Utensili da taglio: sfatiamo qualche mito?

S

Speleoalp

Guest
ahah, anche vero.... giustifico il fatto di ripetere spesso le stesse cose, inserendole nei miei commenti, perché desidero rimarcare questa mia cosa in contesti in cui si potrebbe pensare "ah, ha visioni assolutistiche", che personalmente non mi piacciono e non voglio essere associate alla mia persona. Purtroppo per me la base di tutto é la soggettività... parte tutto da lì. Tu, io e chiunque fà quello che fà perché decide di farlo.... e gli approcci che decide di usare sono uguali. Fine OT, AHAHAH

Purtroppo mi sarebbe difficile esporre delle opinioni personali per ogni punto, in quanto amplificherei quello che hai detto sul "ripetere le stesse cose" mille mila volte ;)
In quanto per ogni punto la base dei miei ragionamenti é lo stesso.

Chiaramente può essere condivisa o no, può destare noia oppure no, ma sarebbe da prendere proprio come l'aver esposto la mia opinione.
Non riesco a vedere certe distinzioni così specifiche, se non teoricamente, esteticamente ;)

Per esempio, i problemi d'affilatura per me non esistono, non intendo che sò fare tutto quel che riguarda l'affilatura, ma che non vivo come problemi, difficoltà il fatto che un oggetto richieda qualcosa di diverso da altri. Dire che una cosa é peggiore di un'altra non esiste, ma semplicemente "quell'oggetto richiede quel trattamento". Discorsi sulla fatica, problematiche, ecc li vedo nella medesima maniera.

Il fatto del Carbonioso che lascia gusti, ecc. Non lo vedo come un problema, ne come una soluzione... in quanto non ho il palato tanto fine da sentire questi retrogusti lasciati dal taglio del cibo.
Non mi faccio nemmeno quel genere di problema in un mondo in cui in ogni istante respiriamo qualcosa che fà male.

Oppure i discorsi sul fatto che non ci si fà nulla con X lama e tutto con Y lama. Perché non riesco a vederla così, il mio ragionamento si basa "su quello che ho voluto comprare e sull'approccio con cui lo utilizzerò". Ma raggiungendo gli stessi medesimi scopi, negli stessi contesti, di chi ha altre lame.

Il tutto entro certi limiti ovviamente, per esempio un cambio di peso di kg.... ok.
La differenza nelle dimensioni di decine di centimetri...

Le cose le vedo.... ma non le associo a tutte le problematiche che saltano fuori ogni volta che si parla di lame, geometrie, peso, tipo di affilatura, materiali, ecc.
Soprattutto quando si arriva ai discorsi "con quello non ci fai nulla", "con quello non riesci", ecc....
 
Concordo con tutto, ma vorrei aggiungere una cosa, ho avuto il primo vic a 10 anni che me lo portò la nonna dalla Svizzera, in quanto nata la e sorella e fratelli vivevano ancora a Zurigo, ho il Swisschamp sempre nello zainetto o marsupio o in tasca, ci faccio di tutto ne ho sbindato più di uno però ritengo che un full tag medio sia l'ottimo, se si prova un coltello da bushcraft sui 10 cm di lama, e ce lo si porta dietro ovunque e lo si maneggia sempre, si prende mano e ci si riesce a fare un po' di tutto, vale anche per altre misure superiori, sotto i 10 inizia ad essere piccolo per lavori mediamente pesanti, questo il mio parere. Infatti ho girato anni con un full tag in cintura tutti i giorni anche in città....so che ho rischiato ma è un'abitazione e ci faccio di tutto, ora ho insieme allo Swisschamp un rangergrip 179, ottimo ma non mi trovo come con un fisso, pensavo al tops mini scandi da portare sempre dietro, ho farmene uno, ho una lama full tag, che potrebbe andare, vediamo se avanzo tempo ci provo, morale se si impara ad usarlo bene un buon fisso di medie dimensioni ci si fa un po' di tutto, con un opinel proprio no, nemmeno con il vic rangergrip che è circa 10 cm di lama, ma non è solida come su un fisso e se si lavorano dei bei rami di qualche cm di diametro si rischia di romperlo dove la lama si inserisce con le altre.
 
