Normativa Vivere nei boschi

Ciao a tutti! Sono una ragazza di 18 anni e mi sono iscritta per cercare consigli su come vivere nella natura. Quest'anno finirò le superiori e dopo vorrei fare l'università di scienze naturali o infermieristica; dopo aver finito l'università ho intenzione di trovarmi un lavoro per mettere da parte qualche soldino e costruirmi una casetta nei boschi, magari in Scandinavia.
Può sembrare un'utopia, ma vivere in mezzo alla natura è sempre stato il mio sogno e ora come ora credo che sia l'unica strada da percorrere. Secondo voi è possibile una cosa del genere? Per favore ho bisogni di consigli pratici! Grazie a tutti coloro che risponderanno.
 
Ultima modifica:
Ciao Michela, benvenuta.
Purtroppo non ho consigli da darti se non quello di continuare ad "inseguire" il tuo sogno e ti auguro di cuore di poterlo realizzare.
 
Ultima modifica:
Cavolo, scrivi da Sondrio e senti il bisogno di boschi ? Non ce ne hai abbastanza a due passi ?
A me basterebbe e avanzerebbe trasferirmi dove tu stai già :D
Ovviamente se poi i motivi sono anche altri, allora come non detto.
Ciao.
 
Se ci credi davvero, si è possibile
Io sono di Genova, qui vicino a dove abito vado spesso a trovare 2-3 abitanti di Canate, un paese "fantasma" che per me non lo è affatto..
In questo paese si ritorna alla vita di anni fa.. a contatto con la natura, dove viene condiviso un po' tutto..
Il mio consiglio, non avendo comunque nessuna esperienza in merito.. e di fare pratica, passare un periodo anche solo di un mese sul campo, cercare queste comunità o qualsiasi cosa di simile e imparare il più possibile..
 
Ultima modifica:
Frequentare ambienti rurali dove far conoscenza con gli abitanti del posto , con contadini e allevatori , cercando di carpire i loro segreti ; fare l esperienza del campeggio per imparare quali sono le cose indispensabili a sopravvivere in natura.
Un bel libro che ti consiglio é "per una vita migliore, ovvero il libro della autosufficienza" di john Seymour.
 
Ciao, sono poco più grande di te, abito al confine tra umbria e toscana, completamente immerso tra campagna, ogni volta che posso parto con la mia amaca per stare qualche giorno nelle montagne qua vicino e ti assicuro che ho trovato luoghi magici nei boschi attorno casa, la natura è meravigliosa in ogni sua creazione. Soprattutto uno mi è rimasto nel cuore e ci ho costruito in modo molto primitivo un riparo, sfruttando ciò che la terra mi offriva, cercando di rispettarla. Non sto mai via più di 4 o 5 giorni, sfrutto i piccoli corsi d'acqua, di solito non porto cibo perché vado proprio con l'intenzione di ripulirmi, una sorta di ritiro, star leggeri è bene per meditare. Però se si tratta di viverci bisogna organizzarsi bene, io ad esempio ho imparato da gente del posto a coltivare, ho il mio orto, so fare formaggi, ricotte, mozzarelle, vino, miele, so intrecciare canestri o altro con i vecchi. È importante anche lo studio, conosco le piante più comuni della mia zona con le loro proprietà, ma non basterebbero per vivere. O cacci o qualcosa devi comprare, quindi devi fare qualche lavoretto anche se saltuario. Per quanto riguarda la caccia, anche se non credo riuscirò mai moralmente ad accettarla, salvo situazioni estreme, mi alleno al tiro con l'arco. Insomma più conosci e più sai fare meglio è, stare in natura e sapere di poter contare su se stessi è un connubio perfetto. Ultima cosa importante, anche se sicuramente ce ne sarebbero tante, il fuoco, magari prova anche qualche volta ad accenderlo con i legnetti, poi impara a capire quale legno è meglio (secco o fresco, cosa fare con corteccia, trucioli ecc) e soprattutto ricorda che il fuoco è sempre pericoloso quindi bisogna sempre stare attenti, comunque in Italia è proibito accendere fuochi all'aperto se non in posti attrezzati. Ultima cosa in prospettiva casetta, se hai la possibilità informati un minimo di impianti elettrici e idraulici, con le tecnologie di adesso metti un pannello solare con uno scambiatore di calore e un boiler, magari collegato al camino/stufa e l'acqua calda ce l'hai sempre con poca spesa; pannello fotovoltaico con inverter e batteria per la corrente e magari ti fai una serretta a temperatura controllata per avere più verdure in inverno. Spero di non aver scritto cavolate ma ho cercato di riassumere la mia esperienza, scusate se mi sono dilungato troppo. Mi stavo quasi dimenticando, anche allevare qualche gallina e capretta per avere uova e latte con i relativi derivati, poco sforza e ottima resa. Altra cosa, con la farina puoi fare pane, pasta, pizza, focacce, pasta, dolci ti assicuro che basta un po' di esperienza e dopo i primi errori riesci a fare bene
 
Ultima modifica:
Frequentare ambienti rurali dove far conoscenza con gli abitanti del posto , con contadini e allevatori , cercando di carpire i loro segreti ; fare l esperienza del campeggio per imparare quali sono le cose indispensabili a sopravvivere in natura.
Un bel libro che ti consiglio é "per una vita migliore, ovvero il libro della autosufficienza" di john Seymour.
Grazie mille per i consigli, leggerò il libro!
--- Aggiornamento ---

Ciao, sono poco più grande di te, abito al confine tra umbria e toscana, completamente immerso tra campagna, ogni volta che posso parto con la mia amaca per stare qualche giorno nelle montagne qua vicino e ti assicuro che ho trovato luoghi magici nei boschi attorno casa, la natura è meravigliosa in ogni sua creazione. Soprattutto uno mi è rimasto nel cuore e ci ho costruito in modo molto primitivo un riparo, sfruttando ciò che la terra mi offriva, cercando di rispettarla. Non sto mai via più di 4 o 5 giorni, sfrutto i piccoli corsi d'acqua, di solito non porto cibo perché vado proprio con l'intenzione di ripulirmi, una sorta di ritiro, star leggeri è bene per meditare. Però se si tratta di viverci bisogna organizzarsi bene, io ad esempio ho imparato da gente del posto a coltivare, ho il mio orto, so fare formaggi, ricotte, mozzarelle, vino, miele, so intrecciare canestri o altro con i vecchi. È importante anche lo studio, conosco le piante più comuni della mia zona con le loro proprietà, ma non basterebbero per vivere. O cacci o qualcosa devi comprare, quindi devi fare qualche lavoretto anche se saltuario. Per quanto riguarda la caccia, anche se non credo riuscirò mai moralmente ad accettarla, salvo situazioni estreme, mi alleno al tiro con l'arco. Insomma più conosci e più sai fare meglio è, stare in natura e sapere di poter contare su se stessi è un connubio perfetto. Ultima cosa importante, anche se sicuramente ce ne sarebbero tante, il fuoco, magari prova anche qualche volta ad accenderlo con i legnetti, poi impara a capire quale legno è meglio (secco o fresco, cosa fare con corteccia, trucioli ecc) e soprattutto ricorda che il fuoco è sempre pericoloso quindi bisogna sempre stare attenti, comunque in Italia è proibito accendere fuochi all'aperto se non in posti attrezzati. Ultima cosa in prospettiva casetta, se hai la possibilità informati un minimo di impianti elettrici e idraulici, con le tecnologie di adesso metti un pannello solare con uno scambiatore di calore e un boiler, magari collegato al camino/stufa e l'acqua calda ce l'hai sempre con poca spesa; pannello fotovoltaico con inverter e batteria per la corrente e magari ti fai una serretta a temperatura controllata per avere più verdure in inverno. Spero di non aver scritto cavolate ma ho cercato di riassumere la mia esperienza, scusate se mi sono dilungato troppo. Mi stavo quasi dimenticando, anche allevare qualche gallina e capretta per avere uova e latte con i relativi derivati, poco sforza e ottima resa. Altra cosa, con la farina puoi fare pane, pasta, pizza, focacce, pasta, dolci ti assicuro che basta un po' di esperienza e dopo i primi errori riesci a fare bene
Grazie! Consigli utilissimi, ne farò tesoro.
Comunque ho intenzione di cercarmi un lavoro, non voglio andare troppo lontano dalla civiltà.
Ho un amico che vorrebbe fare la stessa cosa ed è un programmatore, quindi se riesce troverà un lavoro da casa e per lui non ci sono problemi. Le entrate ci saranno, però vorrei informarmi meglio sull'autoproduzione per risparmiare il più possibile e condurre una vita semplice
 
Ultima modifica:
ciao, premesso che ti auguro veramente di riuscirci, boschi della scandinavia = preparati ad avere a che fare con lupi e orsi.

Anche qui in Italia ci sono.
Il lupo sarà sicuramente un problema, il giorno che avrà degli animali, e dovrà difenderli da loro..
L orso, penso sia un animale schivo e difficilmente attacca senza una valida ragione
Con questo non voglio dire che non siano un problema da trascurare, ma fossi in lei penserei ad altri tipi di sfide inziali
 
Ciao, potresti seguire il sito http://www.italiachecambia.org/ dove tra i tanti argomenti ci sono anche storie di persone che hanno cambiato vita per avvicinarsi alla natura e alla sostenibilità. Potrebbero essere esempi stimolanti e fornirti dei contatti. Tra l'altro ogni tanto pubblicano appelli di gente che cerca compagne/i per iniziare progetti di ecovillaggi, comuni ecc.
 
Anche qui in Italia ci sono.
Il lupo sarà sicuramente un problema, il giorno che avrà degli animali, e dovrà difenderli da loro..
L orso, penso sia un animale schivo e difficilmente attacca senza una valida ragione
Con questo non voglio dire che non siano un problema da trascurare, ma fossi in lei penserei ad altri tipi di sfide inziali

gli orsi sembra che stiano facendo danni nei lessini. e ok, ci sono anche da noi, ma in scandinavia molto di piu'.

certo, questo e' un fattore secondario rispetto ad altri, ma e' meglio dirlo prima.
 
ciao, premesso che ti auguro veramente di riuscirci, boschi della scandinavia = preparati ad avere a che fare con lupi e orsi.

... e preparati anche alle lunghe notti invernali!

La Scandinavia è dove è più alta la percentuale di suicidi in Europa e tra le cause si annoverano del disagio psicologico dovuto anche all'isolamento sociale e al buio, che agirebbe come inibitore della serotonina, un neurotrasmettitore molto legato all’umore e la cui carenza può cusare angoscia e depressione.

Dico questo non per dissuaderti ma per aggiungere informazioni per il tuo progetto :si:
 
Ultima modifica:
... e preparati anche alle lunghe notti invernali!

La Scandinavia è dove è più alta la percentuale di suicidi in Europa e tra le cause si annoverano del disagio psicologico dovuto anche all'isolamento sociale e al buio, che agirebbe come inibitore della serotonina, un neurotrasmettitore molto legato all’umore e la cui carenza può cusare angoscia e depressione.

Dico questo non per dissuaderti ma per aggiungere informazioni per il tuo progetto :si:
Sì grazie delle informazioni! Comunque ho detto Scandinavia, ma a dire il vero mi andrebbe bene qualsiasi posto.
--- Aggiornamento ---

A proposito di vivere nei boschi veramente, questo è un grande!
https://www.youtube.com/c/ShawnJamesMySelfReliance
Grandissimo veramente! Complimenti...
 
Alto Basso