obbligatorio munirsi di “sistemi elettronici di segnalazione e ricerca (Arva), pala e sonda da neve omologati”

difatti la liberalizzazione più totale è l'unica strada percorribile da gente intelligente ma a quanto pare non lo sono.
Sempre per quanto riguarda gli scout un altro problema è la pagliacciata del distanziamento visto che servirebbe un tendone da circo per 4 persone.

Ma del resto se fai lo scout tanto marcio non sei e molto probabilmente il virus non ti fa nulla. E non si citi il caso di quel povero ragazzo che è deceduto a un campo scout visto che era pieno di tumori (semmai ci sarebbe da fare altri discorsi)

Ovvio che la cosa può cambiare per certo nerdume pallidi come il latte e con l'inalatore in tasca.
 
Ultima modifica:
Proviamo a pensarci un attimo con tranquillità.

E' cosa stupida portarsi l'ARVA? io direi di no
un po' come mettere il casco andando in moto, è sempre indispensabile? salva in tutti i casi ?
Ovviamente no... e si spera che non serva mai ma basta che faccia la differenza una volta per essere significativo.

Lo stesso vale per l'ARVA.

La cosa brutta è che nel nostro paese vige questa abitudine da parte dell'autorità di considerare tutti idioti i cittadini così invece di
CONSIGLIARE l'uso dei dispositivi si va di obbligo ....
obbligo che spesso è fuffa perché tanto i controlli sono quasi inesistenti.
 
No @wildwildcat, scusami se mi permetto, la questione non è l'ARVA in sé ma quanto limitarsi ad obbligare ad averlo senza nulla di più.

Il casco della moto è funzionale non perché c'è l'hai ma perché lo sai usare. Se tu il casco non lo metti in testa e lo lasci nel bauletto della moto non ti serve a nulla, anzi potresti averne un danno poichè pensando che il casco nel bauletto ti possa servire potresti essere tentato di fare un qualcosa che normalmente non faresti (falso senso di sicurezza).

Inoltre ogni cosa deve essere proporzionata all'ambiente in cui ti trovi soprattutto quando è un obbligo che corrisponde a soldini (e non pochini), diversamente, generalizzando all'eccesso prima o poi ci vorranno le cinture di sicurezza per usare il tagliaerba in giardino.

L'ARVA di per sé è uno strumento utile, indubbiamente, ma se si sà usarlo, diversamente non serve a niente se non a farti spendere 3 o 400 euro.

Ciao :si:, Gianluca
 
No @wildwildcat, scusami se mi permetto, la questione non è l'ARVA in sé ma quanto limitarsi ad obbligare ad averlo senza nulla di più.
si si hai ragione
davo per scontato l'addestramento.
Ho amici che facevano spesso uscite in neve alta che già qualche anno fa
pur senza obblighi si erano dotati di ARVA e ogni tanto si trovavano a fare una session di addestramento all'uso... un po' per gioco un po' per prevenzione .... che comunque alla fine è sempre un'ottima scusa per andare a bere una birra in compagnia.
 
Per me lo reputo quasi inutile... perchè:
1) vado spesso in giro da solo e in zone poco frequentate
2) visto quanto sopra valuto attentamente le condizioni, sono prontissimo a non partire neanche o a tornare indietro quando vedo che non va bene e corro meno rischi
3) non saprei usarlo, ma a questo ovviamente si può porre rimedio investendoci tempo & soldi
 
Proviamo a pensarci un attimo con tranquillità.

E' cosa stupida portarsi l'ARVA? io direi di no
un po' come mettere il casco andando in moto, è sempre indispensabile? salva in tutti i casi ?
Ovviamente no... e si spera che non serva mai ma basta che faccia la differenza una volta per essere significativo.

Lo stesso vale per l'ARVA.

La cosa brutta è che nel nostro paese vige questa abitudine da parte dell'autorità di considerare tutti idioti i cittadini così invece di
CONSIGLIARE l'uso dei dispositivi si va di obbligo ....
obbligo che spesso è fuffa perché tanto i controlli sono quasi inesistenti.
Non è la stessa cosa, in moto posso cadere sempre e picchiare la testa, quindi il casco mitiga un rischio sempre presente e come detto non necessita particolare addestramento.
Se cammino sulla neve in pianura, il rischio valanghe è nullo, spendo 300 euro per niente.
Poi impararlo ad usare non è proprio banale.
Non ultimo se vado da solo a che serve? a trovare il cadavere?
È vero che potrei incontrare un altro per caso o viceversa, ma dipende se vado in un a zona frequentata o meno, dal giorno, etc.

L’Arva è utile in determinate condizioni, imporlo a tutti è l’ennesima caxxata.

Sarebbe come dire chiunque va in acqua deve avere un salvagente, invece che dire ogni barca deve averne almeno uno.
 
Se cammino sulla neve in pianura, il rischio valanghe è nullo, spendo 300 euro per niente.
Poi impararlo ad usare non è proprio banale.
Non ultimo se vado da solo a che serve? a trovare il cadavere?
beh è certo che se vai in pianura non rischi slavine e non serve
è come se fosse obbligatorio mettere il casco per spostare a mano la moto senza accenderla.

In montagna ...
se sei in giro da solo finisci sotto e nessuno vede .. che tu abbia o non abbia il dispositivo nessuno ti tira fuori e se non ti vengono a cercare nelle prime anche ore l'eventuale ARVA esaurisce le batterie e c'é da aspettare primavera.

Se qualcuno vede e avverte i soccorsi se possono arrivare in 15 minuti
avere l'ARVA può fare la differenza se non ricordo male le statistiche dicono che entro 20 minuti ci sono ancora probabilità di salvezza dopo i 30 crollano verso lo zero.

Se poi qualcuno vede e fosse diventato diffuso per tutti quelli che vanno in montagna avere e saper usare l'ARVA ... le possibilità di salvezza si impennano.

Poi per carità nemmeno a me piacciono le imposizioni di legge malfatta ... perché per come ho letto fino ad ora è anche mal fatta.

Se invece la legge prevedesse un contributo per abbassarne il costo e organizzasse corsi gratuiti andrebbe meglio.
 
Credo che la metafora del casco sia fuorviante.
Pensate all'ABS sulle vetture. Per chi non era informato, l'auto con l'ABS frenava "meglio", quindi stavano più sotto all'auto davanti. Risultato: tamponamento assicurato! :) Per 2 motivi, simili al perché l'adozione generalizzata dell'ARTVA (si, ci va anche la "V" di Valanghe...;)) potrebbe essere più simile ad un problema in più che ad una soluzione.
1. l'auto con l'ABS NON FRENA MEGLIO. Mantiene la direzionalità, ma non bloccando più di tanto le ruote, frena decisamente meno. Perché le ruote con scarsa aderenza, su fondi come neve o fango o sabbia, non contribuiscono alla frenata.
2. se non hai fatto un minimo di "scuola", il rumore e la vibrazione sotto al pedale del freno ti induce ad alzare il piede dal freno.

Cioè:
1. Allo stesso modo, portarti l'ARTVA non ti evita di finire sotto una valanga. E se pensi, "tanto ho l'ARTVA..." sei un potenziale candidato al prossimo Darwin Award. E ne ho visti davvero tanti, in montagna...:(. Perché anche i tuoi compagni potrebbero finire travolti, perché non è detto che la valanga ti lasci intero, perché... meglio stare lontani dalle valanghe, ecco!
2. In più, se anche tu fossi nella condizione ideale, cioè un solo travolto in una comitiva numerosa, tutti con ARTVA, pala e sonda, il tempo a disposizione è purtroppo molto poco, per salvare chi è sotto una valanga. E se TUTTI (si, non solo tu!) non sono perfettamente addestrati e con il necessario sangue freddo, alla fine si sarà solo fatto del gran casino. Senza poter salvare nessuno. Purtroppo.
 
Credo che la metafora del casco sia fuorviante.
Pensate all'ABS sulle vetture. Per chi non era informato, l'auto con l'ABS frenava "meglio", quindi stavano più sotto all'auto davanti. Risultato: tamponamento assicurato! :) Per 2 motivi, simili al perché l'adozione generalizzata dell'ARTVA (si, ci va anche la "V" di Valanghe...;)) potrebbe essere più simile ad un problema in più che ad una soluzione.
1. l'auto con l'ABS NON FRENA MEGLIO. Mantiene la direzionalità, ma non bloccando più di tanto le ruote, frena decisamente meno. Perché le ruote con scarsa aderenza, su fondi come neve o fango o sabbia, non contribuiscono alla frenata.
2. se non hai fatto un minimo di "scuola", il rumore e la vibrazione sotto al pedale del freno ti induce ad alzare il piede dal freno.

Esatto,vallo a spiegare ai malati della sicurezza ,non sai quanti ne vedi che hanno fatto via runze perchè al momento buono il super tecnologico abs ha allungato la frenata.

E quando ho visto dei ducato piegati in due vuol dire che andavano proprio piano nè.

Se poi guida la casalinga di voghera alla prima mitragliata da demente che fa l'abs oddiomamma e molla il freno

Sono l'unico che ha guidato meno di una settimana della sua vita con l'abs?
 
Ultima modifica:
Pensate all'ABS sulle vetture. Per chi non era informato, l'auto con l'ABS frenava "meglio", quindi stavano più sotto all'auto davanti. Risultato: tamponamento assicurato!
he ... il fatto è che nessuna legge e nessun dispositivo fino ad oggi è in grado di curare la stupidità umana.

Lo stesso discorso vale per le 4 ruote motrici,
sai quanti ignoranti che " tanto io ho il suv con 4 ruote motrici un po' di neve mi fa un baffo" e li ritrovi a canale?
Sono inutili anche le 4 motrici?

Ogni cosa ha il suo senso in un certo ambito e usata appropriatamente.

Comunque possiamo stare tranquilli siamo nell'epoca dei patentini per ogni cosa presto arriverà anche il patentino ARVA :D
 
he ... il fatto è che nessuna legge e nessun dispositivo fino ad oggi è in grado di curare la stupidità umana.

Lo stesso discorso vale per le 4 ruote motrici,
sai quanti ignoranti che " tanto io ho il suv con 4 ruote motrici un po' di neve mi fa un baffo" e li ritrovi a canale?
Sono inutili anche le 4 motrici?

Ogni cosa ha il suo senso in un certo ambito e usata appropriatamente.

Comunque possiamo stare tranquilli siamo nell'epoca dei patentini per ogni cosa presto arriverà anche il patentino ARVA :D
Ma penso che l'abbiano detto tutti che è utile, su questo non ci piove, ci mancherebbe.
Il discorso era: non sempre serve.

Piuttosto che renderlo obbligatorio sempre, sarebbe più utile fare corsi gratuiti sul rischio valanghe e sull'utilizzo dell'Arva.

Dopo che fai un corso sulle valanghe, la volta successiva che fai un'escursione sulla neve, guardi tutto con occhi diversi.
 
Per chi non lo sapesse, in Lombardia l'ARTVA è obbligatorio per le escursioni sulla neve "in alta quota" (sic!) dal 2015:

217596
 
avevo giusto chiesto qualche giorno fa cosa si intedesse per "alta quota".... 1500? 2000? 3629? forse non è sicuro nemmeno il legislatore
 
Immagino che l'ARVA a cui si riferiscono sia dotato di vita propria che, in caso di necessità, basti appoggiarlo per terra schiacciare un pulsante e poi fa tutto da solo, idem per pala e sonda perchè se no non mi spiego come si possa obbligare ad averli se non si pretende poi di saperli anche usare........

Ciao :si:, Gianluca
Il prossimo passo sarà un corso con guida alpina?
Altri 300€?
 
Non è proprio la stessa cosa.
Per gli scialpinisti, sì.
Ma per gli altri parla solo di escursionisti d’alta quota, quindi non di tutti e ovunque.
Inoltre parla del solo strumento elettronico e non di pala e sonda.

Sarebbe da capire poi cosa intendono per alta quota.
In realtà si menzionano anche "appositi attrezzi" oltre ai sistemi elettronici (quindi pala+sonda).
E' certamente vago il concetto di "alta quota", ma almeno sono escluse le pianure di valle. Resta una vasta zona grigia: 800 mt sono alta quota?

Penso invece che la norma potrebbe essere ricalibrata in funzione del grado di pericolo valanghe: se pericolo nella zona dell'escursione è uguale o maggiore a 2, allora scatta l'obbligo di attrezzi+ARTVA, altrimenti no.

Sono invece del tutto contrario a qualsivoglia patentino o simili.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso