zaini trekking Decathlon

80 litri è un'enormità, credo servano giusto per 60 giorni in Alaska ma non ne sono neanche sicuro.
Personalmente non andrei mai oltre i 40 litri, se poi fai cammini in struttura è più che sufficiente un 30L.

Per i giri che facciamo noi, sabato e domenica con pernotto, il mio zaino da 60+10 litri mi serve tutto: sacco a pelo, materassino, indumenti di ricambio, cibo per cena-colazione-pranzo, stovigliame, acqua e altro materiale vario...
 
:p

Certo che se dormo sulla nuda terra, mangio solo 4 barrette iper-nutrienti e bevo l'acqua dei fossi, manco mi serve lo zaino :poke:
Non andiamo via per soffrire fame, sete e freddo almeno io, le poche volte che posso andarci. In ogni caso avere indumenti di ricambio e un pronto soccorso ben fornito ( sono medico) a volte può anche salvare la vita. Se ti capita una volta non lo scordi più te lo assicuro. E purtroppo a me è capitato
 
Secondo me dipende più che altro da uno che obiettivi ha, che vuole fare...

se uno vuole fare lunghe soste a cucinare... si porterà il tavolino, le padelle, i coltelli e le forchette, magari il vino e/o la birra

se uno vuole fotografare si porterà qualche Kg di obiettivi fotografici e corpi macchina, batterie ecc... e vestiti per magari stare fermo

se uno vuole fare campo base e intagliare legno e farsi le sedie e i tavolini sul posto... si porterà l'accetta, magari la sega, i coltelli, magari l'amaca e il firestarter...

se uno vuole fare dislivello e km, magari cambiare valle nel corso della giornata per vedere più panorami e posti, cercherà di stare più leggero

con tutte le sfumature delle varie avventure outdoor...
 
Ultima modifica:
Secondo me dipende più che altro da uno che obiettivi ha, che vuole fare...

se uno vuole fare lunghe soste a cucinare... si porterà il tavolino, le padelle, i coltelli e le forchette, magari il vino e/o la birra

se uno vuole fotografare si porterà qualche Kg di obiettivi fotografici e corpi macchina, batterie ecc... e vestiti per magari stare fermo

se uno vuole fare dislivello e km, magari cambiare valle nel corso della giornata per vedere più panorami e posti, cercherà di stare più leggero

Esatto, dipende tutto dallo scopo dell'escursione. Per un'escursione mangereccia di due giorni è chiaro che un litraggio oversize ha senso ma per fare un cammino, magari con 30 km al giorno, è puro masochismo.
--- ---

Per i giri che facciamo noi, sabato e domenica con pernotto, il mio zaino da 60+10 litri mi serve tutto: sacco a pelo, materassino, indumenti di ricambio, cibo per cena-colazione-pranzo, stovigliame, acqua e altro materiale vario...
Ha un senso se la logica è camminare poco e godersi il luogo in maniera stanziale. Se invece devi affrontare un cammino da 100 km o un chilometraggio giornaliero alto, magari con tanto dislivello, a mio parere significa camminare in maniera non confortevole né piacevole, affaticare legamenti e articolazioni e andare molto più lenti.
Tutto dipende da come si vive l'escursione/il cammino. Io amo macinare tanti km e tanto dislivello quindi la leggerezza vince su tutto.
 
Esatto, dipende tutto dallo scopo dell'escursione.
Tutto dipende da come si vive l'escursione/il cammino. Io amo macinare tanti km e tanto dislivello quindi la leggerezza vince su tutto.


Be'@southrim, tu eri partito da qui, da 60 gg in Alaska...
80 litri è un'enormità, credo servano giusto per 60 giorni in Alaska ma non ne sono neanche sicuro.

io non li ho mai fatti 60 giorni in Alaska ma credo che con uno zainetto da 40 litri ci fai poco... :poke:
 
Dai ma era 'na battuta o meglio un' iperbole.:rofl:
Io per il mio primo trekking di 5gg con appoggio in strutture per dormire e mangiare stavo per partire con 50lt e 12 kg: un cambio di intimo al giorno tutto in cotone :)eek:), un kit medico con l’intero flacone di 250ml di acqua ossigenata :)argh:) e via dicendo altre simili amenità. La sera prima mimliberai di un po’ di cose scendendo a 9kg (o_O).

Tempo dopo ho rifatto quello stesso giro con zaino da 18lt e peso complessivo di 5kg acqua inclusa. Senza comprare roba costosissima o UL ma solo:
1) togliendo roba inutile (bastano 30 ml di acqua ossigenata e 1 cambio di intimo)
2) prendendo roba più leggera (intimo tecnico da 10€, poi se L vuoi migliore lompacho di più ma perché sia migliore, non più leggero)
3) prendendo cose meno ingombranti
Non è costato tanto, è costato il tempo di capire cosa mi serviva davvero e di cercarlo in internet: era tutto disponibile e a prezzi accessibili!
 
Io per il mio primo trekking di 5gg con appoggio in strutture per dormire e mangiare

Hai detto niente...

Il cibo pesa tantissimo: 1,5 L di acqua, pane, formaggio, scatolette, stoviglie per cucinare...

Quando faccio lo zaino, prima di mettere il sacchetto con gli alimenti, non è che pesi un granchè :poke: (anche perchè oltre all'acqua c'è anche il vino, un po' di grappa o brandy, altri articoli voluttuari e non strettamente indispensabili :sbav:)

stavo per partire con 50lt e 12 kg: un cambio di intimo al giorno tutto in cotone :)eek:), un kit medico con l’intero flacone di 250ml di acqua ossigenata :)argh:) e via dicendo altre simili amenità. La sera prima mimliberai di un po’ di cose scendendo a 9kg (o_O).

Non so la tua età, ma quando ero giovane e forte, 12-15 kg di zaino erano la norma ed era una bazzecola portarli :sleep:

Tempo dopo ho rifatto quello stesso giro con zaino da 18lt e peso complessivo di 5kg acqua inclusa. Senza comprare roba costosissima o UL ma solo:
1) togliendo roba inutile (bastano 30 ml di acqua ossigenata e 1 cambio di intimo)
2) prendendo roba più leggera (intimo tecnico da 10€, poi se L vuoi migliore lompacho di più ma perché sia migliore, non più leggero)
3) prendendo cose meno ingombranti
Non è costato tanto, è costato il tempo di capire cosa mi serviva davvero e di cercarlo in internet: era tutto disponibile e a prezzi accessibili!
E' ovvio che ottimizzare tutto e portarsi meno peso possibile sul groppone è sempre una buona cosa :si:
 
Io per il mio primo trekking di 5gg con appoggio in strutture per dormire e mangiare stavo per partire con 50lt e 12 kg: un cambio di intimo al giorno tutto in cotone :)eek:), un kit medico con l’intero flacone di 250ml di acqua ossigenata :)argh:) e via dicendo altre simili amenità. La sera prima mimliberai di un po’ di cose scendendo a 9kg (o_O).

Tempo dopo ho rifatto quello stesso giro con zaino da 18lt e peso complessivo di 5kg acqua inclusa. Senza comprare roba costosissima o UL ma solo:
1) togliendo roba inutile (bastano 30 ml di acqua ossigenata e 1 cambio di intimo)
2) prendendo roba più leggera (intimo tecnico da 10€, poi se L vuoi migliore lompacho di più ma perché sia migliore, non più leggero)
3) prendendo cose meno ingombranti
Non è costato tanto, è costato il tempo di capire cosa mi serviva davvero e di cercarlo in internet: era tutto disponibile e a prezzi accessibili!

Io ho cominciato direttamente volendo "segare" perché mi sono imposto di fare il mio primo cammino in strutture (85 km / 4 giorni / quota medio-bassa) con un 22 litri non dotato di tasche esterne (quindi un 20 litri di fatto).
Alla fine il set-up è stato più che sufficiente e ho avuto un peso base tra i 2.5 kg e i 3 kg con un pieno carico mai superiore ai 4.5/5 kg.
In qualche passaggio ho sofferto qualche fastidio a causa di una ventrale scarsetta ma come capienza era perfetto e non ho rinunciato a nulla. Tutto parte dalla pianificazione e dal concentrare il più possibile le attrezzature: crema solare in flaconcini da viaggio da pochissimi ml, alcol idem, deodorante idem. Per il resto n.2 magliette tecniche (di cui una addosso), n.2 mutande, n.2 calzini, 1 pigiama corto, 1 asciugamani in microfibra, 1 pezzetto di sapone, pile, antivento, antipioggia, spazzolino, dentifricio in tubo mini.
Al posto delle borracce che uso abitualmente due bottiglie di plastica da 1LT (che riutilizzo), un carica batterie. Ho avuto anche spazio per la mia macchina fotografica compatta ma ho lasciato a casa il relativo caricabatterie perché basta limitare gli scatti all'essenziale, mi avanzava ancora spazio e avrei anche potuto aggiungere un sacco lenzuolo. Ho lasciato a casa il Garmin perché il cammino è segnato alla perfezione e non ci sono mai problemi di orientamento, inoltre ero in compagnia ed eravamo dotati di app e gps sul telefono.
Cibo gestito con frutta secca e barrette durante il giorno (mai comprato nulla per pranzo) e cena in osteria la sera.
Fosse stato autunno avrei aggiunto giusto una maglia termica.
 
Ultima modifica:
eppure.....io ho avuto un Deuter futura vario 50 + 10 e me lo sono venduto per la disperazione.Tasche poche,comodita' nella norma,niente di eccezionale rispetto al prezzo.Poi ho comprato sempre un Deuter air contact lite 50+10,stessa solfa..niente di che'. Poi ho preso un Osprey Kestrel 68 nero,a prima vista eccezionale,bellissimo ma poi alla prova sul campo deludente,tasche poche e quelle poche che ha sono nella norma rispetto alla marea di zaini meno costosi sulla piazza.Poi e' toccato ad un decathlon Trek 50 +10 che li ha superati tutti in un baleno.Comodo.leggerezza nella norma,tasche e cighie ben collocate oltre all'ottimo ed indovinato porta borraccia inclinato per essere comodamente raggiunto dalle mani senza chiedere aiuto ogni volta a chi ti segue. Ora lo vendo ma solo per ridurre il litraggio.
 
Ultimamente il Deca su è un po' ripreso (per fortuna) ma 3 anni fa secondo me ha avuto un periodo di "involuzione" almeno sugli zaini.

Per fare un esempio su zaini da escursione giornaliera: anno 2014, compravi uno zaino da 30L, pagavi 30 euro ed effettivamente avevi un prodotto "onesto" non era il migliore zaino del mondo ma aveva un minimo di rifiniture, magari ti davano anche la cover antipioggia. Se avevi culo anche lo schienale areato. Il materiale sembrava migliore al tatto.

Anni 2017-18 compravi uno zaino, lo pagavi 30 euro e.. o erano dei tubi con due spallacci, o zaini da cittá porta computer riclassificati trekking.

Adesso per fortuna sembra che siano tornati alle origini, questa estate avevano zainetti 30-40 L, leggeri, ben costruiti in proporzione al prezzo di vendita.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso