Recensione ZT 0393 Hinderer design

photostudio_1608484245957.jpg


Dopo aver provato diversi coltelli di casa Kai, per la prima volta mi sono deciso ad acquistarne uno.
Sono sempre stato restio a causa dei prezzi spropositati e dei notevoli spessori al filo. Ho seguito molte recensioni on line e ho deciso di optare per questa lama, versione non "limited" del modello 0392.

IMG_20201231_152239.jpg


IL COLTELLO:
Parliamo di un chiudibile dalle linee moderne che si colloca in una fascia affollata, quella dei coltelli sportivi sotto i 10 cm di lama.
Il progetto deriva dal modello 0392, della quale sono state realizzate poche e costose versioni. Gli utenti hanno chiesto una variante regolarmente acquistabile, possibilmente più abbordabile.

122e7ae9a11f5cd8ae4e42227a9624ad.jpg


Anche in questo caso il progetto è opera di Rick Hinderer. Sinonimo di qualità e di alti costi. Sono stati scelti ottimi materiali, in pratica il meglio che si trova in giro.
Fusi in un disegno moderno e con abbinamenti cromatici molto in voga.
Spesso diciamo "tanto fumo e poco arrosto" ma stavolta mi devo ricredere perché come vedrete a breve, il progetto è ben studiato.

IMG_20210101_165536.jpg


Qui di seguito allego una tabella con le caratteristiche tecniche.
Le misure sono proporzionate ed il peso è ragionevole.
È disponibile anche in grigio ma in blu rende meglio secondo me.
Da notare il sistema di apertura, davvero eccellente.

photostudio_1609680552175.jpg


Ora guardate le sue immagini a confronto con altri chiudibili, giusto per capire meglio le sue proporzioni.

IMG_20210102_170842.jpg


IMG_20210102_170532.jpg


I MATERIALI IMPIEGATI:
L'acciaio scelto è un validissimo inox della Crucible, CPM20v.
Il manico è in titanio anodizzato blu.
Con inserti in g10 disegnati da Hinderer.
Sono proposte interessanti che ben si sposano col concetto di coltello ad uso sportivo, usabile sempre, anche se meno votati ai lavori pesanti.
Del resto è un chiudibile. Progettato in un Paese che consente spesso il porto quotidiano del coltello.

IMG_20210103_215353.jpg


LA CONFEZIONE:
Che tristezza spendere tanto in un prodotto di alta fascia e vedere poca attenzione al packaging. Certo conta nulla ai fini pratici ma qui siamo quasi ai livelli bassi di Lionsteel.
Molti fanno decisamente meglio.

IMG_20210102_170550.jpg


IMG_20201231_143036.jpg


ASSEMBLAGGIO:
Livello altissimo. Centratura della lama perfetta. Tutti i dettagli sono curati con precisione.

IMG_20201220_205013.jpg


LA LAMA:
Oltre al materiale si distingue per la forma avveniristica e la tonalità bicolore che ne enfatizza la linea.
La punta è definita Spanto, una Spear tagliata verso l'alto.
Il falso controfilo lo rende simile ad un arpione.
La parte scura, DLC coated, reca il logo del marchio, vicino al thumb stud.
Il dorso è stondato e comodo per appoggiare il pollice.

photostudio_1608493637122.jpg


È presente un tallone che aiuta durante l'affilatura. Fortunatamente non vi è ricasso, il tagliente quindi inizia molto presto, ma vi è il flipper a proteggere la mano.
Ora la parte più importante.... è molto affilato! E non è spesso al filo.
Quindi taglia molto bene, cosa rara su molti concorrenti.

IMG_20210102_170806.jpg


IL MANICO:
Croce e delizia della coltelleria moderna. Soprattutto sui chiudibili.
Questo è molto bello, si impugna bene e non infastidisce la mano.
Ovviamente per lavori non prolungati altrimenti stanca.
Lavorato sopra e sotto per dare sicurezza, preciso e ben assemblato.
L'inserto in g10 da grip ma non ha resa scenica infatti i collezionisti hanno chiesto una versione in carbonio.
Il dito è vicino al tagliente, consentendo di lavorare con precisione.
Anche le mani grandi si troveranno a loro agio.

photostudio_1608488332839.jpg


L'alloggiamento per la clip consente il montaggio della versione deep carry. Quella in dotazione è morbida e dopo un po' perde la sua aderenza. Inoltre è sottotono come estetica.... Casualmente si può sostituire con quella in titanio blu prodotta da Hinderer.... Ah il marketing!
Foro per laccetto assente. Strano.

IMG_20201231_144118.jpg


L'APERTURA:
Fiore all'occhiello di questo progetto.
Fluida, naturale, efficace. Un vero piacere.
Qui scopriamo che il thum stud è in realtà uno stopper. Infatti serve come freno ed è quasi inutile per aprire.

IMG_20210102_170632.jpg


IMG_20210102_170609.jpg


Il sistema su cuscinetti a sfera è semplice ma realizzato con grande precisione ed il risultato nei sente eccome.
Anche la leva del flipper è zigrinata, impossibile che il dito scivoli. Un bel dettaglio.

IMG_4268-920x690.jpg


BLOCCO:
Classico liner in titanio senza infamia e senza lode.
Nel dettaglio si vede la pregevole fattura.
All'atto pratico non cede e si apre senza troppa difficoltà.

IMG_20210102_170709.jpg


LE PROVE:
Dal 31/12/2020 ad oggi l'ho usato quotidianamente. Dieci giorni di normale utilizzo, come si dovrebbe fare con un chiudibile.
Quindi nessuna prova estrema ma solo tanta realtà.
Dalle foto non si comprende quello che ho sentito, vi chiedo quindi di perdere ancora qualche secondo per leggere le mie impressioni.
È bastato un attimo per trovarmi a mio agio come se lo usassi da anni.
Invoglia a tagliare. È affilato ma non esasperato. È leggero e confortevole.
Il pollice trova spazio con comodità nella spinta e se fate lavori di precisione non resterete delusi.
La punta penetra senza difficoltà, è più robusta di una clip point ma è meglio non esagerare.
Il filo dura tantissimo, chissà che fatica riaffilarlo.
A voi le brutte foto...

IMG_20210110_155731.jpg


IMG_20210109_115901.jpg


IMG_20210109_115842.jpg


16099511551475.jpg


16099511284844.jpg


16099510966233.jpg


16099510683472.jpg


16099510188391.jpg


16099509573530.jpg


16099507754560.jpg


MAGGIORI DIFETTI:
Prezzo alto, siamo sui 250 euro.
Dotazione inesistente... Nessuna custodia e neppure una chiave torx.
Confezione povera.
Clip poco robusta.
Troppi dettagli adatti al custom attingendo dal catalogo Hinderer. Sembra fatto apposta per farti spendere di più.

IMG_20201231_151903.jpg


CONCLUSIONI:
Prodotto di fascia alta, bello da vedere e fantastico da usare.
Destinato a ricoprire una moltitudine di ruoli, eccezion fatta per quelli pesanti.
Un compagno affidabile e alla moda. Che rivaleggia ad armi pari con la concorrenza, ma aggiunge il plus dato dalle notevoli doti di taglio.
Promosso.
A me è piaciuto e non solo a me....

IMG_20201231_175509.jpg
IMG_20201231_175454.jpg
IMG_20201231_175320.jpg

Decisamente promosso.
 
Ultima modifica:
Porcamiseria l'aspettavo tantissimo questa recensione!!! Non ti muovere che mi faccio una doccia e leggo attentamente tutto!!!:biggrin: Intanto ho visto le prime immagini e meriti già i complimenti per la bellezza delle foto!!
 
Bel coltello davvero!
Se le tue foto sono brutte, allora io dopo aver fatto le mie dovrei fare harakiri.
La punta "ad arpione" e la doppia tonalità satinata e DLC della lama mi piacciono tantissimo!
Secondo me hai scelto l' unica versione cromaticamente convincente del 0393: senza il contrasto dell'anodizzazione blu sul G-10 il manico risulta anonimo nonostante la ricchezza dei dettagli e delle lavorazioni.
Strana l'assenza del foro per la dragona, ma chissenefrega. Con la clip custom sarebbe ancora meglio, ma costerebbe come un intero set di coltelli :)
Gli ZT secondo me si stanno gradualmente affinando, limando le esagerazioni di misure e proporzioni degli esordi e smettendo di limitare le doti di taglio con spessori al filo irragionevoli per un folder a vantaggio di una robustezza non necessaria per questa tipologia di coltelli. Sono nel complesso ottimi coltelli costruiti bene, anche se molto (forse troppo) cari. Poi, ovviamente, necessitano di un pizzico di tamarraggine inside per essere apprezzati in tutta la loro vistosità :)
Allora, quale sarà il tuo prossimo ZT? :)
 
Ultima modifica:
Bel coltello davvero!
Se le tue foto sono brutte, allora io dopo aver fatto le mie dovrei fare harakiri.
La punta "ad arpione" e la doppia tonalità satinata e DLC della lama mi piacciono tantissimo!
Secondo me hai scelto l' unica versione cromaticamente convincente del 0393: senza il contrasto dell'anodizzazione blu sul G-10 il manico risulta anonimo nonostante la ricchezza dei dettagli e delle lavorazioni.
Strana l'assenza del foro per la dragona, ma chissenefrega. Con la clip custom sarebbe ancora meglio, ma costerebbe come un intero set di coltelli :)
Gli ZT secondo me si stanno gradualmente affinando, limando le esagerazioni di misure e proporzioni degli esordi e smettendo di limitare le doti di taglio con spessori al filo irragionevoli per un folder a vantaggio di una robustezza non necessaria per questa tipologia di coltelli. Sono nel complesso ottimi coltelli costruiti bene, anche se molto (forse troppo) cari. Poi, ovviamente, necessitano di un pizzico di tamarraggine inside per essere apprezzati in tutta la loro vistosità :)
Allora, quale sarà il tuo prossimo ZT? :)
Grazie Ale, concordo su tutto.
La recensione è stata fatta interamente con il cellulare, perdonate gli errori.
Il prossimo?
Non so, sto diventando tamarro, mi prenderò un Hogue!
 
Ho letto tutto con calma!!! Bellissima recensione!! Mi fa piacere di vedere che hai trovato un chiudibile di qualità, con geometrie giuste!! Si vede lo stile di Hinderer, ma apprezzo molto che sia fatto per essere utilizzato, pesi, spessori ecc. tutto molto adatto all'uso. Il thumb mi ricorda molto il socom della microtech, gran coltello, anche lì è usato come stop pin. Bellissimi i materiali usati e la linea generale, finora uno dei migliori zt che ho visto in uso. Ancora complimenti!! L'unica cosa che effettivamente potevano aggiungere era il foro alla fine del manico e una clip migliore. Il prezzo lo trovo in linea con il prodotto (clip a parte). Chissà magari prima o poi anch'io tornerò sul marchio
 
Grazie Ale, concordo su tutto.
La recensione è stata fatta interamente con il cellulare, perdonate gli errori.
Il prossimo?
Non so, sto diventando tamarro, mi prenderò un Hogue!
Ommioddio, questo ZT ha creato un mostro di cafoneria. Se prendi un Hogue devi comprarti dei grillz in oro giallo e diamanti, una pelliccia da uomo in ermellino, un Hublot Big Bang e una catena cubana con sveglia appesa per fare pendant :)
Si scherza eh, ma vedere uno voler passare dalle guancette in cervo ad un EX-A01 nel giro di qualche settimana fa specie :)
 
Ommioddio, questo ZT ha creato un mostro di cafoneria. Se prendi un Hogue devi comprarti dei grillz in oro giallo e diamanti, una pelliccia da uomo in ermellino, un Hublot Big Bang e una catena cubana con sveglia appesa per fare pendant :)
Si scherza eh, ma vedere uno voler passare dalle guancette in cervo ad un EX-A01 nel giro di qualche settimana fa specie :)
ovviamente scherzavo!
conosco le varie marche e mi piace sfogliare i cataloghi on line, infatti ho citato Hogue perché probabilmente è uno di più tamarri.
non so bene cosa siano gli accessori che hai citato, ma direi che posso tenermi la mia camicia a quadri.

Se avete qualche curiosità chiede pure!
--- Aggiornamento ---

Ho letto tutto con calma!!! Bellissima recensione!! Mi fa piacere di vedere che hai trovato un chiudibile di qualità, con geometrie giuste!! Si vede lo stile di Hinderer, ma apprezzo molto che sia fatto per essere utilizzato, pesi, spessori ecc. tutto molto adatto all'uso. Il thumb mi ricorda molto il socom della microtech, gran coltello, anche lì è usato come stop pin. Bellissimi i materiali usati e la linea generale, finora uno dei migliori zt che ho visto in uso. Ancora complimenti!! L'unica cosa che effettivamente potevano aggiungere era il foro alla fine del manico e una clip migliore. Il prezzo lo trovo in linea con il prodotto (clip a parte). Chissà magari prima o poi anch'io tornerò sul marchio
Grazie Lorenzo.
La mano di Hinderer è evidente. Come anche le intenzioni di creare un coltello personalizzabile al massimo attingendo dai cataloghi.
Pensa che se volessi sotituire le viti ed il pivot con la versione in titanio dovrei spendere almeno 120 euro…… la clip non ho idea…. forse lei è l'unica che potrei cambiare ma in realtà io non la uso.
Ho acquistato una custodia ZT che si vede in una delle foto e sono contento così.
Mi ha fatto piacere vedere che il progetto non è solo estetica ma anche sostanza, è il primo ZT che provo ad essere in grado di tagliare la carta.
Ora lo lascio a riposo e mi concentro su altri per nuove recensioni.
 
Ultima modifica:
ciao @ROCKY77 bella recensione, complimenti!
Non ho però capito una cosa : "La clip consente il deep carry " ... in che senso ? fatta come è fatta, il coltello sporgerà sempre oltre la clip, quindi cosa intendi per deep carry ?
 
ciao @ROCKY77 bella recensione, complimenti!
Non ho però capito una cosa : "La clip consente il deep carry " ... in che senso ? fatta come è fatta, il coltello sporgerà sempre oltre la clip, quindi cosa intendi per deep carry ?
grazie per la segnalazione Luca.
Purtroppo facendo tutto al cellulare mi accorgo dopo di eventuali errori.
L'alloggiamento della clip consente il montaggio della versione deep carry.
Che non è in dotazione, quella standard è normale ed il coltello sporge dalla tasca.
Ora correggo.
 
Grande Rocky, bella rece.
Una domanda, ma il try stick lo hai fatto con una bacchetta presa al Brico? (o Leroy Merlin).
Se sì, mi piacerebbe vedere un piccolissimo video di una semplice incisione: io uso quelle bacchette come benchmark per i chiudibili perchè le trovo dure da intagliare e si evidenzia subito la capacità del coltello di turno e volevo capire la "fatica" che avevi fatto per ottenere le tacche.
 
Grande Rocky, bella rece.
Una domanda, ma il try stick lo hai fatto con una bacchetta presa al Brico? (o Leroy Merlin).
Se sì, mi piacerebbe vedere un piccolissimo video di una semplice incisione: io uso quelle bacchette come benchmark per i chiudibili perchè le trovo dure da intagliare e si evidenzia subito la capacità del coltello di turno e volevo capire la "fatica" che avevi fatto per ottenere le tacche.
Ciao, grazie!
È il manico di un vecchio mestolo in legno. Avrà 40 anni di vita.
Ne avrò a decine, li faceva uno zio falegname.
Se il legno è morbido tipo il tiglio ti basta premere. Se duro devi tagliare facendo correre il coltello
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
clodis Utensili da taglio 0

Discussioni simili



Alto Basso