Viaggio/avventura di 164 km in mtb!

Salve a tutti ragazzi sono un ragazzo di 20 anni dalla provincia di Varese, e vorrei chiedervi qualche informazione/consiglio. Dunque sono molto legato ai miei parenti della provincia di Torino (nonni e zii) con cui ho passato l'infanzia, e per vari motivi io e i miei genitori ci siamo trasferiti qui a Varese. Ci vediamo raramente, esempio festività/compleanni, e quindi mi stava venendo in mente di "andare all'avventura" andando a trovarli in un modo diverso dal solito. Dunque premetto di esserci già andato in treno una volta, e non dispongo di una macchina mia, quindi vorrei tentare questa bella impresa di 164 km. Ho usato differenti siti per calcolare gli itinerari, ma Google Maps e Mappe di Apple non presentano l'opzione "bicletta", ad eccezione del sito michelin.it che mi "dice" che il tragitto Provincia di Varese/Provincia di Torino è di 164 km. E' ovvio che non sarei mai in grado di fare tutti quei kilometri in una "botta" sola per il mio basso livello di preparazione, quindi contavo di fermarmi (ovviamente programmando PRIMA di partire trovando ostelli a poco prezzo) al massimo 1 o 2 notti in relazione alla mia stanchezza, per il cibo mi porterei qualche cosa nello zaino oltre ai vestiti,telefono,carica batterie..insomma il minimo indispensabile, tenendo conto che poi finito il periodo di "vacanza" verrebbero i miei genitori a prendermi, quindi non ho il problema del ritorno. Quindi vi chiedo: secondo voi conviene più allenarmi per percorrere in mtb 164 km in una botta (quanto potrei metterci?) oppure farne la metà, ossia 82?
Perchè nel caso mi fermassi a 82 km ci sarebbe la soluzione di fermarmi a Santhià presso un'ostello che mi costerebbe 5€ per una notte per poi ripartire di buon mattino il giorno dopo. COME potrei allenarmi sapendo che vorrei partire all'avventura in estate, nel mese di luglio o agosto? Tenendo conto che abito vicino al lago di Varese il cui giro completo è di circa 26 km.

In ultimo luogo volevo chiedervi se mi consigliate di prendere non so, un paio di kit per sostituire un eventuale ruota bucata se ce ne sono di economici magari online?
 
missa non hai abbastanza tempo di preparazione rinvia tutto all estate dopo...per fare 160 km il minimo ti devi prepare 3 o 4 anni prima...
un allenamento che pratico spesso molto efficace e' girare su me stesso con un mattone in mano...

scherzi a parte senza allenamento e senza bagaglio si possono fare tranquillamente 50 km in un giorno...prendi un contachilometri,la bici e vai a farti un giro, dovresti capirlo da solo quanta sia la tua resistenza... ma immagino che se ti prepari fai piu km in allenamento che per il "viaggio" stesso...

cmq in quella zona puoi passare attraverso il parco del ticino che e' tutta ciclopista
 
Tieni anche conto che una volta partito, avrai un obiettivo da raggiungere, perciò la tua mente sarà in grado di trovare le risorse per portare a termine il compito. Secondo me ce la puoi fare tranquillamente a patto però di programmare bene tutto e di allenarti. Soprattutto a stare in sella molte ore consecutive. Infatti sarà d'obbligo un pantaloncino da ciclista. Ottimo l'uso del contakm per allenarti come ben suggerisce daniele87.
Indispensabile partire con un kit riparazione foratura (ne trovi in ogni negozio di biciclette o al decathlon, ma deca c'è solo a Saronno o Rescaldina).
Un ciclista ben allenato 180 li riesce a fare in un giorno. Per me 40 km sono già tanta roba.
Come allenarti? Inizia a fare km un po' per volta. Per esempio: 1 giro del lago ogni 2 o 3 gg. 1 giro del lago tutti i giorni. 2 giri del lago ogni 2 o 3 gg. 2 giri del lago tutti i gg. Varia il percorso per non annoiarti e inserisci un po' di salite.
Nell'arco di un paio di mesi dovresti essere pronto.
 
Come equipaggiamento assolutamente ti consiglio:
pantaloncini da ciclista
cappello contro l'insolazione (visto il periodo) e casco
occhiali di protezione
idratazione (acqua o integratori)
kit riparazione forature
carta stradale

secondariamente consigliato:
giubbetto alta visibilità (o comunque abbigliamento molto visibile)
scarpe e pedali da ciclista (quelli che si bloccano automaticamente)
 
Capisco che nella vita le sfide sono una gran cosa ma non vedo perchè debba farti una tale -ammazzata-.
Il bello della bici è anche potersi guardare intorno, una tappa, un caffè, una foto, una sgranchita......
Ergo 2 se non 3 tappe.
Considera che a 20 anni fare oltre 50 km non sono la fine del mondo ma doverne fare il giorno dopo altri 50 e il giorno dopo ancora altrettanti...... minimo allenati al sellino. ;)
 
Capisco che nella vita le sfide sono una gran cosa ma non vedo perchè debba farti una tale -ammazzata-.
Il bello della bici è anche potersi guardare intorno, una tappa, un caffè, una foto, una sgranchita......
Ergo 2 se non 3 tappe.
Considera che a 20 anni fare oltre 50 km non sono la fine del mondo ma doverne fare il giorno dopo altri 50 e il giorno dopo ancora altrettanti...... minimo allenati al sellino.
Quoto al 100 anche perchè leggo che la bici sarà una mtb e non una classica da cicloturismo.
Evita senz'altro di pedalare con lo zaino sulle spalle che è deleterio per la schiena ed inoltre te la inzuppa di sudore. L'equipaggiamento inseriscilo nelle borse che monterai su un portapacchi.
Secondo me il modo migliore per acquisire fiato e resistenza (e per abituare il posteriore al sellino) è quello di pedalare, aumentando gradualmente la distanza e alternando percorsi in piano, falsopiano e salite non eccessivamente impegnative.
All'inizio pedala scarico poi aumenta il peso per simulare quello del bagaglio.
L'equipaggiamento minimo indispensabile, ridotto all'osso, consiste in un casco, occhiali, guanti, kit per forature (che trovi ovunque) e camera d'aria di scorta.
Prova a dare un'occhiata al mio blog al link sotto, penso potrà esserti utile.

Ciao, Amedeo
 
Beh....io in Mtb gli ho fatti 164 Km....adesso...dipende dal tragitto,dal tempo meteo,dall'allenamento ecc.ecc..
Quindi...farei un mese di allenamento,aspetterei il bel tempo (quindi zaino piu' leggero e giornate piu' lunghe)e soprattuto ci sono salite impegnative?e' un tragitto in fuoristrada?acqua?cibo?che Mtb utilizzi?se il percorso e' pianeggiante...andando a 15 Km/h costanti....si fa,si fa......facci sapere...sei esperto di meccanica,in che condizioni e' la bici?dai...dicci...:biggrin::biggrin::biggrin::biggrin:
 
Come ti è stato chiarito quello che ti proponi è nelle possibilità fisiche di qualsiasi 20enne in buona salute. Resta il fatto che oltre al fiato e gambe per fare un tragitto come quello che hai segnalato ti è richiesto un minimo di esperienza a meno che tu non voglia semplicemte ammazzarti di fatica.
Se sei animato dal piacere dell'esperienza e dell'avventura, forse è più semplice fare tutto a piedi. Con le scarpe giuste e un bagaglio leggero 25-30 km al giorno li fai tranquillamente (a meno che non devi attraversare montagne) e non devi prendere confidenza con un nuovo mezzo (la bici).
F
 
Wao grazie mille per i preziosi consigli ragazzi :)! Siete tutti molto disponibili, ed è una bella cosa. Se eventualmente ci fossero anche altre cose che vorreste aggiungere non esitate :) è vero che il viaggio bisogna goderselo, rilassarsi ogni tanto fa bene, ma più resto in viaggio e più spendo, ecco perchè punterei eventualmente a dividere il viaggio a metà e riuscire ad arrivare a 82 km al giorno :) a questo punto credo che aspetterò il bel tempo e inizierò a fare un giro del lago e man mano come mi è stato suggerito aumenterò le distanze e carico (cosa a cui non avevo pensato, perchè in effetti avevo in mente di andare con zaino in spalla ma non ho pensato al fatto che mi avrebbe fatto sudare di più facendomi perdere liquidi preziosi. Escogiterò un modo per portarmelo dietro :) )
 
Ahahah Sidd xD allora non ho minimamente idea di come sia la strada, ma dato che mi porterò dietro il piano di viaggio scaricato da michelin.it (che mi terrò sul manubrio) credo proprio che mi troverò su strade asfaltate dato che dovrò attraversa strade provinciali e paesi. Non escludo che ci sarà qualche salita anche se non credo molto "cattive", in quanto comunque la zona della provincia di Torino a cui punto si trova più a nord della provincia di Varese :) metterò nello zaino acqua in quantità (anche se comunque conto di trovare qualche fontanella) e cibo a sufficienza, vestiti e caricabatterie,fazzoletti e nulla di più chiaramente, altrimenti sarei un folle suicida :p non so dire molto sulla mtb, se non che è in ottime condizioni e che è biammortizzata, purtroppo non sono un esperto di meccanica perchè sono al 1° anno di Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, quindi potremmo riparlare per qualche elaborazione di integratori migliori di quelli esistenti ;)
 
Esatto Ferdinando, direi che il piacere di rivedere i miei parenti eguaglia quello dell'emozione di mettersi alla prova con un viaggio del genere, ma se andassi a piedi, oltre che stancarmi di più spenderei anche di più cosa a cui non punto, dato che poi per luglio/agosto non ci saranno esattamente brezze fresche, meno sono in giro e meglio è SOPRATTUTTO a piedi :)
 
Ahahah Sidd xD allora non ho minimamente idea di come sia la strada, ma dato che mi porterò dietro il piano di viaggio scaricato da michelin.it (che mi terrò sul manubrio) credo proprio che mi troverò su strade asfaltate dato che dovrò attraversa strade provinciali e paesi. Non escludo che ci sarà qualche salita anche se non credo molto "cattive", in quanto comunque la zona della provincia di Torino a cui punto si trova più a nord della provincia di Varese :) metterò nello zaino acqua in quantità (anche se comunque conto di trovare qualche fontanella) e cibo a sufficienza, vestiti e caricabatterie,fazzoletti e nulla di più chiaramente, altrimenti sarei un folle suicida :p non so dire molto sulla mtb, se non che è in ottime condizioni e che è biammortizzata, purtroppo non sono un esperto di meccanica perchè sono al 1° anno di Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, quindi potremmo riparlare per qualche elaborazione di integratori migliori di quelli esistenti ;)
Allora,consiglio personale....no integratori...ma troverai sicuramente un bel negozietto di alimentari che fa degli ottimi panini con il prosciutto cotto...portati un po di "officina" e 4 camere d'aria...utilizza gomme slick....vai su MtbForum o cerca i miei link qui' sul Forum nel settore bike...per avere un'idea dell'attrezzatura da tenere nello zaino...se vuoi sapere qualcosa in piu' fammi un fischio anche tramite Mp...io "vago" tanto in bici,come altri utenti del Forum!!!:lol::lol::lol:non la vedo una impresa impossibile....quindi animo e buona fortuna!!!!
 
scusate ma questa discussione mi fa abbastanza ridere..
sempre che non hai problemi fisici , NON C E' NESSUN BISOGNO DI PREPARARSI! ma neanche se ne vorresti fare 10000...
se calcoli che hai piu di 8 ore per pedalare in un giorno puoi capire che non hai bisogno di sforzare ...no?

ma stiamo male? !! 4 camere ad aria ..e 2 pompe?, una a mano e l altra a piede, cosi per essere sicuri...:rofl:

per lo zaino puoi attaccarlo al portapacchi con un elastico senza buttare via soldi...
io partirei con :
1 camera ad aria
1 ricambio per la notte

se proprio un blocco di chiavi con ripara catena (ma devi gia essere bello sfigato)

il casco visto che in queste condizioni puoi anche "tirare" un po



non fate confusione ..
tra tutti i cicloturisti che conosco ne conosco solo uno che si allena prima di partire ma lui fa 180/200 km al giorno...

se e' solo per il sellino,presto o tardi, il culo ti fara' male lo stesso.


la zona e' completamente piatta (pianura padana)
 
Il fatto è che essendo mesi che non tocco la bici non vorrei fermarmi a n Km con crampi o comunque qualsiasi tipo di problema che poi mi porti a essere impossibilitato di proseguire dovendo chiamare i miei genitori facendogli fare n strada solo perchè non mi sono preparato. Io sono per "prevenire è meglio che curare", l'unico obiettivo che mi prefiggerò a partire da Aprile è quello di riuscire ad arrivare a fare il giro del lago per 3/4 volte di fila ed essere costante a ripetere quei giri nei giorni successivi fino al momento della partenza, in questo modo potrò sapere un sacco di cose che possono anche essere stupide ma che in realtà mi servono per organizzarmi alla PERFEZIONE. Ad esempio a che ora partire, per che ora dovrei arrivare in relazione ai frutti dell'allenamento, se sarà il caso di pernottare presso l'ostello. Sono tante piccole cose che definiranno quello che sarà il mio viaggio :)
 
un piccolo contributo :)
se sei alle prime armi con la bici .... è sufficiente che ti alleni a percorrere 30/50 km al giorno (mica tutti i giorni ... ma 2 o 3 volte la settimana ... gradualmente) con qualche salita, anche non troppo impegnativa, ma solo per abituare a sforzare le gambette e vedrai che gli 80 km te li macinerai col sorriso sulle labbra.
Gomme scorrevoli ... assolutamente non artigliate ... la mtb non è il massimo per il cicloturismo ma se hai solo quella vedrai che a Torino ci arrivi lo stesso ... l'importante è che sia in ottimo stato: la trasmissione è la cosa + importante ma anche tutto il resto non è da meno. Leggo che è pure una full, ti auguro che sia almeno bloccabile o con sistema intelligente, perchè diversamente parte dello sforzo se ne va "bobbando" . Molto importante è l'approccio mentale ... se vuoi puoi. Auguri e facci sapere :)
K

www.mtbexplorer.it
 
Ultima modifica di un moderatore:
Il tuo è un enorme contributo così cone quello degli altri :D grazie per aver trattato della parte inerente all'allenamento e per avermi incoraggiato :)) c'è ancora tempo è vero, ma a tempo debito vi faró sapere rinfrescandovi la memoria :)!
 
scherzi a parte senza allenamento e senza bagaglio si possono fare tranquillamente 50 km in un giorno...prendi un contachilometri,la bici e vai a farti un giro, dovresti capirlo da solo quanta sia la tua resistenza... ma immagino che se ti prepari fai piu km in allenamento che per il "viaggio" stesso...
scusate ma questa discussione mi fa abbastanza ridere..
sempre che non hai problemi fisici , NON C E' NESSUN BISOGNO DI PREPARARSI! ma neanche se ne vorresti fare 10000...
Al di la' del fatto che sono d'accordo con te solo in alcuni passaggi,si consigliava un minimo di attrezzatura da officina (come e' solito fare chi se ne va in giro in Mtb)....se poi il percorso e' su asfalto e ogni 10 Km c'e' un centro abitato beh,come gia' detto,il tutto si riduce all'osso....vado in Mtb da tanti anni e al di la' dei "tecnicismi" (gomme e cerchi tubeless ecc.ecc.)io continuo a consigliare 4 camere in questo caso,ma come gia' detto io non conosco il percorso:biggrin:.Consiglio anche un ispezione della bici (catena,cambio ecc.ecc.)...anche perche' vi assicuro che io ho visto troppi minchioni in giro per le montagne....e per la strada....
Per quanto riguarda l'allenamento basterebbe fare qualche giretto dalla settimana prima e non tutti siamo uguali....con il mio gruppo qui' facciamo percorsi di oltre 100Km su per i boschi.....e' c'e' sempre il fighetto che per essere leggero non si porta nulla....e puntualmente gli succede qualcosa!!!!
Comunque,un minimo di attrezzatura ci vuole (nessuno ha parlato di 2 pompe...:biggrin::biggrin:...o mi e' sfuggito)....l'Avventura inizia da li'....
:):)
 
Io ho fatto un'esperienza simile da ragazzo (una ventina di anni fa), l'itinerario era Garessio-Roccaforte (passando per Pamparato) e ritorno, il tutto nella provincia di CN.

Il viaggio è stato diviso in due giorni (1° andata, 2° ritorno), ho controllato ora su maps e lo dà circa 60 Km al giorno ma forse non è esattamente lo stesso.

Il nostro viaggio (eravamo in tre) è stato un pò più corto ma includeva alcuni GPM come la salita al colle di Casotto e quella vero San Giacomo che me le ricordo ancora bene.

Ebbene: noi siamo partiti con mtb mediocri e superate già a quei tempi, senza neanche oliare le catene o controllare i freni, senza uno straccio di toppa per riparare una camera d'aria e senza alcun tipo di allenamento (abbiamo deciso da un giorno all'altro) se non quello che ci imponeva un uso quotidiano delle bici intorno al paese; e non abbiamo avuto alcun problema.

OK!!! Siamo stati MOLTO INCOSCIENTI e ALTRETTANTO FORTUNATI, però secondo me l'allenamento fallo più per divertirti e per conoscerti che per preparazione atletica, controlla bene la bici prima di partire e mi sento di consigliarti una sola camera d'aria di scorta: se dovessi forare, al massimo ti fermi al primo paese e chiedi dove comprarne un'altra per sicurezza.

Poi può essere che queste bici moderne e più leggere risultino anche più fragili...

Buon viaggio
 
cioe', tu, quando esci in bici hai con te 4 camere ad aria?

mi sorprende perche' da ca varese a istanbul avro' bucato massimo 4/5 volte (3800km) e da ca varese fino in fondo la spagna 2/3 volte (2800km) (senza calcolare barcellona che oramai in periferia c e' vetro dappertutto ...)

non voglio togliere niente alla tua avventura, anzi, e' una buonissima cosa, pero' la considero una normale uscita in bicicletta, di conseguenza porti con te il materiale per una normale uscita in bicicletta...senza tante "palle"..

cmq pensa un po da dove passare perche' per esempio io da Chiasso (sul confine con la svizzera a Busto arsizio ho trovato solo traffico,grandi magazzini,industrie e non sono dei bei ricordi diciamo...informati

le 2 pompe servono in caso una si danneggia in mezzo al deserto tra varese e torino
 

Discussioni simili


Alto Basso