Zaino in previsione di trekking + giorni

Il post numero 25 è stato selezionato come miglior risposta dall'autore della discussione.

Buonasera a tutti,
sono nuovo nel FORUM, scrivo per avere qualche consiglio sullo zaino da comperare in vista di un viaggio in programma ad agosto in Scozia; sperando che questa situazione critica relativa al coronavirus si risolva presto, sto iniziando ad aggiornare il mio equipaggiamento.
Parlando brevemente del viaggio... ho in programma di passare 2 settimane in Scozia, dedicando una settimana circa al trekking (facendo una parte del Cape Wrath Trail->Ullapool-Cape Wrath, quindi se qualcuno conoscesse la zona o avesse già fatto un trekking lungo questo sentiero, un suo consiglio sarebbe ben accetto), durante la settimana di trekking vorrei pernottare in tenda, invece l'altra settimana mi vorrei appoggiare a degli ostelli. Il trekking pianificato prevede ca 20/30km al giorno senza dislivelli eccessivi (tranne qualche eccezione), la zona, come ben saprete, è molto piovosa ed umida.

Premetto di essere alto 1,80 e di essere piuttosto robusto di corporatura; stavo cercando un prodotto, il cui litraggio si aggirasse tra i 60/80 litri, non mi interessa avere un prodotto estremamente leggero, il mio budget si aggira intono ai 100/130 euro; avevo adocchiato i prodotti Ferrino, in particolare la linea Transalp, lo zaino mi sembra interessante, qualcuno lo critica per il suo peso eccessivo (risultando + robusto). Avevo visto anche gli Osprey, i Salewa, i Deuter(fuori budget probabilmente)...

Sono indeciso anche sul litraggio perchè pernottando in tenda ho necessita di spazio nello zaino, sicuramente prendendo uno zaino con litraggio inferiore(quindi sui 60L) porterei con me meno materiale superfluo; però come ho letto nel forum, molti consigliano di evitare di agganciare materiale fuori dallo zaino (tappetino, sacco a pelo, tenda...) per evitare sbilanciamenti, quindi seguendo questo principio sarebbe meglio uno zaino più grande (80L). Consigli???

Un'altra domanda per i più esperti, quale è il peso ideale a grandi linee) dello zaino carico per intraprendere un viaggio del genere?

Ditemi se mi sono dimenticato di indicare qualcosa,

ringrazio già in anticipo chi mi risponderà,
Niccolò
 
Ciao.
Temo che la questione epidemia durerà ancora un po'.

Credo che una settimana in completa autonomia debba considerare se questo comprende anche il cibo o pensi di rifornirti giornalmente o meglio se hai questa possibilità. E poi la questione acqua. Anche qui dipende se la zona è ricca di acqua o meno.

Bisogna fare molta attenzione al peso sulla schiena. Dipende molto da quanto sei abituato a portare e da che materiali hai a disposizione.
In base alle variabili di cui sopra il peso potrebbe essere molto variabile.
20 km al giorno con poco dislivello si potrebbe arrivare a 14-15kg senza morire.
In ogni caso bisogna vedere che materiali hai disposizione. Ora fanno cose con materiali molto leggeri e con basso volume. Molto del litraggio da scegliere dipende anche da questo.

Al di là del peso totale valuta uno zaino che possibilmente pesi a secco meno di 2.5 kg.
Litraggio: dipende dalle variabili di cui sopra. Direi che 70 litri potrebbero bastare in caso di completa autonomia.
Il budget che segnali è abbastanza limitato per uno zaino da portata.
Il Transalp è uno zaino abbastanza robusto ma magari il 60 non ti basta.
Ferrino fa anche l ottimo overland 65+10 ultima versione ma costa un po' di più.
Se vuoi avere un prodotto molto robusto e molto economico con un rapporto qualità prezzo impareggiabile consiglio il tashev Mount 60+10. Fanno anche il 80+15.
Non fare conto troppo su quel +.
Per la quantità di roba prendi un sacco di immondizie a litraggio noto e metti dentro tutto quello che porteresti e così trovi il litraggio più adatto eliminando magari il superfluo. Del Mount trovi mia recensione qui. Per quel prezzo non hai molte altre scelte. Se avessi un budget maggiore avrei vari altri modelli da consigliare.
Il budget che proponi per
 
Ti ringrazio per la risposta.
Consigliami pure zaini più costosi, poi valuterò successivamente, se ne valga effettivamente la pena;)
 
1) osprey Aether 70 direi al primo posto
2) osprey kestrel 68
3) deuter air contact 55+10
4) osprey atmos 65
5) Lowe alpine cerro Torre e manaslu
7) millet Mount Shasta
8) ferrino Transalp e overland
9) karrimor Jaguar
Comunque non c'è in giro finora a mio giudizio uno zaino che abbia un rapporto qualità prezzo paragonabile al Tashev Mount o kentaurus.
 
1) osprey Aether 70 direi al primo posto
2) osprey kestrel 68
3) deuter air contact 55+10
4) osprey atmos 65
5) Lowe alpine cerro Torre e manaslu
7) millet Mount Shasta
8) ferrino Transalp e overland
9) karrimor Jaguar
Comunque non c'è in giro finora a mio giudizio uno zaino che abbia un rapporto qualità prezzo paragonabile al Tashev Mount o kentaurus.
Ti ringrazio, ci do un'occhiata;
se qualcuno avesse qualche altro consiglio o qualche altra esperienza personale, sarei curioso di avere altri pareri.:si:
--- Aggiornamento ---

Cosa hanno gli Osprey ed i Lowe Alpine di speciale per poter giustificare quelle cifre? Vorrei capir questo; sicuramente sono zaini di ottima fattura, però vorrei capirlo da chi è più esperto di me.

Grazie,
Niccolò
 
Ultima modifica:
Ti ringrazio, ci do un'occhiata;
se qualcuno avesse qualche altro consiglio o qualche altra esperienza personale, sarei curioso di avere altri pareri.:si:
--- Aggiornamento ---

Cosa hanno gli Osprey ed i Lowe Alpine di speciale per poter giustificare quelle cifre? Vorrei capir questo; sicuramente sono zaini di ottima fattura, però vorrei capirlo da chi è più esperto di me.

Grazie,
Niccolò
Perché sono entrati nella moda ahahah.
I Deuter costano anche di più.
Da quello che so in Italia il distributore è Scarpa. Sono importati dall' America e ci saranno sicuramente sopra delle tasse.
Gli osprey sono comunque zaini ben fatti, molto versatili con molti optional diciamo. Abbastanza robusti. Ergonomicamente molto comodi e anche spesso più leggeri della concorrenza. Hanno tutto quello che dovrebbe avere uno zaino da trekking completo. Questa cosa per altro la trovi anche in tante altre marche: ferrino, deuter , millet, Lowe ecc.
Io ho un kestrel 38 e ne sono soddisfatto poi ho dei deuter e altro. Qualcuno ha criticato i ferrino per la fattura di certe cuciture cosa che io non ho più di tanto notato.
Da anni ho dei deuter e sono veramente indistruttibili ma pesano. Stessa fattura dei deuter i tashev in cordura indistruttibili ma molto più leggeri dei deuter ma non paragonabili per prezzo.
Se disponendo di un budget basso andrei sicuramente suo tashev: essenziali, robustissimi, ben fatti, magari non hanno tutti quegli aggeggi dei più blasonati ma chi se ne frega. Poi dipende uno cosa ritiene indispensabile per uno zaino da trekking. Per alcuni sono fondamentali tasche fatte in un certo modo in posti giusti e qui osprey è imbattibile, ma anche deuter e certi ferrino. C'è chi vuole la comodità, chi vuole la robustezza, chi la leggerezza. Diciamo che certi osprey come l aether o l atmos condensano tutte queste caratteristiche. Poi sulla robustezza di pende molto dai modelli per es kestrel e aether sono più robusti. Quasi nessuno invece arriva alla robustezza dei Tashev in cordura che con 2,4kg ti offrono un 80+15litri e un 60+10 con 2 kg
--- Aggiornamento ---

Io sono un po' maniacale si queste caratteristiche però l ottimo assoluto per ognuno è difficile da trovare
 
francescogulag74 mi ha detto la sua, dandomi informazioni molto utili e per questo lo ringrazio.
Altri pensieri/giudizi? Vi serve qualche altra info?

Niccolò
Calcola di portare nello zaino un peso sul 15%-20% del tuo peso corporeo. Poi lì dipende molto da te. C'è gente che sopporta molto bene anche pesi maggiori perché è giovane, abituato e con articolazioni in ordine.
Chiaro che se uno ha soldi da spendere e si può dotare di materiale valido ultraleggero riesce a stare anche sotto a questo peso.

In ogni caso devi considerare una cosa fondamentale. Il cibo. Se durante il trekking puoi rifornirti o no.
 
Calcola di portare nello zaino un peso sul 15%-20% del tuo peso corporeo. Poi lì dipende molto da te. C'è gente che sopporta molto bene anche pesi maggiori perché è giovane, abituato e con articolazioni in ordine.
Chiaro che se uno ha soldi da spendere e si può dotare di materiale valido ultraleggero riesce a stare anche sotto a questo peso.

In ogni caso devi considerare una cosa fondamentale. Il cibo. Se durante il trekking puoi rifornirti o no.
Durante il trekking si trovano dei centri abitati, ma in maniera molto limitata...Quindi la mia idea è quella di portarmi tutto l'occorrente con me per quanto riguarda il cibo; l'acqua non dovrebbe essere un problema. Per quanto riguarda la mia forma fisica... Ho 20 anni e faccio attività sportiva costantemente, quindi non ho grossi problemi; l'unica cosa è che non ho mai fatto trekking di più giorni senza fermarmi in un rifugio/ostello
 
Io starei su 80l, cercando di non riempirlo.
Perchè la mattina presto non avrei voglia di stare inginocchiato a piegare come Marie Kondo, con le mani intirizzite, tutto quanto per comprimere meglio il contenuto.
E poi la fame. Sono stato da quelle parti tanti anni fa, per cui non fa testo, ma ricordo nettamente che l'approvvigionamento fosse diverso da qualunque posto mediterraneo, dove il cibo arriva da ogni angolo.
Ero in macchina con mio padre, che è un esteta poco interessato alle cose di panza, e ancora ricordo un paio di pranzi saltati per motivi di orari o perchè semplicemente non c'erano posti dove comprarlo.
L'aria era frizzante e avevo sempre fame, pur camminando poco.
Per cui spazio per portare cibo ci deve essere.
Il problema di avere cose agganciate fuori è che tira una bella arietta, farebbero da vela.

Però io ho la sindrome di Sissi l'imperatrice, con il baule al seguito, c'è gente che con 55/60l ci gira il mondo.
Forse prima di prenderlo se tu riuscissi a fare un giro locale di tre giorni, in autonomia...
 
Non ho grandissima esperienza di marche che non sia Osprey. Francesco è un profondo conoscitore dell'argomento e i consigli che hai ricevuto sono da considerarsi validissimi.
Se io pemnsassi di realizzare un trekking come quello che hai in mente tu, non starei a lesinare sul costo dell'attrezzatura. Da possessore di osprey aether 70 non posso che consigliartelo. Comodità impareggiabile! Sulla questione prezzo, se cerchi bene puoi trovare un Osprey ad un cifra di non molto superiore al tuo budget ;)
 
Anche io sono un felice possessore di un osprey aether 60l, il Kestrel 48l mi piace molto, se no puoi guardare il 3f ul gear, lo zaino pesa sotto il kg e costa 80/100 euro.
Come trekking in Scozia c è il West Highland Way, forse è il più famoso, ogni tappa inizia e finisce in un centro abitato quindi è possibile farne solo alcune tratte.
Secondo me uno zaino da 48 litri va più che bene se possiedi materiali leggeri, se no massimo 60 litri. E ricorda più di 8 kg (senza contare il mangiare) è un trasloco :biggrin:
 
Durante il trekking si trovano dei centri abitati, ma in maniera molto limitata...Quindi la mia idea è quella di portarmi tutto l'occorrente con me per quanto riguarda il cibo; l'acqua non dovrebbe essere un problema. Per quanto riguarda la mia forma fisica... Ho 20 anni e faccio attività sportiva costantemente, quindi non ho grossi problemi; l'unica cosa è che non ho mai fatto trekking di più giorni senza fermarmi in un rifugio/ostello
Se non hai mai fatto trekking di più giorni la cosa fondamentale è di fare qualche test. Ti assicuro che 7 giorni in completa autonomia mi hanno spaccato quanto ero agli scout. Certo c'erano altri materiali alla fine degli anni 80 primi anni 90. Avevo un Invicta Nord 70l+ prolunga a quel tempo. In quegli anni quasi tutto era pesante e non avevamo un soldi da spendere. Decathlon non esisteva. In montagna ci andavano i Montanari, non c'era turismo di massa come oggi specie in certi luoghi. Si rischiava per un campo mobile di viaggiare con 18-19 kg sulle spalle che non è proprio un divertimento.
Quindi in definitiva ti consiglierei di fare almeno 1 test di 2 giorni. Magari ti fai prestare uno zaino da qualcuno. Una buona abitudine non avendo grandi idee sarebbe quelladi prendere un sacchetto delle immondizie a litraggio Noto e di riempirlo con le cose che servono tutte quante. Così vedi più o meno il litraggio che ti serve. Questo lo puoi fare facendo una prova di un percorso per 2 giorni così vedi quanti litri ti servono per 2 giorni. Così capisci anche la roba superflua in modo da eliminarla la volta successiva che vai via.
L alleggerimento è un percorso che richiede esperienza. Nessuno nasce imparato. Ricordalo. Cazzate se ne fanno sempre. Ma col tempo si lima il superfluo e si guadagna sul peso.
Ripeto comunque che se hai tanti soldi da spendere per prendere tanta roba performante ultraleggera e molto comprimibile ti basta anche un 40 litri.
Poi dobbiamo considerare anche uno cosa vuole fare intendiamoci subito. se uno va in giro per fare dei record e quindi soffre freddo e fame tutto si può fare in estrema essenzialità. sinceramente quando vado in giro a fare un trekking non voglio soffrire né il freddo né la fame quindi anche se porto un chilo o due in più sulla schiena va bene così per me vado magari un po' più lento mi fermo ogni tanto e ho qualche confort in più. Io la penso così. Non ho bisogno di fare nessun nuovo record.
--- Aggiornamento ---

Non ho grandissima esperienza di marche che non sia Osprey. Francesco è un profondo conoscitore dell'argomento e i consigli che hai ricevuto sono da considerarsi validissimi.
Se io pemnsassi di realizzare un trekking come quello che hai in mente tu, non starei a lesinare sul costo dell'attrezzatura. Da possessore di osprey aether 70 non posso che consigliartelo. Comodità impareggiabile! Sulla questione prezzo, se cerchi bene puoi trovare un Osprey ad un cifra di non molto superiore al tuo budget ;)
Ciao Max, sono il maniaco
 
Come
Se non hai mai fatto trekking di più giorni la cosa fondamentale è di fare qualche test. Ti assicuro che 7 giorni in completa autonomia mi hanno spaccato quanto ero agli scout. Certo c'erano altri materiali alla fine degli anni 80 primi anni 90. Avevo un Invicta Nord 70l+ prolunga a quel tempo. In quegli anni quasi tutto era pesante e non avevamo un soldi da spendere. Decathlon non esisteva. In montagna ci andavano i Montanari, non c'era turismo di massa come oggi specie in certi luoghi. Si rischiava per un campo mobile di viaggiare con 18-19 kg sulle spalle che non è proprio un divertimento.
Quindi in definitiva ti consiglierei di fare almeno 1 test di 2 giorni. Magari ti fai prestare uno zaino da qualcuno. Una buona abitudine non avendo grandi idee sarebbe quelladi prendere un sacchetto delle immondizie a litraggio Noto e di riempirlo con le cose che servono tutte quante. Così vedi più o meno il litraggio che ti serve. Questo lo puoi fare facendo una prova di un percorso per 2 giorni così vedi quanti litri ti servono per 2 giorni. Così capisci anche la roba superflua in modo da eliminarla la volta successiva che vai via.
L alleggerimento è un percorso che richiede esperienza. Nessuno nasce imparato. Ricordalo. Cazzate se ne fanno sempre. Ma col tempo si lima il superfluo e si guadagna sul peso.
Ripeto comunque che se hai tanti soldi da spendere per prendere tanta roba performante ultraleggera e molto comprimibile ti basta anche un 40 litri.
Poi dobbiamo considerare anche uno cosa vuole fare intendiamoci subito. se uno va in giro per fare dei record e quindi soffre freddo e fame tutto si può fare in estrema essenzialità. sinceramente quando vado in giro a fare un trekking non voglio soffrire né il freddo né la fame quindi anche se porto un chilo o due in più sulla schiena va bene così per me vado magari un po' più lento mi fermo ogni tanto e ho qualche confort in più. Io la penso così. Non ho bisogno di fare nessun nuovo record.
--- Aggiornamento ---


Ciao Max, sono il maniaco
come stetu?
 
Si il consiglio che ti ha dato @francescogulag74 per me è stato essenziale, prima del mio primo lungo trekking feci 3 giorni di tenda, con uno zaino pensato per due settimane di cammino, mi ricordo che arrivato a casa iniziai a levare di tutto e di più. :biggrin:
 
Non cerco nessun record:biggrin:, devo rispettare diciamo i tempi per poter non aver problemi al ritorno; comunque ho pianificato di lasciarmi qualche giorno di comporto per evitare sorprese. Un 40 litri non credo proprio di prenderlo, non ho materiale estremamente tecnico (non ho neanche intenzione di comprarlo) che mi possa consentire di viaggiare con un litraggio così ridotto.
Sicuramente concordo sul fatto che sullo zaino non si risparmia, visto che comunque è il miglior amico(nemico) in queste avventure. Qualcuno che ha esperienza personale con i Ferrino? Obiettivamente sono inferiori agli Osprey sotto certi punti di vista?
Diciamo che personalmente avrei ristretto il campo di scelta tra Ferrino (Transalp 80( seguendo il consiglio di Giovanni66) e Overland 65+10) e Osprey (Aether 60/70 ed Kestrel68). Fra Ferrino ed Osprey diciamo che rimane quella differenza di 50/60 euro... Differenze sostanziali fra Aether 60/70 ed Kestrel68?
--- Aggiornamento ---

Per seguire il consiglio di @francescogulag74. potrei fare un test con il Monviso3:)... Sicuramente non sarà comodo come il mio prossimo acquisto, però il suo lo fa.
Quando la situazione lo permetterà farò questo test; intanto posso provare a fare il test del sacco nero:ph34r:
 
Ultima modifica:
Come

come stetu?
Ciao. Semo in mezzo ai Covid in ospedale. Ma disperazione. Mi ci vogliono 3 mesi di montagna per recuperare
--- Aggiornamento ---

Non cerco nessun record:biggrin:, devo rispettare diciamo i tempi per poter non aver problemi al ritorno; comunque ho pianificato di lasciarmi qualche giorno di comporto per evitare sorprese. Un 40 litri non credo proprio di prenderlo, non ho materiale estremamente tecnico (non ho neanche intenzione di comprarlo) che mi possa consentire di viaggiare con un litraggio così ridotto.
Sicuramente concordo sul fatto che sullo zaino non si risparmia, visto che comunque è il miglior amico(nemico) in queste avventure. Qualcuno che ha esperienza personale con i Ferrino? Obiettivamente sono inferiori agli Osprey sotto certi punti di vista?
Diciamo che personalmente avrei ristretto il campo di scelta tra Ferrino (Transalp 80( seguendo il consiglio di Giovanni66) e Overland 65+10) e Osprey (Aether 60/70 ed Kestrel68). Fra Ferrino ed Osprey diciamo che rimane quella differenza di 50/60 euro... Differenze sostanziali fra Aether 60/70 ed Kestrel68?
--- Aggiornamento ---

Per seguire il consiglio di @francescogulag74. potrei fare un test con il Monviso3:)... Sicuramente non sarà comodo come il mio prossimo acquisto, però il suo lo fa.
Quando la situazione lo permetterà farò questo test; intanto posso provare a fare il test del sacco nero:ph34r:
Ciao anche io ho Monviso 3 del 1984 va ancora bene.
Io alla fine prenderei un Osprey Aether 70 che lo metto in prima posizione assoluta. Max Fontana lo ha e ti potrà dare dei dettagli. Io e lui ne abbiamo discusso per mesi e siamo venuti a questa conclusione. C'è anche l 85 ma forse è troppo secondo mio parere.
Ferrino overland molto buono anche Transalp ma l aether è sicuramente più comodo.
Top della comodità sarebbe l Atmos comunque andrei di Aether.
 
Ultima modifica:
Io ho avuto sia Ferrino che Osprey, la differenza grande la fa lo schienale, l'Osprey Aether ti supporta in maniera eccelsa a zaino pieno. Sul litraggio devi anche considerare la tua altezza e peso, io sono 1.76 e peso 68 kg, più di un 60 litri anche volendo non riuscirei a trasportare. Quindi considera anche la tua corporatura. Il Finisterre della Ferrino ne ho comunque sentito parlare molto bene.
 
Io ho avuto sia Ferrino che Osprey, la differenza grande la fa lo schienale, l'Osprey Aether ti supporta in maniera eccelsa a zaino pieno. Sul litraggio devi anche considerare la tua altezza e peso, io sono 1.76 e peso 68 kg, più di un 60 litri anche volendo non riuscirei a trasportare. Quindi considera anche la tua corporatura. Il Finisterre della Ferrino ne ho comunque sentito parlare molto bene.
Io sono 1,80x 85kg+-, non credo che avrei problemi anche con uno zaino di 80litri. Poi alla lunga ci sono altri fattori che subentrano (forma fisica, esperienza, tipo di percorso ecc.)
 

Discussioni simili


Alto Basso