Ultima modifica:
Concordo con tutto, ma vorrei aggiungere una cosa, ho avuto il primo vic a 10 anni che me lo portò la nonna dalla Svizzera, in quanto nata la e sorella e fratelli vivevano ancora a Zurigo, ho il Swisschamp sempre nello zainetto o marsupio o in tasca, ci faccio di tutto ne ho sbindato più di uno però ritengo che un full tag medio sia l'ottimo, se si prova un coltello da bushcraft sui 10 cm di lama, e ce lo si porta dietro ovunque e lo si maneggia sempre, si prende mano e ci si riesce a fare un po' di tutto, vale anche per altre misure superiori, sotto i 10 inizia ad essere piccolo per lavori mediamente pesanti, questo il mio parere. Infatti ho girato anni con un full tag in cintura tutti i giorni anche in città....so che ho rischiato ma è un'abitazione e ci faccio di tutto, ora ho insieme allo Swisschamp un rangergrip 179, ottimo ma non mi trovo come con un fisso, pensavo al tops mini scandi da portare sempre dietro, ho farmene uno, ho una lama full tag, che potrebbe andare, vediamo se avanzo tempo ci provo, morale se si impara ad usarlo bene un buon fisso di medie dimensioni ci si fa un po' di tutto, con un opinel proprio no, nemmeno con il vic rangergrip che è circa 10 cm di lama, ma non è solida come su un fisso e se si lavorano dei bei rami di qualche cm di diametro si rischia di romperlo dove la lama si inserisce con le altre.
Bene, vero, un vic è sempre utile, ma come ho detto sopra, per fare campo, piccoli folder sono un po' poco.
A saperlo gestire, un fisso compatto, da grandi soddisfazioni, col mio cudeman mt5 o tops bob ci riesco a fare tante belle cose, poi ovvio che col tops tahoma, fox parang, o bk7, mi diverto di più...
 
Concordo con tutto, ma vorrei aggiungere una cosa, ho avuto il primo vic a 10 anni che me lo portò la nonna dalla Svizzera, in quanto nata la e sorella e fratelli vivevano ancora a Zurigo, ho il Swisschamp sempre nello zainetto o marsupio o in tasca, ci faccio di tutto ne ho sbindato più di uno però ritengo che un full tag medio sia l'ottimo, se si prova un coltello da bushcraft sui 10 cm di lama, e ce lo si porta dietro ovunque e lo si maneggia sempre, si prende mano e ci si riesce a fare un po' di tutto, vale anche per altre misure superiori, sotto i 10 inizia ad essere piccolo per lavori mediamente pesanti, questo il mio parere. Infatti ho girato anni con un full tag in cintura tutti i giorni anche in città....so che ho rischiato ma è un'abitazione e ci faccio di tutto, ora ho insieme allo Swisschamp un rangergrip 179, ottimo ma non mi trovo come con un fisso, pensavo al tops mini scandi da portare sempre dietro, ho farmene uno, ho una lama full tag, che potrebbe andare, vediamo se avanzo tempo ci provo, morale se si impara ad usarlo bene un buon fisso di medie dimensioni ci si fa un po' di tutto, con un opinel proprio no, nemmeno con il vic rangergrip che è circa 10 cm di lama, ma non è solida come su un fisso e se si lavorano dei bei rami di qualche cm di diametro si rischia di romperlo dove la lama si inserisce con le altre.

ti diro', in citta' (e anche fuori, dato che pesco in alcuni canali appena fuori, distanti quei 10 minuti in bici) sono passato per le mie necessita' agresti da un coltellino dei cinesi da un euro, con cui tra l'altro mi sono trovato bene, ad una pinza multiuso pieghevole. molto piu' comoda e molto piu' utile per i miei usi quotidiani, e molto meno problematica (e' molto piu' accettata socialmente). ok, non sostituisce coltellino o tanto meno il coltellone, ma in citta' secondo me e' il top, e' di una comodita' assurda per i problemi che si possano avere nel quotidiano.
 
Concordo infatti pur non trovandomi ugualmente bene, ci devo fare la mano ho preso il rangergrip per sostituire il fulltag almeno nei centri urbani, essendo un multiuso è più tollerato, poi insieme posso avere dietro o il multitool sempre victorinox o lo swisschamp, in genere il ranger in tasca e lo Swisschamp nello zainetto o marsupio , ma ora sto sperimentando una piccola custodia da cintura, da macchinetta fotografica compattissima, dove li ho entrambi, è pratica e non ci si accorge di averla appena riesco posto una foto, perché entrambi? Perché il rangergrip ha una lama decente(come misura intendo) ma ha pochi altri strumenti, e io veramente i vic li uso per ogni cosa, ho in garage fior fiore di attrezzi che andrebbero anche meglio al bisogno, ma spesso per abitudine o pigrizia, faccio il più delle riparazioni con i vic, considerando che ho una famiglia ,tutti i giorni o comunque spesso c'è qualche cosa da riparare, sistemare, stanghette occhiali, spine e spinotti, cerniere dei mobili, ma io i vic li uso per tutto, apro pacchi, accorcio cannucce ecc. Al lavoro ormai sono abituati e anzi tutti mi chiedono di prestarglieli, per tagliare un filo che scorda dalla giacca, sistemare la clips della cravatta e mille cosette.
 
A fare un sacco di cose, la forza dell'abitudine, non abito nel bronx e fino ad ora non ho dovuto difendermi se non verbalmente, quindi il problema non è la sicurezza, ma solo strumentale, è uno strumento che come dicevo fin da bimbo mi porto dietro dal primo vic.
 
Si bhe anche qua sul lago, sopratutto la notte quando sono di turno, ubriachi e molesti, devo dire che in questi anni la cosa è peggiorata visibilmente, e mi è giá capitato doverne fronteggiare qualcuno che vandalizzava le nostre cose, e quando sei da solo e loro in tre o quattro, avere un fisso in cintura, ti dà un pò di sicurezza, poi non ho mai dovuto nemmeno ostentarlo fino ad ora, ma come ha detto qualcuno dovesse mai e speriamo mai capitare , meglio un buon processo ad un funerale, che ormai la gente in giro non ha ritegno, FFOO sempre meno in giro e se li chiami con una pattuglia sola per tutta la costa arrivano in un'ora e ti hanno giá fatto la festa, poi sono stato a un'aperitico con un amico camionista, parlando di quello che a loro capita di notte nelle piazzole di sosta in giro, lui è alcuni colleghi mi hanno tirato fuori dei folder dalle tasche che il "piccolo" fisso ora sostituito dal rangergrip (vediamo se torno al fisso almeno la notte), era un temperino al confronto, uno aveva il nuovo mi pare estrema ratio hf2 se non ricordo male, quello che una volta aperto se vuoi renderlo,a detta del costruttore, resistente come un fisso, oltre al lock ha un perno attaccato al manico che lo inserisci a livello dello snodo e fissa ulteriormente la lama con le guancette e le piastre in acciaio sotto, certo che ripiegati e chiusi, probabilmente sembrano meno minacciosi anche di un piccolo fisso......
 
Fosse per me, anche io girerei volentieri con un bel fisso in cintura o con un folder "pesante" in tasca.

Il problema è che se sei un onesto cittadino incensurato, e ti beccano le FFOO, passi dei seri guai, se sei un delinquente incallito e ti fermano, sei a piede libero il giorno dopo...
 
ierinotte a 100 metri da casa mia,una donna ha ucciso il compagno con un coltello da cucina da 25 cm...erano briachi e litigavano spesso..
l'accoppiata alcol+ cucina dove tutti abbiamo i nostri coltelloni per l'arrosto,è stata fatale.
si capisce che l'arma è stata l'insanità del momento,quindi chi più ha cervello lo adoperi al di là dei ferri è l'atteggiamento e l'indole di una persona che preoccupa.certo se uno è incline a scaldarsi con niente o troppo fumino è bene che non abbia nemmeno un'Opinel 6
 
Wombat, infatti l'ho sostituito con un rangergrip 179, che può essere più tollerato essendo un multiuso, avendo anche una lama interessante, poi si capisce lo si usa per mille cose e si spera mai per offendere,io poi per esperienza ed età sono diventato prudente, e non mi interessa passare per mona quindi se posso evito sempre anche gli scontri verbali se posso e imbocco una via di fuga o cerco di glissare ,ma la mamma dei cretini ed attaccabrighe è sempre in cinta ,sopratutto se bevutelli, e la notte ormai non sai quanti, e per quanto tu stia lavorando e facendoti i cavoli tuoi becchi il gruppetto che ti rompe le scatole, ripeto fino ad ora me la sono sempre cavata con molto buon senso e mantenendo la calma, cercando di apparire sempre pacato e tranquillo anche quando non lo ero , però se ti bloccano ogni possibilità e via di fuga che fai? Ti difendi come puoi ed è meglio potere al meglio secondo me, e lo dice uno che perchè non si sa mai, il momento del cojon, ha rinunciato al porto d'armi e non detiene nessuna pistola o fucile, ma almeno una lama lasciatemela tenere con le dovute cautele.
 
Alien62 concordo con te, il cervello ed il buon senso sono sempre le prime armi da usare, poi ti succede come a mio suocero che arrivato al casello dell'autostrada tre ragazzi ubriachi lasciata l'auto in mezzo son scesi a pisciare, mio suocero gli chiese se potevano almeno spostare l'auto e lo hanno menato in tre, se l'è cavata con un occhio nero, un labbro rotto e botte varie, al sopraggiungere di un'altra auto sono scappati, se no chissà come finiva...... e li hai poco da essere ragionevole,educato e di buon senso purtroppo.
 
e li hai poco da essere ragionevole,educato e di buon senso purtroppo.
pensa se aveva dietro una qualsiasi arma impropria, mazza, bastone,coltello,catena, magari affrontava con più sicurezza e le cose potevano precipitare o finiva peggio x lui,o abbatteva qualcuno ,e magari si prendeva una condizionale e andava x tribunali per anni pagandoli anche i danni...il giusto ci rimette sempre e a mente lucida evitare il più possibile quando è possibile
se no vestiamo i panni del 'giustiziere della notte' (film) e andiamo preparati e 'attrezzati' di tutto punto aspettando il bullo di turno e senza lasciarli una seconda chance .... roba da film purtroppo!!
 
Ma avete letto la notizia che a Sassari mi pare, un uomo è piombato con l'auto su un gruppo di persone causando vari feriti ed è stato accoltellato dalla folla !! Forse è una "bufala".
 
Ma avete letto la notizia che a Sassari mi pare, un uomo è piombato con l'auto su un gruppo di persone causando vari feriti ed è stato accoltellato dalla folla !! Forse è una "bufala".

vorrei capire bene cosa e' successo. anche qua se necessario ci metterei un attimo ad alzare la finestra e lanciare (o comunque scendere e passare) un coltello o qualsiasi cosa a qualcuno in strada. potrebbe essere stato qualcuno, vendicativo, che si e' fatto passare un coltello da cucina da casa e ha provveduto (ipotesi puramente mia, basata sulle vecchiacce stronze che uscivano, cercavano di fregarti il pallone e te lo tagliavano per dispetto anche se eri a mille km da casa loro)
 
Posto i miei 2 cent

Dunque come molti hanno detto le lame tanto non sono difficili da affilare, anzi, poi io ne posseggo una e la trovo comoda, soprattutto perché ha una bella porzione di lama dritta.

Per il fatto dei carboniosi sul cibo ho una discreta esperienza, io ho una forma di coltellite acuta, e a tavola non uso mai il coltello da tavola (tranne ovviamente ristoranti ecc) e uso principalmente il coltello del momento, ora se la lama del coltello é tirata a specchio, non lascia nessun odore/sapore, poi una volta creata quella leggera patina il gioco é fatto, basta stare attenti a tener cura della lama.

Attualmente sto usando un chiudibile fatto da me, all'inizio se ci tagliavi una mela, lasviava un sapore molto ferroso, adesso che ti ci puoi specchiare e quasi insapore.

Un opinel carbonioso sul cibo? Che schifo, se lo si vuole usare sul cibo, consiglio prima di farlo passivare poi togliere l'eccesso e poi usarlo, chi nob mi crede, prendesse un opinel carbon nuovo, e ci tagliasse una mela, l'odore di ferro si sente ad un metro di distanza.

Per la storia che con un opinel ci fai tutto, bhe a me gli opinel non piacciono :), tralasciando i gusti, con nulla fai tutto, ma con molte lame fai tante cose.

Il coltellone non è indispensabile,ma é sicuramente comodo, anche se attualmente io preferisco l'accetta più un coltello non troppo grande.

Roncola? Buh per me é comoda per fare i lavori per cui é nata, per il resto non mi trovo bene
 
S

Speleoalp

Guest
Ma certamente, anche secondo me "con nulla ci fai tutto" e "tutto dipende dagli approcci personali".
Io mi baso esclusivamente su quello che riguarda me, perché chiacchierare é interessante e può essere arricchente... ma poi quello che conta é quello che rende a proprio agio una persona mentre fà quello che vuole fare... e ognuno ovviamente espone le proprie opinioni su questa base ;) Almeno se con cognizione di causa ;)

Quando chiacchiero per esempio si questo forum, su queste tematiche, dò per scontato il contestualizzare il tutto in campi in natura e le attività che servono in quelle situazioni.
Per esempio io per fare campo, fuoco, legna, cibo e le solite cose.... non trovo alcuna difficoltà ad utilizzare un solo Victorinox Camper, nessuna fatica maggiore, nessun impedimento.... Ma lo faccio pure con uno fisso, medio-grosso....
Cambia l'approccio ;) Ma quello a cui miro é ottenere quello che mi serve ;)

Infatti non mi sentirò mai dire "...con quello non si può..." - "...bisogna per forza avere..." - "... per lavorare bene ci vuole quello...". Ma semplicemente mi sento dire "...cambia l'attrezzo, cambia l'approccio con cui lo si utilizza... ma si raggiunge comunque lo scopo..."
 
Ma certamente, anche secondo me "con nulla ci fai tutto" e "tutto dipende dagli approcci personali".
Io mi baso esclusivamente su quello che riguarda me, perché chiacchierare é interessante e può essere arricchente... ma poi quello che conta é quello che rende a proprio agio una persona mentre fà quello che vuole fare... e ognuno ovviamente espone le proprie opinioni su questa base ;) Almeno se con cognizione di causa ;)

Quando chiacchiero per esempio si questo forum, su queste tematiche, dò per scontato il contestualizzare il tutto in campi in natura e le attività che servono in quelle situazioni.
Per esempio io per fare campo, fuoco, legna, cibo e le solite cose.... non trovo alcuna difficoltà ad utilizzare un solo Victorinox Camper, nessuna fatica maggiore, nessun impedimento.... Ma lo faccio pure con uno fisso, medio-grosso....
Cambia l'approccio ;) Ma quello a cui miro é ottenere quello che mi serve ;)

Infatti non mi sentirò mai dire "...con quello non si può..." - "...bisogna per forza avere..." - "... per lavorare bene ci vuole quello...". Ma semplicemente mi sento dire "...cambia l'attrezzo, cambia l'approccio con cui lo si utilizza... ma si raggiunge comunque lo scopo..."

questo si, il mio "con nulla ci fai tutto" è per dire appunto che con nessuno strumento tu abbia è perfetto per fare tutto.

esempio se tu dici che con il Vic ci fai tutto, non è vero, se vuoi abbattere una sequoia per esempio non puoi farlo (caso estremo ed inutile ma per far capire il mio ragionamento) poi è ovvio che non serve per forza un coltello iper tecnologico per forza full tang da almeno 10 cm e per forza di un determinato acciaio con una bisellatura particolare per vivere nella natura, i pastori dalle mie parti sicuramente non avevano tutte ste robe, eppure passavano svariati giorni nella natura.

uno se è bravo si arrangia con quello che ha, ma ovviamente non ci potrà fare tutto, ma di certo fare tutto non serve nemmeno a volte.

fare batoning? non è detto che sia indispensabile, poi ci sono alche altri modi per arrivare al cuore della legna
fare chopping? non è detto che sia indispenabile
fare leva con il coltello? mai fatto

ovviamente se si ha uno strumento adatto è normale che si preferisce usarlo invece di adattarsi con uno strumento poco adatto.

io preferisco avere un mora ad un vic, preferisco avere un'accetta ad un coltellone da campo, e preferisco avere anche un segaccio pieghevole per sezionare dei trochetti che choppare, ma se invece di avere la mia triade, avessi solamente un arnese tagliente penso che cmq in qualche modo, magari più faticoso, "ci se la fa"

tutto il resto è marketing, e voglia di comprare cose che ci piacciono ;)
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso