Recensione Yakut o Evenko di Aleks

Ho appena ricevuto un coltello molto particolare. Uno Yakut o Evenko da parte di @aleks

manico in faggio
Acciaio Lama D2
Dettaglio lama:
Lunghezza lama:14,5 cm
Manico 12,5 cm
Spessore lama: 5,5 mm
Sistema di porto: fodero in cuoio marrone con inserto in faggio
Tipo di costruzione: Hiddeng Tang
Altezza lama 24mm
Lunghezza totale: 27cm
Made in:Italy
Peso: 174 grammi
FMFS9572.jpg

Questo coltello secondo il mio modestissimo parere ha bisogno di un po' di tempo per essere capito. Il profilo è quanto di più particolare mi sia capitato di provare in termini di geometrie e di modalità di uso. Indubbiamente non lo so usare, ma assicuro che farò pratica per migliorare le mie scarse capacità.
Quindi questo era per dire che, le mie osservazioni vanno prese con la premessa che non sono un esperto e non ho mai avuto un evenko.

Il coltello è ben fatto, finiture buone ma ovviamente non parliamo di coltelli da esposizione, è un coltello fatto per essere utilizzato quindi senza essere rifinito oltre la praticità e la funzionalità che gli servono.
L'acciaio è D2 temprato, secondo me sui 59hrc (ma non ho dati per cui potrebbe anche essere di più, meno probabilmente sotto quella cifra), acciaio da utensili molto conosciuto e utilizzato. Non sono un fan del D2 perchè lo trovo un po' ostico da affilare (niente che un oretta di pietre buone non possano portarte a rasoio eh) in comparazione con altri acciai.

Il manico in faggio è davvero comodo, non pensavo perchè io ho mani piccole per cui questi manici poco sagomati e tendenzialmente tondeggianti, di solito mi stanno grossi in mano e mi lasciano poco controllo. Invece è ottimo e piacevole da utilizzare.
Con i guanti restano bene o male le stesse sensazioni.

Ora veniamo alle prove.
Ho fatto le solite prove che vedrete nel video che metterò presto online. Punte su nocciolo stagionato, intagli vari, un po' di batoning e di chopping leggero, prove di taglio sul cibo in cucina e affilatura finale.

Le impressioni sono molto buone nel lavoro sul legno compatibilmente con le mie skills (abilità). Mi piace molto come si comporta sia come facilità di penetrazione che di scorrimento che di manovrabilità. Devo ancora capire come usarlo al rovescio per usarlo bene dalla parte piatta.
Nella "gestione" del taglio io l'ho trovato eccellente, complice il profilo molto sottile con lato convex è moolto facileandare a variare o decidere la profondità di intaglio e proseguirla.
La piallatura è pulitissima con tagli essenzialmente molto scorrevoli.
La tenuta del filo dopo averci fatto il trystick, punte, un po' di chopping e di batoning è discreta. Considerando che l'ho maltrattato ha subito due cippature una molto piccola e una più sostanziosa in corrispondenza dei punti di lavoro di chopping. Ovviamente non è il suo mestiere però se l'è cavata anche in quello nonostante il bilanciamento leggermente dentro il manico (circa 1cm 1,5cm dall'inizio del filo). Questo grazie principalmente al tagliente molto penetrante.
Per come lavora ha più senso andare a incidere il legno lateralmente "a rosa" piuttosto che picchiarci sopra choppando ottenendo lo stesso risultato senza andare a rovinare il filo con gli impatti.
Dopo il lavoro si impuntava nel taglio della carta di giornale avendo appunto le due cippature, dopo la riaffilatura è tornato micidiale pure più di prima.
Nell'uso normale penso che con una passata ogni tanto di una pietrada 2000 e poi qualche stroppata ben fatta, siano sufficienti per mantenere il filo in buono stato.
Aiuta che va praticamente affilato solo da un lato.

Il legno verde lo taglia che sembra di tagliarci davvero il burro quando è già un po' caldino ahhahah

Sicuramente una lama di cui sono molto soddisfatto e che prevedo, mi darà grandi soddisfazioni quando imparerò ad usarlo a dovere.
E' un coltello con cui, potenzialmente puoi farci davvero tanto, dai lavori più pesanti in caso di necessità a quelli di fino nella normalità. A differenza di molti coltelli di quelle dimensioni è favoloso in cucina. taglia benissimo, le verdure non si attaccano alla lama, presumo, vista l'affilatura che vada bene anche per lavorare la carne ed il pesce ma lo metterò alla prova appena mi arriva un salmone da sfilettare o un bel pezzettone di carne.

A breve posterò il video in cui lo provo e vi farò vedere come lavora dal vivo!

Per ora.... se avete domande sono qui
 

Allegati

  • FMFS9570.jpg
    FMFS9570.jpg
    315,9 KB · Visite: 46
  • FMFS9571.jpg
    FMFS9571.jpg
    337,1 KB · Visite: 48
Conosco l'articolo :poke:

Condivido tutto quello che hai detto. Io però, con il mio, non ci ho mai fatto chopping e batoning.

Lo uso per il taglio puro: legno o cibo, forse è il coltello più tagliente che ho.

Praticamente non l'ho mai riaffilato veramente anche perchè, come ho detto, non ci faccio lavori pesanti.
Ravvivo semplicemente il filo passando la parte piatta di una bacchetta ceramica sulla parte piatta della lama e poi una stroppata su cuoio.
 
Eh ci sta, sono io che l'ho volutamente messo sotto torchio per capire come avrebbe retto, sapendo che lo avrebbe fatto.
Si comunque taglia da paura
 
Grazie @zUorro !
Quello che volevo aggiungere è che per questo coltello ho fatto la parte convex quasi piana, o "scandi". In questo modo il coltello e diventato ancora più aggressivo sul legno, rispetto ai coltelli yakut che ho fatto fino adesso. In più ho reso l'affilatura ancora più semplice. Il filo praticamente e formato da due superficie una piana e l'altra "quasi piana". Dunque per affilarlo basta appoggiare tutta la superficie. Fare battoning considero una tecnica estrema, dunque non consiglio. Per il resto è un coltello da lavoro.
Grazie a @elba620 per la tempra. Causa un incidente non ho fatto coltelli quasi un anno. Questo, è anche il suo fratello più piccolo, sono i primi che ho ricominciato a fare. Grazie mille ragazzi! ;):si::si:
 
Si ho notato che ha una convessatura leggerissima ma presente. Il fondo è praticamente piano infatti sul legno morde che è una meraviglia!!!
E grazie a @elba620 per la tempra!!! Ma visto che l'hai fatta tu sai dirmi che hrc dovrebbe essere?

Mi spiace averlo un po' bastonato ma volevo anche affilarlo ... per cui, quale miglior modo se non metterlo alla frusta e provare la tenuta del filo ehehhehe

È un onore essere fra i primi a riprendere in mano una tua lama!!!!
--- ---

Ed ecco la prova sul campo

 
Ultima modifica:
Cercando di imparare qualcosa dall'espertissimo @FedericoB89 mi son messo a copiare i troll che fa nel legno. Ecco i risultati 20220501_090526.jpg
20220501_090857.jpg
20220501_092949.jpg
20220501_094918.jpg
Allora tagli veramente facili da eseguire che l'evenko porta a casa con una destrezza che non avevo mai provato con nessun altro coltello.
Se notate, uno dei tagli attraversa un nodo, non dico che abbia tagliato come non ci fosse stato ma... nessun tipo di problema, ci passa attraverso con giusto un po' più di resistenza che sul legno pulito. Per farvi capire la resistenza che ha sto evenko sui nodi la riscontro nella misura di metà, con un normale filo a v su legno pulito. Insomma pazzesco davvero. Meglio degli scandi zero in 80crv2 provati finora sui pukko finlandesi o nordici in generale (pochi a dire il vero).
La prova su carta di giornale dopo la prova, ne risulta un taglio ancora pulito sebbene meno incisivo di prima. Il filo è rimasto tagliente tanto che avrei potuto tranquillamente continuare il lavoro perché non sentivo differenze di sorta.
Sul taglio del fondo fatto, come si può vedere nella prima foto, e poi spianato dopo (non so se sia la tecnica giusta ma mi sembrava il modo migliore per farlo) non ho avuto impuntamenti di sorta, andando anzi a piallare con grande facilità il fondo controvena. Questo passaggio l'ho fatto perché poi ho dato il troll al mio nano che voleva dipingerlo per cui, visto che non stava in piedi bene, sono andato a modificargli il fondo.
I tagli sono pulitissimi davvero. Difficilmente mi è capitato di avere tagli così puliti quasi subito. Penso che con un po' più di abilità si possano ottenere davvero ottimi risultati.
 
Cercando di imparare qualcosa dall'espertissimo @FedericoB89 mi son messo a copiare i troll che fa nel legno. Ecco i risultati Vedi l'allegato 235149
Vedi l'allegato 235150
Vedi l'allegato 235151
Vedi l'allegato 235152
Allora tagli veramente facili da eseguire che l'evenko porta a casa con una destrezza che non avevo mai provato con nessun altro coltello.
Se notate, uno dei tagli attraversa un nodo, non dico che abbia tagliato come non ci fosse stato ma... nessun tipo di problema, ci passa attraverso con giusto un po' più di resistenza che sul legno pulito. Per farvi capire la resistenza che ha sto evenko sui nodi la riscontro nella misura di metà, con un normale filo a v su legno pulito. Insomma pazzesco davvero. Meglio degli scandi zero in 80crv2 provati finora sui pukko finlandesi o nordici in generale (pochi a dire il vero).
La prova su carta di giornale dopo la prova, ne risulta un taglio ancora pulito sebbene meno incisivo di prima. Il filo è rimasto tagliente tanto che avrei potuto tranquillamente continuare il lavoro perché non sentivo differenze di sorta.
Sul taglio del fondo fatto, come si può vedere nella prima foto, e poi spianato dopo (non so se sia la tecnica giusta ma mi sembrava il modo migliore per farlo) non ho avuto impuntamenti di sorta, andando anzi a piallare con grande facilità il fondo controvena. Questo passaggio l'ho fatto perché poi ho dato il troll al mio nano che voleva dipingerlo per cui, visto che non stava in piedi bene, sono andato a modificargli il fondo.
I tagli sono pulitissimi davvero. Difficilmente mi è capitato di avere tagli così puliti quasi subito. Penso che con un po' più di abilità si possano ottenere davvero ottimi risultati.
Bella recensione!
Fatte un po di più di attenzione sul verso da affilare, deve essere quello con la scanalatura, per il resto è tutto ok! ;):si::si::si::)
 
Visto che sei un esperto, posso chiederti una cosa?
Allora l'affilatura in generale sui diversi tipi di profilo degli evenko. Ho visto che ci sono diversi profili.
yakut5.jpg


In questo caso saremmo nel secondo caso dove giustamente dici, è meglio prediligere il lato piatto che in effetti ha lo stesso piano.
Il profilo uno invece? Visto che non è in asse?
E il terzo, ancora diverso?

Grazie
 
Visto che sei un esperto, posso chiederti una cosa?
Allora l'affilatura in generale sui diversi tipi di profilo degli evenko. Ho visto che ci sono diversi profili.
Vedi l'allegato 235296

In questo caso saremmo nel secondo caso dove giustamente dici, è meglio prediligere il lato piatto che in effetti ha lo stesso piano.
Il profilo uno invece? Visto che non è in asse?
E il terzo, ancora diverso?

Grazie
Grazie perché hai riportato il disegno postato da me tempo fa. Il disegno fa vedere diversi montaggi della lama rispetto all'asse del manico. Il modo di affilare e sempre uguale, dal lato della scanalatura. Montare invece la lama in modo diverso, come riportano i desegni ha i suoi vantaggi in base al lavoro da svolgere.
 
Grazie perché hai riportato il disegno postato da me tempo fa. Il disegno fa vedere diversi montaggi della lama rispetto all'asse del manico. Il modo di affilare e sempre uguale, dal lato della scanalatura. Montare invece la lama in modo diverso, come riportano i desegni ha i suoi vantaggi in base al lavoro da svolgere.
Ah ok quindi di fatto, nel lato con la scanalatura c'è SEMPRE un piano piatto da poter affilare?
In ogni tipo di modello?
Oppure ci sono anche yakut con quel lato concavo e non piano?
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso