Zaino per un lungo cammino.

Ciao a tutti,
ho bisogno di alcuni consigli per l'acquisto di uno zaino.
Ho deciso di fare gli 800km del cammino di Santiago de Compostela e a questo punto avrei bisogno di uno zaino da 50lt leggero e confortevole per fare una 30km al giorno con un carico di 10kg circa.

Per adesso sto prendendo in considerazione il deuter futura vario, qualcuno può suggerirmi qualcosa di meglio?
Grazie in anticipo.


Per coloro che mi volessero consigliare anche su una tenda e un sacco letto vi prego non esitate
 
Ultima modifica:
Ciao resaliena
Non conosco lo zaino da te proposto, ma con deuter ogni prodotto è una garanzia!
Mi permetto di consigliarti anche il vaude wizard air che è molto aereato e può essere allargato per guadagnare qualche litro. Sempre personalmente visti i km non prenderei qualcosa di più grande di 35 lt; la chiave del tuo divertimento sarà il peso.

Saluti

Manuel

O.T. Io come abbigliamento prenderei solo cose sintetiche e che asciugano in fretta, in questo modo ti fai il bucato tutti i giorni e risparmi peso e volume da portarti dietro.
 
Sicuramente l'abbigliamento sarà tutto sintetico e facile da asciugare. Certo che se riuscissi a mettere tutto in 35 lt sarebbe il massimo anche per i pesi. Perchè è vero che il peso elevato penalizza molto sui dislivelli ma anche su 30km per 30gg alla fine non deve essere piacevole caricarsi troppo.
Grazie per la tua "onnipresenza"!
 
Per ME, per come IO vedo il viaggio che vuoi fare e per come IO lo farei al tuo posto, non prenderei più di un 35lt, a prescindere poi da marche e modelli. In questo modo hai poco spazio e sei costretto per forza a viaggiare leggero. Già 800 km non sono pochi, se poi te li fai carico come un somaro potresti non riuscire a goderti a pieno il viaggio.

Sempre per come la vedo IO, e per come me la sono studiata (perchè devi sapere che avevo in mente di fare questo percorso con mia moglie, ma non so se ci sarà realmente possibile) IO utilizzerei gli Albergue, e questo mi consentirebbe di eliminare il peso e l'ingombro della tenda, utilizzerei un sacco lenzuolo (tipo questo) eliminado ancora di piu peso ed ingombro.

Saluti

Manuel
 
Anche io fino a poco tempo fa lo volevo fare utilizzando gli albergue, poi dopo alcune testimonianze (e non poche) ho deciso di caricarmi come un somaro e farlo in tenda.
Condivido con te che sia una mezza follia. Però con una scelta accurata dei materiali credo di riuscire a stare tra i 10 e i 10.5 kg. Poi è ovvio che se non avessi saputo di molti casi di piattole potrei viaggiare con soli 6-7kg.
 
Due parole sullo zaino.
Data l'intenzione di usare la tenda, concordo sui 50l che sono capacità sufficiente se scegli materiali poco ingombranti oppure se ti concedi poco oltre l'essenziale.
Difficilmente però starai attorno ai 10kg dato che ne avrai almeno 7 tra zaino, tenda, sacco a pelo e materassino, 2l di acqua (che potrebbero essere di più).
Immagino poi ci saranno varie altre attrezzature quali luci, fotocamera telefono e eventuali batterie, kit medico, necessario per l'igiene, abbigliamento di ricambio...
Penso che 15kg sarebbe già un ottimo traguardo

Sui deuter non so dire molto perché non ne ho mai usati. Sono generalmente più pesanti dei concorrenti ma si dice siano ottimi, resistenti e comodi.

:)
 
Pensavo al deuter perché l'ho provato e mi calza bene e come potete vedere ha un convincente sistema di aerazione della schiena credo utile se si viaggia in estate. Ne esisterebbe un modello più leggero ma credo mi farebbe respirare poco.
Per adesso, senza contare l'acqua, dopo aver pesato tutto ciò che mi serve e considerando 2.1kg di tenda 2.25kg di zaino e 0.75kg tra sacco e materassino, sono a 10.5kg di carico. Spero di non andare troppo oltre.
 
Io quando ho fatto il Cammino avevo un 80lt che mi avevano prestato ed era mezzo vuoto...quindi pure io punterò su max 60lt e concordo sul fatto che non è salutare superare i 10/12kg di peso...soprattutto se lo fai in estate (io ero ad agosto...caldo allucinante).
Il prossimo anno conto di tornarci e questa volta pure io in tenda ma consiglierei di alternare le due cose, Albergue e tenda...se non altro per farsi una doccia in relax ;)
Non ho avuto particolari problemi dormendo negli albergue ma penso che con un sacco lenzuolo di quelli in seta/cotone non dovresti aver grossi problemi!
 
Io quando ho fatto il Cammino avevo un 80lt che mi avevano prestato ed era mezzo vuoto...quindi pure io punterò su max 60lt e concordo sul fatto che non è salutare superare i 10/12kg di peso...soprattutto se lo fai in estate (io ero ad agosto...caldo allucinante).
Il prossimo anno conto di tornarci e questa volta pure io in tenda ma consiglierei di alternare le due cose, Albergue e tenda...se non altro per farsi una doccia in relax ;)
Non ho avuto particolari problemi dormendo negli albergue ma penso che con un sacco lenzuolo di quelli in seta/cotone non dovresti aver grossi problemi!

La mia per la sera è di piantare la tenda fuori da un albergue e pagare loro il pernottamento in modo da usufruire di servizi e doccia. Poi ogni 100km hotel.
 
Il cammino

Se può ancora esserti utile la mia testimonianza, eccola: Ho terminato il cammino 8.10.2012, sono partito da Saint Jean pied de Port il 6.09.2012, come zaino ho optato per un DEUTER ACT 40+10. Ho dormito (eccetto due volte) sempre negli Albergue senza mai accusare problemi di piattole, pidocchi, zecche, pulci e via dicendo, i problemi invece erano dovuti al russare incessante, all'odore di canfora sempre presente per via delle pomate che alcuni utilizano in modo industriale (come se più ne metti più allevia la fatica o i crampi, senza però fare mai dello stretching...), e certe volte lo spazio esiguo di certi Albergue. Forse sono stato fortunato, ma parlando con altri non ho sentito di "attacchi" notturni, piuttosto io, come tutti gli altri, usavo una precauzione, mi aprivo il sacco a pelo e se faceva caldo ci dormivo sopra, se sentivo un brivido mi ci infilavo dentro. Il sacco è di quelli leggeri (680gr) sintetico, difficile che le "bestioline" si attacchino, prediligono fibre naturali. In ultimo, in molti Albergue ti danno un telo e una fodera usa e getta che vanno a diminuire ulteriormente possibili incontri ravvicinati. Questa è la mia esperienza, come pro ti posso dire che negli Albergue (non in tutti ma quasi) si instaura un clima di solidarietà e di convivenza che vale la pena viverlo, ameno che tu sia come alcuni pellegrini che fanno della fretta il loro stile di vita, sempre di corsa senza fermarsi mai a contemplare quello che li circonda e senza fermarsi a ridere o parlare con nessuno (ne ho conosciuti lungo il cammino...fortunatamente sono pochi). Se posso permettermi un consiglio...non strafare e prendila con calma, pellegrini SI, martiri NO.
 
Complimenti, pinolo... 12 righe, e una sintesi perfetta!
Grazie mille... è servito molto anche a me.
Anche io mi sto organizzando. ed ho preso un deuter aircontact pro da 60...
Non vedo l'ora...:biggrin:
 
Cammino di Santiago

Buon cammino allora, se posso esserti ancora d'aiuto chiedi pure. Se permetti posso invece consigliarti di viverti il cammino con serenità, senza la fobia di arrivare a fare tot km al giorno per forza, alcune volte ti troverai ad essere stanco e spossato, anche se non farai la tappa che ti eri prefissato non è un dramma, altre volte sarai carico e non ti fermeresti mai, varrà la pena continuare fin che ti pare. Non prenderla come sfida o competizione, perderesti gli attimi e i momenti belli che il cammino sa regalare, se così sarà, forse come me (e tanti altri che ho conosciuto) giunto a Santiago ti chiederai: "ma come?.... sono arrivato?... ricomincerei dinuovo da capo" e un filo di nostalgia ti assalirà. Ho visto scorrere anche qualche lacrima in effetti difronte la cattedrale, mascherata da emozione, invece era il cammino che era entrato nel fortunato pellegrino (la rima non è intenzionale), cosi come il pellegrino era entrato nel cammino. Scusa la vena poetica, ma capirai tu stesso cio che voglio dire quando farai il cammino. Permettimi anche di consigliarti gli albergue parrocchiali, non perchè io sia un ferreo credente o un uomo di chiesa, anzi, posso definirmi (aimè) l'opposto, eppure..... mi son dovuto ricredere. In alcuni l'ospitalità, il calore, il fatto che si cena tutti insieme, si sparecchia, si pulisce tutti insieme crea un legame e delle emozioni forti, che rafforzano lo spirito, la mente e rimangono a lungo nel ricordo. Ciao.:)
 
Capisco perfettsmente, credimi.
Nonostante anche io sia quanto di piu lontanto da un credente, ho fatto 300 km di francigena (che finirò in primavera) e mi son trovato a piangere abbracciato and una persona conosciuta 2 giorni prima... Non sono uno facile alle lacrime...
Ma capisco che sono esperienze che ti segnano.
Grazie ancora!
Ti contatterò di sicuro!
 
Ciao a tutti,
ho bisogno di alcuni consigli per l'acquisto di uno zaino.
Ho deciso di fare gli 800km del cammino di Santiago de Compostela e a questo punto avrei bisogno di uno zaino da 50lt leggero e confortevole per fare una 30km al giorno con un carico di 10kg circa.

Per adesso sto prendendo in considerazione il deuter futura vario, qualcuno può suggerirmi qualcosa di meglio?
Grazie in anticipo.


Per coloro che mi volessero consigliare anche su una tenda e un sacco letto vi prego non esitate
Ho appena messo in vendita il mio zaino... dacci un'occhiata!
Può interessare?
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso