fermi in un ristorante alla buona, dove con il tempo e la pratica riuscirai ad escludere subito quelli cari da quelli abbordabili.
- non porterei gps o altro, ma sfrutterei quanto più possibile il telefonino e la connessione internet per la pianificazione del tutto. Quindi meno peso. Alla sera, prima della cena partirei con il telefonino per la prenotazione del pernotto del giorno dopo.
- cercherei quanto più possibile di seguire i ritmi dei locali; in Germania ad esempio, al di fuori delle grandi città, mangiare dopo le 18.30 o cercare da dormire in un camping diventa un problema. Molto meglio quindi alzarsi all'alba e terminare la camminata prima della chiusura dei negozi.
- cercherei di lavare quanto più possibile il mio vestiario e la mia biancheria, in modo da permettermi di portare meno cose.

Organizzando il tutto secondo questi criteri ti sarà sicuramente possibile avere uno zaino non immenso e goderti a pieno il viaggio.

Ti prego di non prendere a male questi miei suggerimenti, in quanto a mio giudizio sarà proprio l'impostazione del viaggio ad essere la cosa più difficile da fare che il viaggio stesso.
Buona fortuna
 
Ultima modifica:
Si posso sembrarvi matto nel voler fare questa mattata ma ci sono momenti nella vita in cui uno sa che deve fare determinate cose e per me questa è una di quelle cose.
Il problema non è tanto questo, nel senso che sono affari tuoi :), le motivazioni possono essere le più nobili o astruse ma alla fine sono le tue e se vanno bene a te vanno, almeno per me, bene per tutti visto che hai detto di essere consapevole dei rischi che potresti incorrere.

Il problema è nella complessità del tuo progetto che è sicuramente fattibile ma non alla portata di tutti e certe scelte, per rendere il tutto più facilmente fattibile, sono complicate anche solo da consigliare non avendo davanti la persona o solo qualche post.

Ciao :si:, Gianluca
 
Certo è che per fare un viaggio del genere servono molti soldi.
Non oso pensare quanto ti possa costare una singola in Svezia o in Danimarca... ma saranno pure affaracci tuoi, magari sei il figlio di qualche Agnelli :).
Hai pensato di seguire qualche via di cammino già esistente?
Tipo la Via Francigena e il Cammino di Santiago?
Da Roma a Santiago sono circa 2700 km che puoi fare tutti a piedi in percorsi sicuri e lontano dalle strade principali.
Ma la cosa più importante è che potresti dormire sempre nelle strutture riservate ai pellegrini, spendendo la media di 10 euro al giorno. Quindi niente tenda.
In 4 mesi ce la fai con calma.
Già in diversi mi hanno parlato di questo Cammino di Santiago ed è una cosa che potrebbe interessarmi, fino ad un certo punto, dato che la mia meta non è la Spagna ma la Svezia.
Tutto sarebbe piu semplice facendo un cammino già pronto e nulla mi vieta di farlo se vedo le brutte, anche se realmente non ho idea di come funzioni.
 
Già in diversi mi hanno parlato di questo Cammino di Santiago ed è una cosa che potrebbe interessarmi, fino ad un certo punto, dato che la mia meta non è la Spagna ma la Svezia.
Tutto sarebbe piu semplice facendo un cammino già pronto e nulla mi vieta di farlo se vedo le brutte, anche se realmente non ho idea di come funzioni.

Sul cammino di Santiago, qui e qui puoi trovare tutte le info di cui necessiti, e mi permetto di dire che tale percorso è percorribile in sicurezza tutto l'anno.
 
sinceramente ti consiglio di fare prima esperienze simili ma più corte e modeste, anche per permettere al tuo corpo di prendere confidenza col camminare tutti i giorni, legamenti e muscoli se non allenati si traumatizzano fin troppo velocemente.
anche come materiale mi pare che tu sia carente, non hai neppure le scarpe e soprattutto non hai idea se quelle che acquisterai dopo 5 chilometri ti faranno venire le bolle e le vesciche.
quindi allenamento e conoscenza dei materiali, io fossi in te utilizzerei quest'inverno per la dovuta esperienza, poi il prossimo anno ecco che puoi partire per la tua avventura.
capisco il desiderio di fare, ma non bruciare le tappe, anzi, assaporarle lentamente, non c'è nulla di peggio che perdere qualsiasi interesse col trekking solo per essere partiti col piede sbagliato.

poi magari che so, sei un maratoneta vissuto sempre in alaska e quindi stò parlando del nulla :lol:
 
Assolutamente no, visto che parte dalla Francia in direzione Santiago de Compostela.

Secondo me ti conviene muoverti su strade provinciali/regionali. Google maps in questo può darti una mano.
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto