Allenamento per escursionismo.

Riapro questa vecchia discussione.
Per prima cosa sono passati 3 anni, quindi ne ho 55.
è tutta l'estate che faccio trekking di più giorni in totale autonomia, il carico e quindi il peso è sempre lo stesso, circa 16/18 kg.
Purtroppo spesso non trovo dove comprare viveri, devo quindi portarmi dietro il mangiare per più giorni.
Tornando alla vecchia discussione del male alle gambe dopo i 40 km, + 2000 m di dislivello e 10 ore circa, ricordate ?
( CON ZAINO LEGGERO, QUINDI SOLO SNACK E ACQUA )
Proprio ieri ho ripetuto lo stesso percorso, ed oggi le mie gambe sono in buone condizioni, un pò stanche ma nessun dolore.
Mi ritengo soddisfatto.
 
Nel periodo di assenza da salite importanti, oltre alla corsa (aiutandoti magari con sessioni fatte di ripetute ad intervallo..), mi hanno aiutato parecchio delle sessioni di allenamento a corpo libero (TABATA, HIIT…) e oggi in rete trovi parecchi video utili!
Sicuramente aiuta tanto qualche pedalata in MTB (meglio se con tratti in salita).
 
Ultima modifica:
Io mi trovo molto bene con la corsa lenta: 15 - 20 km a 8/8.5 km/h su sterrati con dislivelli trascurabili (intorno ai 150 metri totali). Ho notato che così facendo riesco a compensare abbastanza l'assenza di trekking impegnativi anche se ovviamente l'allenamento migliore per il trekking è il trekking.
Quando avevo le montagne a 30 minuti da casa riuscivo a farmi il km verticale 1-2 volte a settimana ed era tutta un'altra storia.
 
La corsa sicuramente aiuta, se avete la possibilità ritengo sia molto importante l'uso della bici sia utilizzata in pianura che facendo salite (meglio) alternando andature normali ad altre decisamente forzate, quando si ritornerà a fare trekking dopo periodi di fermo + o - lunghi non ci si accorgerà di nulla e l'allenamento risulterà pressochè invariato.
Ovviamente il discorso sarà completamente diverso se si parla di gite in quota.
 
Per me, la corsa è l'esercizio numero uno. Niente può sostituirla.
Faccio un'ora di corsa a bassa velocità ogni giorno.
Se le temperatura me lo permette - corro fuori, ma se non, lo faccio in casa, su la mia nuova Sportstech F75 (potete leggere di più su questo modello di tapis roulant in questo articolo).

Oltre alla corsa, faccio anche esercizi a corpo libero, principalmente per la schiena e le gambe.
Provo sempre di diversificarli in modo che l'allenamento non diventi noioso.
1-2 volta a settimana sostituisco la corsa con il ciclismo e gli esercizi a corpo libero con il nuoto.
 
Ultima modifica:
Ultimamente faccio, quando posso, trail running soft su distanze di 10-15 km con dislivello moderato (350 -700 m). Non è male ma quando poi si torna sulle montagne vere un po' si soffre, una salita su ghiaione al 25-30% non è come una nel bosco al 10% anche se quest'ultima la si affronta a ritmo sostenuto.
 
L'allenamento migliore è il fartlek oppure la corsa lenta in salita.
La bici, anche se mtb, non è altrettanto efficace a livello muscolare, perchè sfrutta muscoli diversi: quando facevo gare amatoriali di xc/marathon e mezze maratone, bastava sbilanciare l'allenamento marcatamente su una delle due discipline per andare in difficoltà nell'altra.
 
Secondo me la cosa migliore come rapporto efficacia/tempo impiegato sarebbe il tapis roulant in salita, in modalità camminata o corsa leggera a seconda dell'allenamento per tot minuti.

A correre non andrei nemmeno se mi pagassero, e mi sembra proprio tempo sprecato per chi non ama la corsa. Idem per altri sport se non piacciono.
 
A correre non andrei nemmeno se mi pagassero, e mi sembra proprio tempo sprecato per chi non ama la corsa. Idem per altri sport se non piacciono.
Io corro e a me la corsa non piace.
Tempo sprecato non è, contando che non si può andare tutti i giorni in montagna mentre a correre sì. Sicuramente aiuta a fare fiato, dal punto di vista cardiaco non penso invece visto che gli sforzi sono molto diversi.
Se non si ha molto tempo è un ottimo modo per mantenere la forma.
Certo, poi ti devasti le articolazioni...
 
Io corro e a me la corsa non piace.
Tempo sprecato non è, contando che non si può andare tutti i giorni in montagna mentre a correre sì. Sicuramente aiuta a fare fiato, dal punto di vista cardiaco non penso invece visto che gli sforzi sono molto diversi.
Se non si ha molto tempo è un ottimo modo per mantenere la forma.
Certo, poi ti devasti le articolazioni...

Boh, rimango con la preferenza del tapis roulant personalmente. In questa stagione è dura fare sia quello che la corsa però. :help:
 
Secondo me la cosa migliore come rapporto efficacia/tempo impiegato sarebbe il tapis roulant
A correre non andrei nemmeno se mi pagassero,
Beh, tra correre su un tapis roulant e correre in mezzo al verde il problema non si pone;)
Considerando che in inverno andare in bici è molto complicato, la corsa rimane una ottima soluzione, se poi si ha la fortuna di avere parchi e/o aree verdi vicino a casa è il top
 
Sì penso che siano preferenze personali. Io fare sport da esterno in interno (tapis roulant, rulli in bici) non riuscirei, mi annoierei a morte.

Si, certamente si tratta anche di preferenze personali. Anche se io lo ho citato anche perchè a mio parere, essendo il tapis roulant usabile di solito con una pendenza del 15 o del 25%, permette in teoria di allenarsi in modo più efficace per l'escursionismo (in quanto più vicina alle condizioni reali in montagna) e veloce. Poi probabilmente lo dico anche perchè odio la corsa e odio dover stare un sacco di tempo a fare attività fisica a prescindere :rofl:
 
La corsa per me è una base fondamentale soprattutto se praticata a ritmi bassi per 1h/2h. Nemmeno io mi reputo un runner ma se si ha vicino casa un parco urbano, delle sterrate, delle colline è un'ottima alternativa al trekking praticabile in poco tempo e senza spostarsi in auto.
--- ---

Io corro e a me la corsa non piace.
Tempo sprecato non è, contando che non si può andare tutti i giorni in montagna mentre a correre sì. Sicuramente aiuta a fare fiato, dal punto di vista cardiaco non penso invece visto che gli sforzi sono molto diversi.
Se non si ha molto tempo è un ottimo modo per mantenere la forma.
Certo, poi ti devasti le articolazioni...
Infatti secondo me va fatta con moderazione (max 2 volte a settimana) e possibilmente su fondo morbido (mai asfalto) e a ritmo lento. Correre a 15 orari su asfalto significa devastarsi tutto il devastabile almeno per me che ho pure ernie discali.
 
Ultima modifica:
Penso sia in assoluto l'esercizio migliore il problema è che non è sempre possibile avere salite/discese dietro casa per chi abita in città o in pianura. Fortunato chi vive in collina o in montagna.

Per quello ho citato il tapis roulant anche se evidentemente non attira nessuno.....

Sarà una mia fissa ma correre per 2 ore (!) se di per sé non piace la corsa non mi attira proprio.

Poi se si hanno grandi aree vicino a casa può essere magari più gratificante, ma di certo non le hai se vivi in centro in una grande città se non spostandoti magari in periferia, con ulteriore perdita di tempo e non solo per lo spostamento
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso