Vipere: come riconoscerle e trattamento in caso di morso

Anni fa in Trentino mi sono trovato a tre metri da una grossa vipera con il corno che mi ha pure soffiato,penso che non esista un suono più agghiacciante di quello!! Mi sono caxxato sotto. Comunque non è vero che si allontanano all'avvicinarsi dei rumori, e parlo di tutti i serpenti in generale.Le poche volte che sono riuscito a vederli da lontano ho provato ad allontanarli facendo rumore e battendo con il bastone a terra ma senza risultati. Perchè all'avvicinarsi di un rumore si comportano come tutti gli animali del bosco:si immobilizzano e fanno affidamento sulla mimetizazione,cosa che gli riesce benissimo in quanto chissà quante volte uno ci passa ad un passo e non li vede.Una volta salendo al lago della Duchessa per la val di Cesa c'erano due vipere in amore visibilissime in mezzo alla strada, ho fatto i diavolo a quattro e non mi hanno minimamente considerato.
 
...c'erano due vipere in amore visibilissime in mezzo alla strada, ho fatto i diavolo a quattro e non mi hanno minimamente considerato...
E ti credo! :poke:

Due testimonianze interessanti, credo più per dire che ogni regola ha la sua eccezione... nel caso della vipera che ti ha soffiato (chiarisco comunque che di quella specie non ne ho mai incontrate) credo che la fase di una possibile fuga per l'animale fosse ormai superata, sentendosi (l'animale) oggetto di un attacco diretto (credo che il soffio si possa tradurre "se non stai alla larga sono cavoli tuoi").

Una cosa piuttosto stupida cui ho inavvertitamente partecipato è stato avvicinarsi in tre non accorgendoci che la stavamo circondando... ho avuto la sensazione netta che l'animale si preparasse a prendere uno slancio per difendersi, abbiamo subito aperto l'accerchiamento e fatto un passo indietro e l'animale è sparito.

Io credo comunque che la vipera più pericolosa è quella che non hai proprio visto.

Uso la normale cautela di non portare calzoni corti ed né calzini sotto il polpaccio e non mi metto a spostare pietre, come consigliano un po' tutti.
 
E ti credo! :poke:

Due testimonianze interessanti, credo più per dire che ogni regola ha la sua eccezione... nel caso della vipera che ti ha soffiato (chiarisco comunque che di quella specie non ne ho mai incontrate) credo che la fase di una possibile fuga per l'animale fosse ormai superata, sentendosi (l'animale) oggetto di un attacco diretto (credo che il soffio si possa tradurre "se non stai alla larga sono cavoli tuoi").

Una cosa piuttosto stupida cui ho inavvertitamente partecipato è stato avvicinarsi in tre non accorgendoci che la stavamo circondando... ho avuto la sensazione netta che l'animale si preparasse a prendere uno slancio per difendersi, abbiamo subito aperto l'accerchiamento e fatto un passo indietro e l'animale è sparito.

Io credo comunque che la vipera più pericolosa è quella che non hai proprio visto.

Uso la normale cautela di non portare calzoni corti ed né calzini sotto il polpaccio e non mi metto a spostare pietre, come consigliano un po' tutti.
Infatti penso che sia proprio così. Più che per mancanza di vie di fuga quello che può determinare l'attacco è il superamento di quella che considerano la loro la zona di sicurezza. Quindi se ti avvicini troppo ti avvertono,se ti fermi o ti allontani anche loro rapidamente spariscono . A meno che non si capiti sulla tana con i piccoli.Comunque la mia regola è che se il serpente va da una parte io sfreccio dall'altra!!
 
ciao a tutti , vorrei riaprire questo post , ci sono dei kit di emergenza con siero antiofidico contro i morsi da vipera quando si fa trekking ?
 
S

Speleoalp

Guest
Ti conviene parlarne con il tuo medico ;)
In quanto la Vipera non é così "pericolosa", ci sono più problemi con le vespe, per esempio.
Ma in ogni caso, dovresti farti fare degli esami specifici per capire se sei allergico e a quel punto il medico potrebbe prescriverti determinate sostanze, anche da portarti dietro.
Questo comporta il doversi prendere la briga di apprendere anche come assumere i medicamenti.
Comunque certo, ci sono medicinali appositi ;)
Ma da non prendere alla leggera o per allarmismo generale ;)
 
Ultima modifica di un moderatore:
ciao a tutti , vorrei riaprire questo post , ci sono dei kit di emergenza con siero antiofidico contro i morsi da vipera quando si fa trekking ?
Una volta si poteva comprare il siero antivipera in farmacia (io l'ho fatto) ma ha due problemi: deve essere mantenuto refrigerato e non è semplicissimo adoperarlo perchè bisogna avere una certa dimestichezza con aghi ed iniezioni.

Ultimamente credo non sia più di libera vendita perchè è più pericoloso utilizzandolo male che il morso della vipera stessa.
 
Oh io ho un amico che è sempre stato in para-dura x le vipere.
Pigliati anche tu un paio di ghette in cordura e vivi sereno
(quando ti togli gli scarponi son meno sereni gli altri, ma pazienza!)
 
S

Speleoalp

Guest
Oh io ho un amico che è sempre stato in para-dura x le vipere.
Pigliati anche tu un paio di ghette in cordura e vivi sereno
(quando ti togli gli scarponi son meno sereni gli altri, ma pazienza!)
...ma come fai quando ti mordono al petto ? AHAH
Ovviamente é una battuta, il tuo consiglio é ottimo (anche se capita anche quello, più d'una volta)
 
...ma come fai quando ti mordono al petto ? AHAH
Ovviamente é una battuta, il tuo consiglio é ottimo (anche se capita anche quello, più d'una volta)
ZITTO!
fortuna che il mio amico non legge il forum!! Oh io un po le capisco ste paranoie, posto che in tanti anni di vipere non ne ha mai vista 1 (solo serpenti normali)
 
le vipere hanno spesso, testa triangolare e occhio a "simil gatto" cioe la pupilla orizzontale.
penso che agitarsi il meno possibile, chiudere la circolazione e tentare di farsi "ciucciare" il veleno da qualcuno sia la soluzione migliore.
@Speleoalp esatttttamente il peggio è in caso di allergia ... -> shock anafilattico.
 
penso che agitarsi il meno possibile, chiudere la circolazione e tentare di farsi "ciucciare" il veleno da qualcuno sia la soluzione migliore.
Vedo che certi luoghi comuni sono duri a morire...

NON bisogna assolutamente fare quello che ho grassettato nel quote!

Ripropongo la lettura del post #66 (mio) e vi confermo non dico caxxate in quanto derivante da un corso di "Primo soccorso" al quale ho partecipato.
 
Comunque con i serpenti è vero tutto ed il contrario di tutto.Non mi pare che all'avvicinarsi di un rumore si allontanano ma piuttosto si immobilizzano.Non è vero che il rumore o le vibrazioni li fanno scappare.Ho saputo di un episodio ,limite certo, accaduto ad un mio conoscente,episodio riportato anche dai giornali,che stava percorrendo in scooter la via Tiburtina la mattina alle sette.Ora chi conosce la zona sa che razza di inferno possa essere. Lo scooterista giunto all'incrocio con via di Salone,dato l'inteso traffico si fermava e posava il piede destro su l'aiuola di erbacce a destra...ebbene si è beccato un bel morso da un biacco! Niente di grave, però! Cosi come ho visto molti serpenti,forse dei Cervoni gironzolare tranquillamente sui cespugli, perchè volendo non potrebbero farlo anche le vipere? Una volta addirittura visitando la frequentata necropoli di Cerveteri,è uscito da una tomba un bel serpentone,forse appunto un cervone e ha tentato a lungo di arrampicarsi sulla parete tufacea di un tumulo alto sui tre metri, siccome ogni tanto mancava la presa e quindi ricadeva giù abbiamo pure avuto modo di osservarlo a lungo,poi comunque l'ofidio ce l'ha fatta.Come ho già detto non è sempre vero,anzi quasi mai,che basta camminare con il passo pesante o smuovere l'erba con il bastone per farli allontanare,perchè all'avvicinarsi di un rumore anche se hanno vie di fuga si immobilizzano fidando sul mimetismo,come fanno del resto tutti gli altri animali del bosco.
 
Siccome sono animali a sangue freddo, generalmente restano immobili al mattino perchè proprio non ce la fanno a muoversi e generalmente sono sul sentiero perchè libero da erba quindi il sole lo scalda prima
 
Poi mi sembra appunto di aver notato che se si percorre un sentiero o una sterrata anche con poca vegetazione,se il sole sta a sinistra,ad esempio,stanno sempre sul lato opposto e quindi più assolato anche se di poco.Perchè stando a contatto con il terreno quindi a livello zero, anche pochi centimetri di erba in altezza gli fanno ombra.
 
Recente incontro, Gran Sasso, zona boscosa di Rigopiano penso intorno ai 1300/1400m

_MG_7312.jpg

Circa 70cm, molto reattiva, ci ha attraversato il sentiero ed alla nostra vista si è fermata... ho provato ad avvicinarmi con molta attenzione per fotografarla meglio (cercando di stimare la distanza giusta vista la sua lunghezza) ma si è avvolta su se stessa per metà ed ha alzato la parte anteriore del corpo iniziando a sibilare... ovviamente ho arretrato e lei se n'è andata incazzata come una vipera sibilando... creatura meravigliosa

P.S. Quando si è messa in guardia non puntava me ma la parte opposta alla sua coda in questa foto, io invece le ero perpendicolare... Non so perché, però
 

Alto Basso